Mettilo nella zucca

La festa di Halloween è ormai archiviata, ma non la stagione della zucca. Questo straordinario prodotto autunnale è un ricco dono della natura, tanto bello da vedere quando entusiasmante da gustare.
Se nella mente associamo le zucche alle quelle splendide arancioni da incidere e decorare per le feste, nei fatti ne esistono di forme, colori, dimensioni, consistenze molto differenti, sia ornamentali sia commestibili.
Eccone alcune: maxima, delica, ungherese, pepo, anfora, berretta, blu ballet, butternut e tante altre ancora. Un’infinità di varianti che trova anche tra i fornelli un’altrettante variabilità di impieghi. Non bastano le pagine di un’intera enciclopedia per raccogliere le sfaccettature ricettistiche.
In campagna trovano una diffusione pressoché planetaria, a seconda delle varietà con una predilizione per i climi caldi. Si coltiva con facilità e senza ricorrere a particolari trattamenti (la zucca è una pianta molto resistente alle avversità).
Ma veniamo subito al dunque: le zucche in cucina si prestano a centinaia e centinaia di piatti.
Il sapore dolce, mai invadente, rende la zucca molto adatta a piatti rigeneranti tipici della stagione fredda. Tagliata a pezzetti di aggiunge al corredo di ingredienti del comune minestrone di verdure, dando colore, gusto e cremosità. Cotta con acqua o brodo, un po’ di cipolla e qualche patata, poi frullata e addizionata di un bel filo d’olio, diventa la base di una crema squisita e pratica da realizzare.
Ma è nelle paste ripiene che trova la gloria: pensiamo ai tortelli nella tradizione mantovana in cui trova la complicità di amaretti e mostarda per un gusto davvero unico. Ottima anche come base per il risotto, aggiunta a dadini dopo la tostatura del riso, o più semplicemente trasformata in gnocchi (cuocete la zucca in forno fino ad ammorbidirla, poi mescolatela con un po’ di farina fino ad ottenere una pastella).
Fritta, in pastella, saltata in padella, al forno con patate, cipolle e altre verdure di stagione, è la base per ottimi contorni.
Ma anche in pasticceria ci si può davvero sbizzarrire, in torte, budini, muffin, composte, crostate o la famosa pumpink pie americana.
Ecco un suggerimento che abbiamo provato, davvero ben riuscito:

TORTA DI ZUCCA
500 gr di zucca cotta al forno
200 gr di farina
150 gr di zucchero
100 gr di burro
tre cucchiati di latte
2 uova
50 gr di amaretti
1 bustina di lievito per dolci
buccia di limone
Sbattete bene il burro con lo zucchero, poi aggiungete i tuorli e la buccia del limone. Pian piano addizionate la farina, il lievito, gli amaretti tritati e la purea di zucca. Aggiungete il latte per ammorbidire l’impasto e in ultimo gli albumi montati a neve. Informate per almeno 30 minuti.

Questo articolo è stato pubblicato in Senza categoria da Cortilia . Aggiungi il permalink ai segnalibri.

Informazioni su Cortilia

www.Cortilia.it è il primo mercato agricolo online per la vendita e la distribuzione di prodotti artigianali locali. Mette in contatto produttori e consumatori senza intermediari e organizza la consegna della spesa a domicilio.