5 INGREDIENTI, 5 MOSSE, UNA RICETTA: CUBOTTI DI TROTA SALMONATA CON INSALATA DI TOPINAMBUR E NOCCIOLE

Una ricetta semplice e veloce ideata dalla nostra amica Robysushi e realizzata con i prodotti di Cortilia!

Da provare assolutamente per stupire gli ospiti!

Tempo di preparazione: 30 minuti
tempo di cottura: 20 minuti
occorrente: carta forno, una teglia, pela patate, mandolina, una padella antiaderente
difficoltà: facile
stagione: primavera
tipologia: secondo piatto di pesce

INGREDIENTI PER 2 PERSONE:

  1. 200 g di filetto affumicato di trota della Fattoria del pesce
  2. 16 g di nocciole del piemonte Igp
  3. 80 g di topinambur
  4. Pane con lievito madre ai 5 cereali
  5. Finocchietto fresco

…..e poi, olio extra vergine d’oliva, sale e pepe nero.

PREPARAZIONE:

  1. Tagliate a fette sottilissime (5 mm. circa) 6 fette di pane. Conditele con un pizzico di sale e un filo di olio evo e infornatele a 180° per dieci minuti. Toglietele appena saranno diventate dorate.
  2. Pulite con il pelapatate i topinambur, sciacquateli e con l’aiuto di una mandolina tagliateli a rondelle sottilissime. Conditeli con olio evo, sale e pepe, e il finocchietto tritato al coltello.
  3. Tritate le nocciole al coltello fino ad ottenere una granella irregolare.
  4. Dividete il filetto di trota in 10 quadrati, lasciandogli la pelle. Fate scaldare una padella antiaderente e appena sarà leggermente calda mettete in cottura la trota poggiandola sulla pelle. Fatela cuocere due minuti, poi giratela dalla parte della polpa e fatela cuocere un altro minuti. Togliete dal fuoco e adagiate la granella di nocciole su ogni cubotto di trota.
  5. Componete il piatto mettendo 5 cubi di trota a forma di cerchio, unite l’insalata di topinambur, un pizzico di granella di nocciole, il pane tagliato a quadrati e guarnite con il finocchietto fresco , pepe nero e un filo di olio evo.

Primavera: cosa mangiare per rispettare i ritmi della stagionalità

Le giornate si allungano e le nostre tavole si colorano: questo è il più chiaro segnale che finalmente è arrivata la tanto attesa primavera.
Volgendo l’occhio ai prodotti agricoli, vediamo le nostre campagne ricche di novità, anche se tanto deve ancora arrivare (chi di voi non è impaziente di gustare le ciliegie? Noi lo siamo!)

Come molti di voi sanno, per aiutarci a rispettate i ritmi della stagione anche a tavola, abbiamo pensato a uno strumento utile e simpatico che tutti possono tenere in cucina: la fisarmonica della stagioni, un volantino che aiuta a orientarsi e consumare  i prodotti che le nostre campagne ci offrono!

Ma cosa dice la fisarmonica?

fisarmonica2R

Ecco finalmente le fragole, gli asparagi,  le zucchine,  i piselli, le fave, i bruscandoli, il cicorino da taglio e tanto altro. Per semplificare abbiamo raccolto qui tutte le new entry primaverili!

Archiviato il periodo di cavoli e verdura  da consumare stracotte e calde fumanti, ora è la volta di tarassaco, erbette, dei famosi e rari agretti – conosciuti anche come barba dei frati, del cicorino e della borragine. La primavera è anche la stagione dei germogli e delle prime insalatine, quelle tenere, fresche e gustose.

Ma per i nostalgici dei frutti invernali, non dimentichiamo che siamo all’inizio della stagione, quindi per un po’ ci guideranno nel cambio di stagione le ultime arance i carciofi e le mele.

Per gli amanti dei fornelli ecco una selezione delle ultimissime ricette di stagione:

Crostoni con piselli e prosciutto

piselli rid (4 di 4)

Spaghetti con crema di avocado

riridotte (18 di 18)

Tiramisù di yogurt alle fragole 

tiramisu rid (3 di 4)

Due trattamenti di bellezza da preparare a casa… Provali anche tu!

Cosa c’è di meglio di un trattamento per il viso preparato con prodotti 100% naturali e di prima qualità? Abbiamo coinvolto la blogger Closette e  invitata a scegliere su Cortilia i prodotti necessari alla realizzazione di due maschere di bellezza in modalità Do It Yourself.

Federica Micoli, alias Closette, ha selezionato gli ingredienti per realizzare una maschera viso illuminante, per annullare gli effetti del lungo inverno sulla pelle e una maschera esfoliante, perfetta per preparare la pelle del viso all’esposizione al sole. Ecco di seguito le ricette e a [questo link] un video che mostra come ognuno possa preparare in casa la propria cura di bellezza, in poche e semplici mosse!

MASCHERA PELLE LUMINOSA
Ingredienti:
3 cucchiaini di miele
il succo di mezzo limone

Mescolare bene per qualche minuto, spalmare il composto sul viso in maniera compatta, tenere in posa per circa 10 minuti.
Poi sciacquare con acqua calda e sapone naturale

MASCHERA ESFOLIANTE
Ingredienti:
yogurt bianco
1 tuorlo d’uovo
succo di limone
zucchero di canna

Mescolare tutti gli ingredienti insieme (per le dosi regolarsi a occhio) aggiungendo per ultimo lo zucchero. Applicare la maschera sul viso facendo due strati e lasciare agire per 5 – 10 minuti. Trascorso il tempo, lavare il viso con acqua prima tiepida, poi fredda. Concludere spalmando energicamente una crema viso nutriente.

Per scoprire la linea beauty di Cortilia clicca qui

Una Pasqua all’insegna della tradizione

Uova di cioccolato, colomba ma anche tanta verdura sulle tavole degli italiani.

Con l’avvicinarsi della Pasqua abbiamo condotto un sondaggio per indagare come i rispondenti trascorreranno questa festività e che tipo ti pranzo hanno intenzione di organizzare.

Hanno risposto al questionario 1.285 persone, che hanno restituito una fotografia piuttosto tradizionalista delle proprie abitudini. Infatti, quasi il 57% degli intervistati trascorrerà la Pasqua a casa, rispetto a un 22% che farà un viaggio per “staccare la spina”. In ribasso anche il trend della gita di Pasquetta, opzione scelta soltanto dal 21% dei clienti di Cortilia.

La maggioranza del panel (54%) ha poi dichiarato che organizzerà il tradizionale pranzo pasquale, contro uno scarso 8% che andrà al ristorante e un 38% disposto a osare portando qualcosa di innovativo sulla propria tavola. Secondo quanto dichiarato dagli intervistati sembrerebbe che l’evoluzione delle abitudini di acquisto, con la diffusione capillare dello shopping online, che sta prendendo corpo anche nel campo agroalimentare, non abbia però scalfito il legame nei confronti di piatti e menu tradizionali.

A farla da padrona sono infatti le uova di cioccolato, per grandi e per bambini, che ottengono quasi il 70% di preferenza come cibo più rappresentativo della Pasqua, seguite da colomba, agnello e torta pasqualina.

Alla domanda “quale cibo non deve mancare sulla tua tavola pasquale” stupisce che la pasta fresca o  le lasagne ottengano solo uno stringato 28%. Il piatto simbolo del Made in Italy ha ceduto il posto ad antipasti e contorni di verdure, che si sono guadagnate oltre il 38% delle preferenze e dall’agnello con patate che,  ancora oggi viene scelto da un buon terzo del panel. In ultima posizione troviamo il pesce con poco meno del 7% delle preferenze.

Pur affidandosi alle nuove tecnologie per gli acquisti e le attività quotidiane, il campione intervistato si rivela legato alle tradizioni, senza mai rinunciare ad un’alimentazione di qualità. Qualunque sia la modalità con la quale giunge a domicilio, il cibo per oltre il 47% degli intervistati deve essere di qualità, per i pranzi di tutti i giorni e in particolare per quello di Pasqua. Un requisito irrinunciabile per il quale il 44% degli utenti ha dichiarato di non porre limiti al proprio budget.

Scopri subito le delizie che abbiamo selezionato per la Pasqua: clicca qui

 

5 ingredienti, 5 mosse, una ricetta: tagliolini all’ortica con crema di spinaci, ceci e Castelmagno

La nostra amica RobiSushi si è dilettata con una nuova #ricettain5mosse, super facile e buona ovviamente, utilizzando i prodotti di Cortilia.
Et voilà la ricetta: tagliolini all’ortica con crema di spinaci, ceci, pancetta e Castelmagno. 

tempo di preparazione: 20 minuti
tempo di cottura: 20 minuti
occorrente: due pentole grandi, un mixer ad immersione, un tagliere, una padella antiaderente media, una padella antiaderente piccola, una grattugia.
difficoltà: facile
stagione: primavera
tipologia: primo piatto di verdure

INGREDIENTI PER 2 PERSONE:

  1.  Tagliolini all’ortica
  2.  spinaci
  3.  ceci
  4.  Castelmagno
  5.  pancetta

…..e poi, olio extra vergine d’oliva, un rametto di rosmarino, uno spicchio di aglio, sale e pepe nero.

PREPARAZIONE:

  1. Lavare accuratamente gli spinaci,  lessarli in una pentola con due dita di acqua bollente. Appena saranno morbidi scolarli e lasciarle raffreddare.
  2. Strizzare accuratamente gli spinaci, metterli nel bicchiere di un mixer ad immersione con olio evo e sale. Frullare fino ad ottenere una crema liscia e morbida. (Facoltativo: passare in un colino a maglia fine)
  3. Scolare e sciacquare i ceci. In una padella antiaderente scaldare un filo di olio evo con lo spicchio di agli in camicia e il rametto di rosmarino. Unire i ceci e far insaporire con sale e pepe nero per 5 minuti con mezzo bicchiere di acqua bollente. Togliere dalla padella e mettere da parte eliminando aglio e rosmarino.
  4. Nella stessa padella far sudare la pancetta a fiamma molto bassa.
  5. Cuocere i tagliolini in abbondante acqua bollente salata. Scolarli, unirli alla pancetta e aggiungere i ceci e la crema di spinaci. Far insaporire e servire con una generosa grattata di Castelmagno.

Su Cortilia è arrivato il pesce di mare!

Una piccola grande rivoluzione è compiuta! Da qualche giorno è arrivato su Cortilia il pesce fresco di mare, una novità straordinaria che animerà la spesa di tutti i giorni. Abbiamo selezionato non un pesce qualunque, ma qualcosa di unico che parla il linguaggio del Nostro Mare e della più fine cultura ittica. Siamo andati a sceglierlo in quello che, senza retorica, è considerato uno dei più importanti mercati del pesce nazionale, il mercato ittico di Milano, dove da un po’ di anni, il simpatico Alex Vagnoli è portavoce di una produzione eccezionale.

Il suo progetto – Amo, il mare a Milano – parla del mare nel senso più vero del termine, in quanto è l’unico produttore che opera e lavora il pesce attraverso l’uso esclusivo di acqua di mare microbiologicamente pura proveniente dal mare di Puglia. Questa grande innovazione permette di poter ricavare un prodotto distintivo, trattato e depurato nel migliore dei modi.

Siamo sicuri di averti fatto venire l’acquolina in bocca! Ecco un ulteriore assaggio.

Cozze
Il mollusco per antonomasia, l’ingrediente indispensabile per realizzare i piatti delle nostra ampia cultura mediterranea. Si tratta di mitili raccolti da fidati allevamenti italiani, quindi depurati attraverso l’uso esclusivo di acqua di mare microbiologicamente pura.

Branzino fresco
L’eccezionalità non ha limiti! Eccone una prova: questo branzino – di circa 1 chilo! – è il risultato di una lavorazione ineccepibile. Si tratta di pesce allevato in Italia secondo i canoni dell’allevamento estensivo, quindi trasferito vivo in vasche contenenti acqua di mare microbiologicamente pura

 Scopri subito tutta la gamma: clicca qui

La beauty routine con Cortilia

La nostra amica Closette ha sperimentato il servizio di Cortilia partendo dalla sezione Casa e Persona. Sul suo blog ci racconta della crema viso idratante alla vaniglia, Vanilla Scai. Le sarà piaciuta? Scopriamolo subito!

“Che ve lo dico a fare – racconta Closette – il primo colpo di fulmine è stato per il nome, sapete quanto faccio caso a queste cose e mi raccomando ricordiamoci che sono bionda eh!
Ho una pelle sofferente. Si, proprio così, per quanto in molti mi dicano che sembra di porcellana, la verità è che la mia pelle è secchissima e ha perennemente sete. E non sto esagerando, la sento tirare come se volesse ricordarmi che senza acqua non ci sa stare.
Inevitabilmente la mia è una perenne ricerca di prodotti idratanti ma con la I maiuscola.
E si sa, idratazione va di pari passo con luminosità. E questo è un mix micidiale. Se c’è può farti brillare anche al buio. Se manca sei più spenta di una vecchia lampadina rotta (e lo so, la metafora fa un po’ ridere ma siamo oneste, questa è la verità).
Vanilla Scai quindi è un prodotto che mi sento di consigliarvi se come me siete sempre alla ricerca di acqua per la vostra pelle.
Il profumo di vaniglia è delicato, mai invadente o troppo presente. Il giusto e perfetto compromesso tra l’esserci ma non troppo: non so voi ma il discorso profumo nelle creme per me ha un valore non indifferente.
Mi piace che ci sia ma non deve arrivare prima di me.
La texture è morbida e basta davvero una piccola dose per idratare e illuminare il viso. Con la mia solita diffidenza verso le promesse di profonda idratazione ho abbondato con il prodotto all’inizio per poi accorgermi che ne bastava davvero poco per regalare un bagno di acqua e luce alla pelle”
Sembra proprio che Closette abbia promosso la nostra crema, che ne pensate?