Una di otto: Valentina. 8 storie di 8 donne nella settimana dell’8marzo.

Valentina Arzilli – CEO La Perla di Torino

Valentina Arzilli

CEO La Perla di Torino, leader nel settore dolciario piemontese.

La Perla di Torino nasce nel 1992 da una felice intuizione di mio papà, Sergio Arzilli, che dopo essersi scoperto celiaco ha deciso di concentrare sul cioccolato la sua esperienza di pasticcere. Infatti, nel nostro laboratorio, ottimizzato per lavorare in conformità con le più stringenti normative di qualità e recentemente riconvertito con energie 100% rinnovabili, vengono realizzati prodotti senza glutine e negli anni sono state realizzate anche linee di prodotti senza zuccheri aggiunti e vegan friendly per essere sempre in linea con le richieste del nostro pubblico e con le nuove tendenze di mercato. Ricette tradizionali e sperimentazioni creative sono preparate con ingredienti di prima qualità e lavorazioni che rispettano la materia prima, a cominciare dalla Nocciola del Piemonte, che viene tostata nel nostro laboratorio e impiegata come ingrediente base in molte ricette. Ingredienti selezionati, packaging confezionati a mano e valorizzazione dell’eccellenza del gusto italiano hanno portato La Perla di Torino a essere oggi riconosciuta come rappresentante del cioccolato italiano di qualità. Ed è proprio su questa strada che vogliamo proseguire, continuando a evolverci senza mai dimenticare da dove siamo partiti.

Scopri tutti i prodotti di Valentina su cortilia.it/agricoltori/la-perla-di-torino-cioccolateria

IN OCCASIONE DELL’8 MARZO CORTILIA RACCONTA LE STORIE DI 8 DONNE IMPRENDITRICI, PER CELEBRARNE IL CORAGGIO, LA DETERMINAZIONE E IL SUCCESSO

Milano, marzo 2021 – Le più recenti statistiche hanno evidenziato come gli effetti socio-economici della pandemia abbiano colpito maggiormente le donne: secondo i dati ISTAT sul lavoro pubblicati a febbraio, nel 2020 il tasso di occupazione femminile è quello che ha subito le flessioni maggiori. in particolare, nel mese di dicembre, su 101mila persone occupate in meno rispetto al mese precedente, 99mila sono donne.

Di fronte a questo scenario e nella Giornata Internazionale della Donna, Cortilia vuole lanciare un messaggio positivo, mettendo in luce le storie di successo di 8 imprenditrici, con cui quotidianamente collabora. Storie di lavoratrici che, con coraggio, determinazione e professionalità, operano all’interno di alcune delle aziende partner e ogni giorno danno valore al “saper fare” artigiano, contribuendo a sostenere il tessuto culturale ed economico del Paese.

Da sempre Cortilia (www.cortilia.it), innovativo e-commerce che mette in contatto i consumatori con agricoltori, allevatori e produttori di realtà locali, si impegna nella selezione di partner che, oltre a offrire prodotti d’eccellenza, operino secondo i principi di responsabilità e trasparenza, non solo ambientale, ma anche sociale. Per fare ciò, va a conoscere direttamente le persone che stanno dietro a queste realtà, le loro passioni, il loro legame con il territorio e la comunità.

In occasione dell’8 marzo, Cortilia vuole condividere alcune degli esempi di imprenditoria femminile locale più significativi e appassionanti, dove parlano donne autentiche, esattamente come i prodotti che quotidianamente propongono.

Valentina Arzilli – CEO La Perla di Torino

Valentina Arzilli

CEO La Perla di Torino, leader nel settore dolciario piemontese.

La Perla di Torino nasce nel 1992 da una felice intuizione di mio papà, Sergio Arzilli, che dopo essersi scoperto celiaco ha deciso di concentrare sul cioccolato la sua esperienza di pasticcere. Infatti, nel nostro laboratorio, ottimizzato per lavorare in conformità con le più stringenti normative di qualità e recentemente riconvertito con energie 100% rinnovabili, vengono realizzati prodotti senza glutine e negli anni sono state realizzate anche linee di prodotti senza zuccheri aggiunti e vegan friendly per essere sempre in linea con le richieste del nostro pubblico e con le nuove tendenze di mercato. Ricette tradizionali e sperimentazioni creative sono preparate con ingredienti di prima qualità e lavorazioni che rispettano la materia prima, a cominciare dalla Nocciola del Piemonte, che viene tostata nel nostro laboratorio e impiegata come ingrediente base in molte ricette. Ingredienti selezionati, packaging confezionati a mano e valorizzazione dell’eccellenza del gusto italiano hanno portato La Perla di Torino a essere oggi riconosciuta come rappresentante del cioccolato italiano di qualità. Ed è proprio su questa strada che vogliamo proseguire, continuando a evolverci senza mai dimenticare da dove siamo partiti.

Scopri tutti i prodotti di Valentina su cortilia.it/agricoltori/la-perla-di-torino-cioccolateria

Cecilia Perotti – Responsabile Ricerca e Sviluppo di Vegetal-Progress

Cecilia Perotti

Responsabile Ricerca e Sviluppo di Vegetal-Progress, specializzata in prodotti che mirano a completare l’apporto nutrizionistico.

Sono cresciuta respirando spirito e tradizione dell’azienda di famiglia che dal 1974 produce integratori e cosmetici con le migliori materie prime biologiche e selvagge provenienti da tutto il mondo. Fondata dal biochimico Giorgio Perotti, il mio caro nonno, opera ancora oggi nel settore dei prodotti naturali ad uso alimentare e cosmetico.

Da sempre ispirata dalla natura incontaminata che circonda la sede produttiva nel Parco Naturale di Stura, mi sono dedicata allo studio di specie botaniche rare e materie prime pregiate. Inoltre dopo gli studi classici, ho studiato Chimica e Tecnologie Farmaceutiche e ho iniziato a collaborare con la mia famiglia per imparare il mestiere.

Oggi ricopro il ruolo di Responsabile Ricerca e Sviluppo per Vegetal-Progress, lavorando costantemente tra Torino e Milano. Grazie alle numerose competenze acquisite, a luglio 2020 ho abbracciato la mia vera natura immergendomi in un progetto consapevole e chiaro: fondere arte sacra, bellezza, natura, rituali, aromaterapia con ricordi e conoscenza.

Il rispetto per la natura e per l’ambiente sono i nostri valori fondamentali, tramandati di generazione in generazione con grande amore per Madre Terra.

Scopri tutti i prodotti di Cecilia su cortilia.it/agricoltori/vegetal-progress

Roberta Bonomo – Azienda Agricola San Rocco

Roberta Bonomo

Azienda Agricola San Rocco, piccola realtà imprenditoriale specializzata in apicoltura.

Sono cresciuta in campagna, mio padre era contadino. Mi sono laureata in Agraria e per trent’anni ho insegnato Scienze nella scuola secondaria superiore. Mio suocero ha fatto innamorare tutta la sua famiglia di Capraia Isola, luogo di vita degli antenati e suo buen retiro tra olivi e api. L’isola di Capraia è una delle sette isole dell’Arcipelago Toscano, forse la più selvaggia e incontaminata di questo Parco Nazionale. Nel 2015 il “supernonno” ci ha lasciati improvvisamente e anche le api sono così rimaste “orfane”. Ho raccolto questa eredità: non si poteva rinunciare all’incredibile miele che arrivava sempre da questo scoglio! Il progetto ambiziosissimo era anche creare un’attività economica locale durante tutto l’anno in un’isola che si popola solo d’estate. Con tanta fatica, tassello dopo tassello il sogno si sta realizzando… Accanto al Millefiori di Capraia, le nostre api producono un miele uniflorale raro, l’abbiamo chiamato Miele di Erba gatta di Capraia, Teucrium marum, dal 2021 tutto certificato biologico. I premi ricevuti, l’apprezzamento dei clienti, la simpatia che condividiamo con chi partecipa alle visite aziendali ci fanno pensare che siamo sulla strada giusta!

Scopri tutti i prodotti di Roberta su cortilia.it/agricoltori/azienda-agricola-san-rocco

Diana Ricotti – Principe di Fino

Diana Ricotti

Principe di Fino, allevamento di galline ovaiole per la produzione di uova di altissima qualità.

Sono sempre stata affascinata dall’uovo, un alimento che nella sua estrema semplicità risulta straordinario, completo e ricco di proprietà nutrizionali uniche.

Penso che il futuro comincia con quello che portiamo in tavola e Principe di Fino nasce da questo credo: rispetto, consapevolezza ed educazione. Le nostre galline razzolano libere all’interno di un grande frutteto, dove si nutrono di erbe spontanee e frutta matura di stagione (ciliegie, pere, giuggiole, bacche di gelso e di Goji) per poi completare la loro alimentazione con mangimi e rigorosamente bio (mais, erba medica e soia).

Il risultato è un uovo sostenibile e di alta qualità, dal tuorlo cremoso e dall’albume ricco e denso, ideale da gustare in ogni ricetta.

La nostra è una azienda che rispetta le tradizioni antiche, ma con uno sguardo attento volto alle più moderne tecnologie. Siamo stati i primi a introdurre un sistema di totale tracciabilità nei nostri pollai, e di questo sono estremamente orgogliosa. Da pochi mesi, infatti, un codice QR posto sull’etichetta sigillo presente in ogni confezione, riporta virtualmente il consumatore nella nostra fattoria, mostrando loro anche le immagini delle galline il giorno in cui è stato deposto l’uovo, per la massima trasparenza!

Scopri tutti i prodotti di Diana su cortilia.it/agricoltori/principe-di-fino

Clarien Van De Coevering – CEO e Responsabile Produzione, Ricerca e Sviluppo Beeopak

Clarien Van De Coevering

CEO e Responsabile Produzione, Ricerca e Sviluppo di Beeopak, bee wrap biologico per la conservazione degli alimenti.

La mia azienda nasce nel 2019 con il desiderio di far riscoprire un prodotto dalle origini antiche, legato alle tecniche di conservazione tradizionali riadattato ai bisogni di oggi. Abbiamo così creato la prima pellicola alimentare 100% Made in Italy, realizzata con materie prime biologiche certificate: cera d’api, resina di pino, olio di nocciola e cotone. Un mix di ingredienti che danno origine ad un materiale riutilizzabile simile ad una buccia impermeabile che respira e protegge, riducendo gli sprechi alimentari.

Oggi l’azienda conta 9 persone impegnate in un progetto condiviso, fatto di passione, cura e impegno che dopo due anni si stupiscono ancora della magia che si realizza ogni volta che la cera d’api si unisce al cotone, dando vita a una pezza di stoffa dagli straordinari “poteri”. Credo che ogni Beeopak racchiuda tutto questo: non solo il lavoro amorevole di chi ha tagliato, incerato, piegato e impacchettato a mano, ma un pezzetto di una piccola rivoluzione green, con meno plastica e meno cibo buttato via!

Introdurre questo piccolo gesto nella propria quotidianità significa conservare al meglio il cibo, dargli il valore e la dignità che merita, dalla terra alla tavola.

Scopri tutti i prodotti di Clarien su cortilia.it/agricoltori/beeopak

Francesca Giorgetti – Tuttelespeziedelmondo

Francesca Giorgetti

Tuttelespeziedelmondo, laboratorio con sede a Milano che seleziona e confeziona spezie e botaniche aromatiche di certificata qualità.

Tuttelespeziedelmondo è un laboratorio di spezie e derivati che seleziona e vende prodotti di certificata qualità e di non sempre facile reperimento. Il progetto unisce la mia passione per il viaggio, per la cucina e per le culture diverse. Circa 10 anni fa mi sono resa conto che in Italia era ancora difficile rifornirsi di spezie particolari e di qualità garantita, diversamente dal resto d’Europa. Questo mi ha portato a studiare molto, recandomi anche nei maggiori Paesi produttori di spezie, primo tra tutti l’India, per approfondire gli aspetti più rilevanti di questo vasto mondo. Le spezie, quindi, sono state l’ingrediente principale di questo percorso tra viaggi, storie, culture, profumi e sapori. L’obiettivo era di conoscere approfonditamente metodi di coltivazione, differenti qualità, diversi metodi di produzione, zone specificamente vocate per alcuni prodotti, ecc., per potere poi offrire ai miei clienti in Italia la più ampia scelta e la migliore qualità. Questa attenzione verso il prodotto e la ricerca continua di varietà e di ingredienti rari, ci ha reso rapidamente un punto di riferimento per la ristorazione in Italia, tanto che forniamo moltissimi ristoranti e tra questi molti stellati. L’e-commerce, al quale abbiamo dato grandissima importanza già 10 anni fa, ci ha permesso di raggiungere anche tutti quei consumatori che desiderano qualità ed ingredienti speciali anche nella cucina di casa propria. Offriamo un'ampia gamma di prodotti, anche bio, tra pepe, peperoncini, spezie, miscele di spezie, sali e tè avendo cura particolare anche del packaging, da tutti i punti di vista: estetico, funzionale e sostenibile.

Scopri tutti i prodotti di Francesca su cortilia.it/agricoltori/tutte-le-spezie-del-mondo

Rocio Manrique – Fondatrice di Ococo

Rocío Manrique

Fondatrice di Ococo, che produce acqua di cocco biologica e fairtrade.

La mia avventura inizia in gravidanza: soffrivo di una carenza di magnesio che mi provocava terribili crampi e ho scoperto che l’acqua di cocco mi aiutava a contrastarli. L’acqua di cocco, infatti, è fonte naturale di sali minerali e amminoacidi essenziali. Così dieci anni fa ho dato vita ad OCOCO, la prima acqua di cocco che porta fieramente un marchio italiano!

Siamo un team formato da tre mamme – con tre figli a testa – e sostenuta da ragazze giovani e intraprendenti che portano un’ondata di innovazione e di freschezza, proprio come la nostra acqua di cocco.

Inizialmente, per far conoscere i benefici di questo prodotto passeggiavo per le vie di Trastevere a Roma, portando il mio primo figlio nella carrozzina e le scatole di OCOCO nel portaoggetti del passeggino. Ai tempi poche persone conoscevano l’acqua di cocco, così le regalavo ai negozi, ai bar, alle palestre.

Oggi OCOCO è lo specchio della mia passione e della mia visione della vita, il non voler rinunciare ad avere una famiglia. Infatti, grazie al mio lavoro ho potuto avere tre bimbi e un marito meraviglioso. Loro sono stati la più bella testimonianza di come questa bevanda ci ha accompagnati in ogni momento della nostra vita, un bisogno che è iniziato in gravidanza e che continua ancora oggi.

Scopri tutti i prodotti di Rocío su cortilia.it/agricoltori/ococo

Simona Scapin – Fondatrice di Artigianquality

Simona Scapin

Fondatrice di Artigianquality, che produce mortadella artigianale, gustosa, e facilmente digeribile.

Il mio laboratorio artigianale di mortadelle nasce nel 2015 con l’intento di portare nel mondo la passione artigiana nel creare salumi, e di far riscoprire sapori antichi del nostro territorio.

Il mio lavoro è una continua ricerca volta a rendere i nostri prodotti sempre più sani, genuini e rispettosi dei canoni di una corretta alimentazione. Utilizziamo solo carne fresca di origine italiana, l’unico grasso presente è quello visibile, quello di gola, e la nostra base aromatica è composta da spezie naturali. La cottura lenta a bassa temperatura permette alle mortadelle di sprigionare aromi e sapore in modo autentico. I nostri prodotti sono privi di allergeni e sono adatti a tutti, dai più grandi ai più piccini.

Le colonne portanti della nostra filosofia di produzione si basano sulla trasparenza, sull’attenzione nella scelta delle materie prime e sulla serietà.

Le mie radici affondano nella lunghissima esperienza di mio padre Silvio nel campo della lavorazione delle carni e dei salumi; questo mi ha permesso di crescere mantenendo il contatto con la tradizione e di sperimentare aggiungendo all’albero di Artigianquality nuovi rami che tendono sempre verso il meglio, ma con la stessa missione di sempre: l’eccellenza è solo artigianale.

Scopri tutti i prodotti di Simona su cortilia.it/agricoltori/artigian-quality

Cortilia S.p.A. SB

Cortilia è un innovativo e-commerce che mette in contatto i consumatori con agricoltori, allevatori e produttori artigianali, per fare la spesa come in campagna. In un semplice click, Cortilia consegna direttamente a domicilio, nella fascia oraria preferita, una spesa piena di gusto e artigianalità. Su Cortilia si può fare tutta la spesa a partire da frutta e verdura fresca di stagione, arricchendola di altri prodotti come pesce, carne e salumi, formaggi e latticini, uova, pane, una grande varietà di altre specialità, vino e birra artigianale, prodotti di bellezza e per la pulizia della casa. La food-tech company Cortilia è nata nel 2011 dall’unione di buon cibo e tecnologia, le due grandi passioni di Marco Porcaro, il suo fondatore, con l’obiettivo di vincere una grande sfida: coniugare lo slow food della terra e delle stagioni con l’era dell’on-demand economy.

Nel gennaio 2021 Cortilia ha modificato il proprio statuto per diventare Società Benefit (SB), confermando legalmente il proprio impegno a operare in modo responsabile e trasparente nei confronti di persone, comunità, territorio, ambiente, beni, attività culturali, sociali, enti, associazioni e altri portatori di interesse. www.cortilia.it

DOP, IGP, STG, IGT, DOC e DOCG: cosa sono e perché è importante conoscerli

Da sempre uno dei nostri valori fondamentali è il comprare italiano. Da sempre uno dei nostri pilastri sono gli agricoltori, i produttori e tutti quelli che che da tutta la Penisola ci portano preziose eccellenze e ci parlano di sé attraverso il cibo. Oggi più che mai è importante dare valore all’origine dei prodotti e delle materie prime, così come al lavoro italiano. Per farlo, oltre a promuovere una spesa consapevole, vogliamo quindi approfondire delle diciture che si trovano spesso in etichetta, che alle volte comportano anche un sovrapprezzo, ma con un motivo fondato alle spalle, che è bene conoscere. Cosa sono quindi DOP, IGP e STG? Vediamole nel dettaglio.

I marchi Dop, Igp, Stg

La DOP, acronimo di Denominazione d’Origine Protetta è un marchio di tutela giuridica. Può essere il nome di una regione, di un luogo o un paese che serve a designare un prodotto agricolo o alimentare che sia originario di tale zona, le cui caratteristiche sono dovute essenzialmente o esclusivamente a un particolare ambiente geografico, tra cui anche dei fattori umani, e la cui produzione, trasformazione e elaborazione avvengono tassativamente in una zona delimitata.

Per IGP, Indicazione Geografica Protetta, si intende sempre il nome di una regione, di un luogo o un paese che serve a designare un prodotto agricolo o alimentare che sia originario di tale zona con le stesse condizioni della DOP e per ottenere la certificazione serve che almeno una delle fasi del processo (produzione, trasformazione o elaborazione) avvenga nella zona delimitata. Si differenzia dalla DOP per questo fattore: basta che una delle fasi di produzione avvenga nella zona.

Differente è invece la certificazione STG. Si tratta di una Specialità Tradizionale Garantita e tutela le produzioni caratterizzate da composizioni o metodi di produzione tradizionali. In particolare si riferiscono a metodi di produzione legati alla tradizione di prodotti che non vengono prodotti necessariamente in tale zona. Un esempio? La pizza napoletana.

Queste certificazioni, specialmente le prime due, sono molto importanti e da tenere a mente quando si fanno acquisti proprio per avere certezze sulle zone di produzione, e non solo, degli alimenti. Una spesa consapevole passa prima di tutto dalla conoscenza.

A queste sigle si associano, e alle volte confondono, anche IGT, DOC e DOCG ma si tratta di denominazioni e sigle che sono riferite al mondo del vino. Vediamo nel dettaglio anche queste:

IGT: Indicazione Geografica Tipica. Viene assegnato ai vini la cui produzione avviene nella rispettiva indicazione geografica, le uve da cui è ottenuto provengono per almeno l’85% esclusivamente da tale zona geografica, con indicate le caratteristiche organolettiche.

DOC: Denominazione di Origine Controllata. È la denominazione usata in enologia che certifica la zona di origine e delimitata della raccolta delle uve utilizzate per la produzione del prodotto sul quale è apposto il marchio. In pratica, un prodotto DOC, come un DOP, è uno di qualità e rinomato, le cui caratteristiche sono connesse all’ambiente naturale ed ai fattori umani.

DOCG: Denominazione di Origine Controllata e Garantita. Il contrassegno DOCG è sinonimo di garanzia, circa l’origine e la qualità del prodotto vinicolo. Questa denominazione viene ottenuta dai vini che sono stati riconosciuti DOC per almeno 10 anni e che superano delle attente analisi organolettiche e chimico-fisiche.

Le differenze tra DOC e DOP

La prima differenza tra il marchio DOC e quello DOP riguarda l’origine degli stessi. La certificazione DOC, che indica un prodotto in cui è testimoniata l’origine controllata, è tipica del territorio italiano, mentre quella DOP, ossia denominazione di origine protetta, è legata all’Europa. Un secondo grande motivo distintivo dei marchi di qualità è legata ai prodotti che certificano. Il DOC è infatti utilizzato esclusivamente nel settore vinicolo, il DOP invece è attribuito a tutti i prodotti alimentari a esclusione proprio del vino e di altri alcolici.

Idee green per Carnevale

A Carnevale… non valgono i brutti scherzi che giochiamo all’ambiente con coriandoli di plastica, glitter, sostanze chimiche e materiali usa e getta. Segui i nostri consigli green!

Costumi

Non c’è bisogno di acquistarlo: puoi prenderlo in prestito, oppure puoi realizzarne uno in casa con materiali di riciclo. Via libera a vecchi abiti, tovaglie e coperte, ma anche scatole di cartone, vecchi giornali, sacchetti, bottoni colorati, bottiglie di plastica e chi più ne ha più ne metta. L’unico limite è la fantasia!

Scarica il pdf con le maschere da ritagliare dei nostri supereroi preferiti!

Trucchi

Soprattutto nel caso dei bambini, si dovrebbero sempre utilizzare prodotti delicati e naturali per il make-up di Carnevale. Rivolgiti a negozi specializzati o erboristerie per trovare prodotti biologici oppure divertiti a creare coloranti naturali, ad esempio partendo dal succo di barbabietola, dai mirtilli o dal burro di karitè.

Coriandoli

In alcuni Comuni, come Venezia, i coriandoli di plastica sono già stati banditi insieme alle bombolette spray, consentendo solo coriandoli e stelle filanti di carta. Se hai in casa vecchie riviste e volantini pubblicitari, non ti resta che iniziare a sforbiciare per ottenere coriandoli e stelle filanti!

Decorazioni

Coinvolgi tutta la famiglia per realizzare dei festoni con carta velina colorata e spago da appendere alle pareti; rivestite o dipingete una vecchia scatolina di cartone per contenere stelle filanti e coriandoli o per contenere dei dolcetti da regalare.

LA CRESCITA SOSTENIBILE DI CORTILIA: NUOVO ROUND DA 34 MILIONI E TRASFORMAZIONE IN SOCIETÀ BENEFIT. RENZO ROSSO ENTRA NEL CAPITALE E NEL CDA

Milano, 11/01/2021 – Cortilia, leader italiano nella spesa online di qualità a filiera corta, annuncia la conclusione di un nuovo round di investimenti del valore di 34 milioni di euro, sottoscritto dai soci esistenti e da Red Circle, e la trasformazione in Società Benefit.

Nel capitale della food-tech company, fondata nel 2011 da Marco Porcaro, fa il suo ingresso Red Circle Investments, società di investimenti di Renzo Rosso. L’imprenditore, fondatore del marchio Diesel e presidente del gruppo di moda OTB, entra anche a far parte del Consiglio di Amministrazione di Cortilia. 

Oltre a Red Circle Investments, partecipano all’investimento i sottoscrittori dell’ultimo round di Cortilia avvenuto nel 2019: Indaco Ventures, il maggior fondo di venture capital in Italia; Five Seasons Ventures, il primo fondo di venture capital paneuropeo specializzato nel food-tech;  Primomiglio, gestore specializzato in fondi  di venture capital tecnologico early stage  e P101 SGR, primo investitore istituzionale di Cortilia, dalla sua costituzione, attraverso i veicoli P101 e ITALIA 500 (fondo di venture capital istituito da Azimut Libera Impresa SGR e gestito da P101). A seguito della transazione, Red Circle Investments si affianca nella governance della società ai Fondi già soci ed al Fondatore.

Le nuove risorse finanziarie raccolte con il round appena concluso consentiranno alla scale-up di incrementare la propria crescita e sviluppare ulteriormente il proprio servizio sul territorio italiano, servendosi delle migliori tecnologie e innovazioni per operare secondo i più alti standard di qualità e sostenibilità.

Nato come il primo mercato agricolo online, Cortilia è oggi un innovativo e-commerce con un catalogo di 2.500 referenze, che promuove un modello di acquisto consapevole. Il servizio, già attivo in Lombardia, Emilia-Romagna e Piemonte, consente ai consumatori di ricevere a domicilio in modo veloce, puntuale e sicuro, i migliori prodotti provenienti da agricoltori, allevatori e produttori artigianali accuratamente selezionati.  Nel 2020 Cortilia ha fatturato 33 milioni di euro, con una crescita del +175% rispetto al 2019. Attualmente l’azienda collabora con oltre 250 piccoli e medi produttori e dà impiego a 50 dipendenti diretti e oltre 200 collaboratori nell’indotto. Nel 2021 ha in programma l’inaugurazione di una nuova sede “green” di 50.000 mq alle porte di Milano.

“Siamo entusiasti di questo accordo con Red Circle Investments che darà nuovo impulso alla crescita di Cortilia. L’ingresso nel nostro capitale di un imprenditore come Renzo Rosso, con il suo spirito d’innovazione e la sua esperienza in tanti campi, potrà apportare un grande valore aggiunto in termini di nuove prospettive e opportunità”, ha dichiarato Marco Porcaro, CEO di Cortilia. “Con Renzo Rosso e Red Circle Investments condividiamo la sensibilità verso valori che consideriamo fondamentali come qualità, innovazione, sostenibilità. Sono certo che, partendo da queste basi comuni, potremo costruire un futuro di successo per Cortilia.”

Così Renzo Rosso, presidente di Red Circle Investments: “L’anno appena passato ha ricordato l’importanza della salute e del benessere, e come la tecnologia possa cambiare la nostra vita, nel caso di Cortilia, ad esempio, connettendo la filiera contadino-consumatore in maniera digitale. Questa partecipazione è la naturale evoluzione del nostro interesse e impegno in questo settore: Cortilia sposa il concetto di cibo di qualità sostenibile con l’innovazione digitale, due pilastri della mia visione del futuro. L’attenzione alla natura e alla terra, che nasce con le mie origini e si è affinata negli anni grazie anche al lavoro nella nostra Diesel Farm che produce vini ed oli interamente biologici, e la mia passione per tutto ciò che è innovazione e tecnologia, trovano la loro sintesi in Cortilia, a cui conto di portare il mio know-how in diversi settori e attività, e una visione sempre nuova e inaspettata di vedere le cose”.

“Crediamo nelle grandi potenzialità della piattaforma Cortilia ed in tale prospettiva abbiamo più che raddoppiato in questo round il nostro investimento iniziale” dichiara Davide Turco, AD di Indaco SGR; prosegue Andrea Di Camillo, founder e managing director di P101 SGR, “Abbiamo creduto e supportato il progetto di Cortilia dalla sua nascita e siamo orgogliosi di accompagnare la società in questo passaggio dimensionale”. “Cortilia rappresenta per noi un investimento in un progetto di eccellenza in termini di brand, tecnologia e customer experience, in un settore ad alto potenziale”, aggiunge Franco Gonella, membro del CdA di Primomiglio, cui fa eco Ivan Farneti, managing partner di Five Seasons Ventures: “È la migliore azienda di fresh grocery online in Europa. Cortilia potrebbe essere la prossima Ocado”.

CORTILIA DIVENTA SOCIETÀ BENEFIT

Cortilia annuncia inoltre di aver modificato il proprio statuto per diventare ufficialmente Società Benefit (SB), forma giuridica d’impresa che consente a una for-profit di bilanciare un beneficio pubblico con gli utili degli azionisti: un passo fondamentale e coerente con il percorso dell’azienda, che fin dalla sua nascita ha puntato su un approccio etico e sostenibile. Con la trasformazione in Società Benefit, Cortilia conferma legalmente il proprio impegno a operare in modo responsabile e trasparente nei confronti di persone, comunità, territori, ambiente, beni, attività culturali, sociali, enti, associazioni e altri portatori di interesse.

Marco Porcaro ha commentato: “La trasformazione in Società Benefit conferma la nostra volontà di dare priorità alla sostenibilità socioeconomica e ambientale nel nostro operato con una grande attenzione alla valorizzazione del tessuto agricolo del nostro meraviglioso territorio. Il nuovo statuto prevede diverse finalità di beneficio comune che perseguiremo: dalla riduzione dell’impatto ambientale diretto e indiretto, alla promozione del modello a filiera corta per lo sviluppo dei produttori locali; dalla trasparenza e corretta informazione fino alla sensibilizzazione dei consumatori verso uno stile di vita sostenibile; dal coinvolgimento e l’ascolto degli stakeholder nei processi decisionali, fino alla creazione di una comunità aziendale che possa diffondere una cultura improntata all’inclusione, all’etica e alla sostenibilità”.

Cortilia S.p.A.

Cortilia è un innovativo e-commerce che mette in contatto i consumatori con agricoltori, allevatori e produttori artigianali, per fare la spesa come in campagna. In un semplice click, Cortilia consegna direttamente a domicilio, nella fascia oraria preferita, una spesa piena di gusto e artigianalità. Su Cortilia si può fare tutta la spesa a partire da frutta e verdura fresca di stagione, arricchendola di altri prodotti come pesce, carne e salumi, formaggi e latticini, uova, pane, una grande varietà di altre specialità, vino e birra artigianale, prodotti di bellezza e per la pulizia della casa. Cortilia è nata nel 2011 dall’unione di buon cibo e tecnologia, le due grandi passioni di Marco Porcaro, il suo fondatore. La food-tech company ha come obiettivo vincere una grande sfida: coniugare lo slow food della terra e delle stagioni con l’era dell’on-demand economy. www.cortilia.it

Red Circle Investments

Red Circle Investments è la società di investimenti che fa capo all’imprenditore italiano Renzo Rosso. L’attuale portafoglio partecipazioni della società spazia dal mondo digitale (dalla social app Depop, alla società di investimenti ICONIQ Capital che investe nel settore tecnologico con alcuni dei nomi più importanti della Silicon Valley), al mondo dell’occhialeria (con partecipazioni in Marcolin e in Retrosuperfuture). Red Circle Investments ha partecipazioni anche in alcuni dei fondi di investimento più quotati del momento come Aurora ed Epic, in cui sono presenti le più importanti famiglie in Italia e negli Stati Uniti. Recentemente Red Circle Investments è entrata nel capitale azionario di Masi Agricola, uno dei produttori italiani di vini pregiati più conosciuti e premiati al mondo; e al tempo stesso ha puntato la sua attenzione su ambiente e salute, grazie a una serie di investimenti realizzati nel settore medicale e della ricerca come WOW Technology, CoImmune e TechWald.

Indaco SGR

Fondata nel 2016, oggi Indaco Venture Partners SGR è la maggiore SGR indipendente specializzata nella gestione di fondi di venture capital in Italia, con una forte esperienza in aziende che innovano in elettronica e robotica, medtech, digitale e nuovi materiali. Indaco gestisce oltre 250 milioni nei suoi cinque fondi. Per maggiori informazioni: www.indacosgr.com

Five Seasons Ventures

Investiamo nell’innovazione di prodotto e di processo con l’ambizione di finanziare soluzioni alle sfide globali dell’industria alimentare.  Dalle proteine alternative al miglioramento nutrizionale, dalla nutrizione personalizzata a nuovi modelli di distribuzione alimentare, forniamo il nostro supporto, capitale e network agli imprenditori operanti nell’intera filiera alimentare. Con uffici in Francia ed Italia, l’unicità del nostro team è rappresentata dalla combinazione di più di 20 anni di successi in investimenti venture in high-tech con oltre 20 anni di solida esperienza professionale nell’industria alimentare. Siamo i pionieri dell’investimento in questo settore e siamo orgogliosi di aver posizionato per primi il “food tech” nel panorama del venture capital Europeo. https://www.fiveseasons.vc

P101 SGR

P101 SGR è uno dei principali gestori di fondi di venture capital in Italia, specializzato in investimenti in società innovative e technology driven in Europa. Nato nel 2013 e fondato da Andrea Di Camillo, annovera tra gli investitori dei propri fondi Azimut, Fondo Italiano di Investimento, European Investment Fund, Fondo Pensione BCC, Cassa Forense oltre ad alcune tra le principali famiglie imprenditoriali italiane. P101 SGR, gestisce attualmente due fondi, oltre al primo veicolo di investimento retail destinato al venture capital sviluppato in collaborazione con il Gruppo Azimut. Con masse in gestione superiori a € 200 milioni, P101 ha investito in 35 società tecnologiche, tra cui Cortilia, Milkman, MusixMatch, Velasca e Tannico. https://www.p101.it

Primomiglio

Primomiglio SGR S.p.A. è una società di gestione del risparmio specializzata in venture capital tecnologico early stage. Primomiglio attualmente gestisce il fondo Barcamper Ventures e il fondo Barcamper Ventures Lazio in partnership con la Regione Lazio in campo digitale, e il fondo Primo Space che investe nella new space economy. www.primomigliosgr.it