Le regole per il tagliere perfetto

Esiste un tagliere perfetto? Può darsi. Ma non saremo noi a eleggerne uno migliore di un altro! Abbiamo però definito le regole base per creare una portata rapida da preparare ma sempre ad effetto in ogni occasione.

Cominciamo dicendo che il tagliere non è solo sinonimo di aperitivo ma si può gustare anche già dalla colazione, per il brunch, come secondo piatto o come dessert (se composto da soli formaggi, alcuni ristoranti lo propongono appunto nella lista dei dolci).

Partiamo quindi dalle basi, dal tagliere. Esistono numerose varianti del classico tagliere in legno: bambù, ceramica, plastica, pietra e via dicendo. Secondo noi il migliore rimane quello in legno, non solo per i suoi colori caldi e naturali, ma soprattutto perché il legno, con i suoi profumi, contribuisce a esaltare anche gli aromi di salumi e formaggi. Vediamo quindi le regole base per realizzare il tagliere perfetto!

Anche i taglieri vanno impiattati

In pratica è la sola cosa da fare, quindi occorre particolare attenzione. A seconda del tagliere che si porta in tavola, che sia misto salumi e formaggi, solo formaggi o solo salumi, con il miele o della frutta o addirittura con la mostarda, l’impiattamento ha due regole fondamentali: volume e ordine.

Creare volume e scegliere l’ordine

Che siano salumi o formaggi si possono trovare diversi modi per creare volume: disporre i salumi arricciati è il più facile, altrimenti andando a creare delle rosette, come delle piccole montagnette (meglio se si tratta di salumi che si sciolgono in bocca come il prosciutto cotto o crudo). Un altro accorgimento che aiuta a rendere il tagliere ancora più accattivante è disporre i salumi coprendo il grasso quando se ne presenta una porzione consistente nella fetta.

Per creare volume con i formaggi puoi tagliarli a spicchi triangolari e disporre le fette vicine, una sovrapposta all’altra. Questo vale per tutti i formaggi freschi, semistagionati a pasta dura, diverso è il discorso per quelli freschi o a pasta molle così come se sono molto stagionati. Ad esempio un gorgonzola dolce puoi metterlo direttamente la fetta intera sul tagliere con un cucchiaino per servirsi, mentre un per il Parmigiano Reggiano puoi scagliarlo con l’apposito scaglia formaggio.

L’ordine sul tagliere è facile: per gustare al meglio ogni prodotto, mettili in ordine crescente di intensità di gusto. Inizia con il più delicato e finisci con il più intenso, bevi un sorso di vino e ricomincia il giro.

Abbina un calice di vino

Ma che tagliere sarebbe senza un buon calice di vino? Per abbinare al meglio il tagliere al vino anche in questo caso le regole sono poche ma precise.

Salumi e formaggi freschi e delicati: vini bianchi secchi.

Salumi e formaggi di medio-bassa a media intensità aromatica: vini rossi d’annata.

Salumi e formaggi stagionati e saporiti: vini rossi invecchiati.

Salumi e formaggi di elevata intensità aromatica: vini liquorosi, passiti.

Il tocco in più

Vuoi esagerare? Sul tagliere puoi sempre aggiungere delle ciotoline con mostarde di frutta, qualche oliva e dei sottaceti che con la loro acidità aiutano a “pulire” il palato e andare avanti a mangiare, godendosi ogni boccone! Per queste aggiunte non c’è nessuna regola: lascia che gli ospiti sperimentino abbinamenti con tutti i prodotti sul tagliere.

La regola più importante

Condividere. Qualsiasi sia il tagliere è più buono se gustato in compagnia, condividilo!

5 decorazioni natalizie zero-waste per la casa!

It’s beginning to look a lot like GREENstmas…

Hai già pensato a come addobbare la tua casa per renderla più accogliente in attesa del 25 dicembre? In vista delle feste, ti diamo qualche idea per decorarla senza sprechi e soprattutto con materiale naturale ed ecologico!

Anche le decorazioni, se pensate con il cuore, possono rendere il Natale ancora più magico e rispettoso dell’ambiente!

Prima di precipitarci a comprare lucine colorate, addobbi e oggetti scintillanti, spesso costosi e poco sostenibili, proviamo allora a guardare cosa abbiamo in casa. Spesso nel fondo dei cassetti, negli armadi o in soffitte e ripostigli, possiamo trovare tutto l’occorrente necessario per creare in poco tempo e facilmente, bellissime decorazioni natalizie naturali ed ecologiche!

Per puntare al fai-da-te natalizio prendiamo spunto dai paesi nordici, maestri nell’arte degli addobbi casalinghi minimal e naturali. Uno stile che mescola i colori chiari come il bianco e il tortora con il verde e i colori di oggetti naturali, per creare un’atmosfera calorosa e che avvolge la casa della magia della natura.

Per realizzare decorazioni natalizie DIY semplici e naturali sono sufficienti un po’ di tempo libero e qualche semplice materiale reperito in casa, in giardino o nel sottobosco. Eviteremo colori spray, neve finta e ornamenti in plastica o in materiali sintetici, e renderemo la nostra casa profumata e piacevolmente addobbata.

Ecco 5 soluzioni davvero semplici per decorare casa, tavole imbandite e confezioni regalo nel pieno rispetto dell’ambiente.

1 – GHIRLANDA DI NATALE

È da sempre uno dei simboli natalizi e delle decorazioni più amate! Appesa alla porta d’ingresso, sul camino o su un muro libero della casa, la ghirlanda è un must tra le decorazioni natalizie! Rigorosamente vera e realizzata in materiale naturale, la ghirlanda può essere semplice un intreccio di rami di pino, rosmarino, agrifoglio e bacche rosse, per esempio! Bastano una passeggiata nel bosco o in giardino e pochissimi minuti per ottenere delle ghirlande davvero bellissime.

Per realizzare una ghirlanda DIY occorrono:

  • rami verdi flessibili o filo di ferro riciclato anche da vecchie grucce e appendiabiti;
  • rametti di pino, bacche rosse e arancioni, agrifoglio, vischio, pigne di diverse dimensioni;
  • fil di ferro da giardinaggio o spago;
  • fiocchi, spago, nastri, fiori secchi, noci, foglie, pigne raccolte in strada e nei parchi, rami secchi, ma anche fiori finti, se vi piacciono, scampoli di tessuto e batuffoli di ovatta o di cotone.

Sarà sufficiente piegare e intrecciare i rami verdi dandogli la classica forma circolare, fermare le loro estremità con un pezzetto di fil di ferro e iniziare a legare, sempre con il fil di ferro, i rametti di pino prima, creando la base green della ghirlanda e aggiungere mano a mano le bacche, le pigne e il resto delle decorazioni dopo.

Una volta ottenuta la ghirlanda, puoi aggiungere un bel nastro colorato o dello spago spesso per appenderla oppure utilizzarla come centro tavola.

L’idea in più: puoi anche realizzare con rami di rosmarino fresco delle piccole ghirlande da usare come segnaposto o come decorazioni per i pacchetti di Natale!

2 – CENTROTAVOLA DI RAMI E FOGLIE

Puoi realizzare un bellissimo centrotavola naturale, nella classica forma a ghirlanda con il nostro magico kit perfetto per la realizzazione di una decorazione con erbe aromatiche e frutti di stagione! Troverai elementi naturali come la salvia, il rosmarino e l’agrifoglio perfetti per impreziosire l’ambiente e celare significati di buon auspicio, successo, speranza e serenità! La melagrana e le bacche rosse, invece, rimandano alla ricchezza, produttività e forza. Acquistalo su Cortilia.it per ricevere il kit pronto con il necessario.

Anche in questo caso, saranno sufficienti pochi minuti per realizzare una meravigliosa ghirlanda e valorizzare la tua tavola natalizia con un tocco di verde e rosso davvero unico!

In dispensa devi avere:

  • fil di ferro da fioristi
  • stecchino di legno da spiedino
  • cesoie

Assicura alla base con il fil di ferro il primo rametto di erba aromatica e prosegui alternando le varietà e inserendo ogni tanto le bacche rosse e un melograno al quale avrai aggiunto una sorta di “gambo” inserendo nella polpa, per circa 2 cm, due stecchini di legno da spiedino distanziati fra loro di circa 1 cm.

Completa il cerchio e dopo aver tagliato il fil di ferro, fissalo sul retro del lavoro. Valorizza il tutto ponendo una bella candela al centro, in tinta con la tua tavola.

3 – SEGNAPOSTO ZERO WASTE

Anche qui puoi davvero sbizzarrirti: l’unico limite è la fantasia! Ti basterà scegliere il segnaposto perfetto per la tua tavola e raccogliere materiale naturale come frutta essiccata, bastoncini di cannella, pigne, rametti di erbe aromatiche e spago! In pochissimo tempo e se vorrai anche con l’aiuto dei piccoli di casa, potrai creare dei bellissimi segnaposto natalizi personalizzati che non solo coloreranno la tua tavola ma che profumeranno la casa di buono!

4 – CARTA REGALO E PACCHETTI NATURALI

Un’ottima idea, di impatto e del tutto personale, è quella di confezionare a mano un regalo e incartarlo con altrettanta cura, senza usare carta da pacchi colorata o plastificata, nastri in plastica e scotch, ma semplice carta riciclata, colori naturali, spago e materiale di recupero.

Come? Te lo mostriamo nel nostro workshop natalizio dedicato ai bambini domenica 15 dicembre a Cascina Cuccagna a Milano! Clicca qui per iscriverti: sei ancora in tempo!

5 – FESTONI ZERO WASTE

Completa la decorazione della tua casa con semplici festoni realizzati con carta riciclata, ritagli di carta colorata o di giornale, frutta essiccata o rami di pino!

Ti basterà prendere uno spago, forbici per ritagliare tante stelle e alberi di carta, un pennarello bianco per scrivere “Buon Natale” su festoni in carta riciclata e metterti all’opera per realizzare decorazioni natalizie davvero uniche e completamente sostenibili!

Noi di Cortilia abbiamo realizzato dei bellissimi decori per il nostro albero di Natale riciclando i cartoni che utilizziamo per le consegne: abbiamo ritagliato il cartone in pezzi di forma quadrata o tonda nei punti in cui è decorata e, dopo aver forato il cartone per inserire un cordoncino, abbiamo appeso i decori al nostro albero. Divertiti anche tu a dare nuova vita ai cartoni trasformandoli in decori anti-spreco!

Quest’anno il nostro Natale e tutto il periodo delle feste può davvero essere ‘zero sprechi’ e all’insegna della sostenibilità.

Dipende tutto da noi e dalle nostre scelte! Accetti la sfida green?

Bentornato olio nuovo!

Olio nuovo, vino vecchio. Come spesso accade dietro a un detto popolare si nascondono anche tante verità. Se non è sempre vero che un vino invecchiato sia meglio di uno novello, il detto vale quando si parla di olio. È arrivata la stagione dell’olio, quello nuovo, meglio tardi che mai si potrebbe dire perché quest’anno le condizioni climatiche avverse hanno posticipato la raccolta delle olive, ma finalmente è arrivato uno dei gioielli della nostra terra: l’olio nuovo!

Ma cos’è l’olio nuovo?

Si tratta del primo olio delle olive del nuovo raccolto, appena franto e subito imbottigliato per trattenere tutti i suoi aromi e la sua vivace fragranza. Per il cultori dell'”oro verde” è un prodotto atteso e amato, gustato al naturale o su una fetta di pane. Si differenzia dalle altre spremiture perché il processo ossidativo che, nel tempo, modifica le caratteristiche organolettiche è ancora a una fase iniziale, ed è proprio tra novembre e dicembre il periodo migliore per gustarlo, quando possiede una ricchezza di aromi, sapori e proprietà organolettiche incomparabili.

Ma veniamo a noi: è arrivato anche su Cortilia, dai nostri produttori di tutta Italia!

‍Dalla Puglia, il nostro produttore Torrente Locone produce un olio eccezionale con la varietà Coratina, la più ricca al mondo in assoluto per la concentrazione in polifenoli. 

In Toscana incontriamo l’azienda Il Bottaccio,che produce un olio extravergine di oliva non filtrato, verde brillante.

Moretti Omero, azienda umbra, produce secondo il metodo del biologico e tramite una lenta estrazione a freddo, dando vita ad un olio verde tendente al dorato.

Sulle rive del Lago di Garda, l’Azienda Agricola Manestrini raccoglie e spreme nel giro di poche ore le olive per dar vita ad un olio dal profumo fruttato e dalla bassissima acidità. 

L'attesa del Natale si fa ancora più gustosa!

Il Natale è di stagione! E la stagione è appena iniziata. Abbiamo cominciato ad accendere le lucine e appendere gli addobbi ma sopratutto abbiamo impacchettato il nostro Calendario dell’Avvento digitale, con 25 caselline da aprire ogni giorno. Tutto regolare no?

Macché, quest’anno non ci troverai solo cioccolatini ma tantissime sorprese per rendere l’attesa del Natale ogni giorno più gustosa e variegata: i prodotti più gettonati a prezzi speciali, giornate con consegna gratuita…e tanto altro ancora!

Come funziona?

Dall’1 al 25 dicembre, ogni giorno una sorpresa diversa e il 25 dicembre un super premio finale! Ogni premio può essere utilizzato una sola volta ed entro la mezzanotte del giorno stesso. Clicca sul giorno di oggi e scopri subito che premio ti aspetta!

Fair Friday, la nostra risposta sostenibile al Black Friday

Diamo il benvenuto alla prima edizione del Fair Friday: dal 25 al 29 novembre i clienti di Cortilia avranno la possibilità di acquistare sulla piattaforma una selezione di prodotti sostenibili, a prezzi scontati. Ma in cosa si differenzia dal Black Friday?

“Lo scorso anno le vendite nella settimana del Black Friday hanno superato i ricavi del Natale in Italia e non solo: questo fenomeno, ormai diventato una consuetudine, può essere sostenuto dalle grandi multinazionali e dai colossi del web e trova fortuna principalmente nei settori Tech&Durables, ma mette in difficoltà i piccoli produttori e commercianti, soprattutto di prodotti freschi, che si vedono “obbligati” ad uniformarsi al trend – afferma il nostro CEO & Founder , Marco Porcaro -. Noi, che lavoriamo tutti i giorni accanto ad agricoltori, produttori e artigiani” aggiunge “abbiamo deciso di schierarci dalla loro parte e di promuovere il Fair Friday, una giornata di acquisti “equamente” ribassati, perché siano convenienti per i clienti ma anche sostenibili e perché questa ricorrenza serva a valorizzare aziende e cooperative che tutto l’anno promuovono messaggi positivi verso l’uomo e l’ambiente”.

Sullo store si potranno trovare i prodotti contrassegnati con l’apposito bollino Fair Friday, attentamente selezionati tenendo presenti i valori di solidarietà e sostenibilità che le varie aziende rappresentano.

Le realtà scelte sono impegnate in attività sociali, come progetti di reinserimento di persone provenienti da percorsi educativi e terapeutici, sostengono il territorio e la terra con pratiche agricole orientate al modello del biologico, si impegnano nella tutela di produzioni tipiche dei diversi Paesi del mondo e nella difesa delle popolazioni e tradizioni locali.

Ma chi sono i protagonisti del Fair Friday? Baum è un’azienda fatta di buona volontà e materie prime derivanti dal commercio equo e solidale. Produzioni tradizionali di paesi come India, Thailandia, Bolivia e Paraguay vengono valorizzate per difendere le popolazioni locali e non perdere il sapere di produzioni tramandate nelle generazioni. Faraboli Formaggi produce e affina Parmigiano Reggiano da generazioni, tramandando il sapere di famiglia e riscoprendo produzioni e razze bovine che si stavano perdendo nel tempo. Recentemente si è vista penalizzata dai dazi USA. San Michele Arcangelo è una piccola realtà marchigiana che guarda alla terra e alle persone con sensibilità e amore, si impegna nel sociale attraverso progetti di reinserimento di persone provenienti da percorsi educativi e terapeutici. Infine, Buoni Dentro svolge un’iniziativa di riqualificazione sociale che, attraverso il pane e il lavoro dell’arte bianca, dà luce e prospettiva a giovani e adulti durante il loro percorso penale presso le strutture IPM Beccaria e la Casa Circondariale San Vittore.

Il Natale è di stagione!

Si avvicina il Natale e, di conseguenza, il momento della ricerca dei regali. Ma niente panico! Arriviamo con tante gustose novità da regalare ai propri cari, per trascorrere le feste e fare il pieno di gusto e allegria!

Nella vetrina dei prodotti di Natale sono arrivate tante sfiziose proposte di cesti natalizi, che possono diventare regali originali, utili e gustosi, oltre ad essere come sempre rispettosi dell’ambiente: tutti i prodotti, infatti, provengono da produttori e artigiani attentamente selezionati, valorizzano le piccole imprese del territorio italiano, promuovendo un modello di spesa sostenibile che segue il ritmo naturale delle stagioni. Insomma tutte le premesse per un perfetto #Nataledistagione!

Quest’anno ci siamo superati! Abbiamo ideato 25 differenti proposte, per tutti i gusti e tutte le “tasche”: si parte dai cesti più essenziali come “Un grande classico” per arrivare a quelli tematici come “Natale a Milano”, contenente alcune specialità DOP e DOC lombarde e “Degustazione di Parmigiano Reggiano” che è appunto un omaggio al re dei formaggi, protagonista delle tavole degli italiani, nelle sue sfiziose varianti Bianca Modenese BIO, Vacche Rosse 24 mesi, solo Bruna 24 mesi.

Per i palati più raffinati sono disponibili i cesti “Vivere slow”, con una selezione di prodotti Presidio Slow Food, come il salame pezzente della società cooperativa Parco Verde e “La dispensa del gourmand” con alcune eccellenze della tradizione gastronomica regionale italiana, come il cioccolato di Modica BIO al fior di sale marino artigianale, il miele di millefiori di alta montagna e il chitarrone d’Abruzzo da condire con il sugo pronto di pomodorini gialli alla puttanesca.

Protagonista di tutti i cesti natalizi una grande novità di quest’anno: il panettone di Milano firmato Cortilia! Di forma bassa, soffice e delicato, è ottenuto da un impasto lievitato a base di acqua, farina di frumento con germe di grano macinato a pietra, burro, uova fresche, al quale si aggiungono frutta candita, scorzette di arancio calabresi e cedro in parti uguali e uvetta. Comunemente denominato “panetton candìo”, è prodotto a Milano secondo la tradizionale ricetta.

Tutto il meglio della tradizione gastronomica italiana racchiuso in una speciale box dal mood natalizio, personalizzabile con il nome del destinatario e un piccolo messaggio: abbiamo pensato a chi vuole regalare sapori autentici e in tutta comodità, perché in un semplice click si possono ordinare online e farli recapitare direttamente a casa dei destinatari, senza doversi fare carico del trasporto. In più ogni destinatario riceverà anche un buono sconto per la sua prossima spesa su Cortilia.

Ultimo ma non ultimo. Ma all’ultimo! Abbiamo pensato anche a chi si dedica all’acquisto dei regali all’ultimo minuto: tutti i cesti possono essere consegnati anche il giorno della vigilia di Natale e si possono comprare online dei buoni regalo, elettronici e di valore modulabile, perfetti anche per un’idea last minute!

MARIO GASBARRINO ENTRA NEL CDA CORTILIA

Un nuovo passo verso la crescita e lo sviluppo strategico, con l’ingresso nel nostro consiglio di amministrazione di Mario Gasbarrino, un manager di grande esperienza e carisma nel mondo della Grande Distribuzione italiana. Dopo il round di finanziamento da 8,5 Milioni di euro annunciato lo scorso settembre, continuiamo a crescere con una visione sempre più omnicanale.

Mario Gasbarrino, laureato in matematica, ha un’esperienza pluridecennale nella grande distribuzione; ha lavorato per Gruppo GS, Sigros, Rinascente e, dal 2006 fino a settembre 2019, in Unes come presidente e amministratore delegato. In questa ultima esperienza, il manager molisano ha affermato il suo pensare visionario, rivoluzionando il mercato della GDO italiana con la trasformazione di U2 Supermercato nel “Supermercato Controcorrente” raddoppiando il fatturato da 500 milioni di euro a 1.007 milioni. A Gasbarrino si deve anche la prima alleanza con Amazon Prime Now nella Gdo italiana. Curioso, ma soprattutto innovatore, nel 2015 Mario Gasbarrino lancia il primo temporary store di una private label, iniziando così quel processo di crescita che ha portato il Viaggiator Goloso al successo.

Oggi Gasbarrino entra in Cortilia con l’obiettivo di supportare il percorso verso la multicanalità e lo sviluppo dell’offerta, mantenendo il nostro distintivo posizionamento di e-commerce di prodotti freschi a filiera corta.

Commenta Mario Gasbarrino: “da quando ho potuto, non ho mai scelto a caso le Aziende con le quali collaborare. Sono onorato ed orgoglioso di entrare nel CDA di Cortilia perché, nonostante avessi dichiarato di non voler più interessarmi di retail, sono convinto che, con l’ingresso in Cortilia, sto mettendo un piede nel retail di domani, ovvero nel futuro”.

“È da tempo che condivido con Mario una visione dell’evoluzione della distribuzione alimentare: semplice, efficiente, sostenibile, esperienziale ed omnicanale” – continua Marco Porcaro CEO e Founder di Cortilia – Sono ora molto contento che si siano create le condizioni per collaborare insieme nello sviluppo strategico di Cortilia. L’esperienza e l’umanità di Mario saranno un grande valore per me e il mio Team per poter raggiungere gli obiettivi sempre più ambiziosi che ci siamo dati, per innovare nel mondo della distribuzione alimentare valorizzando le produzioni di qualità del nostro territorio, in uno scenario competitivo e di domanda in rapidissima evoluzione.”