Informazioni su Cortilia

www.Cortilia.it è il primo mercato agricolo online per la vendita e la distribuzione di prodotti artigianali locali. Mette in contatto produttori e consumatori senza intermediari e organizza la consegna della spesa a domicilio.

La Giornata Mondiale della Biodiversità

Oggi si celebra la Giornata Mondiale delle Biodiversità, istituita dalle Nazioni Unite, questo documento rappresenta lo strumento legale internazionale per “la conservazione della diversità biologica, l’uso sostenibile delle sue componenti e la giusta ed equa condivisione dei benefici derivanti dall’utilizzo delle risorse genetiche” ed è stato ratificato da 196 nazioni.

biodiversitàFB

Abbiamo deciso di celebrare questa giornata così importante e cara per noi con tanti prodotti… partiamo con la carrellata ma attenzione: può creare acquolina in bocca!

Pomodoro cherry mix BIO

PomodoriniR

Il cibo è per prima cosa contaminazione di culture e storia. E meno male! Non avremmo altrimenti i pomodori, cibo icona della cultura mediterranea, italiana in particolare, ma di origine sud americana. Il pomodoro è tra gli ortaggi più apprezzati e consumati, nelle sue mille varianti. Il ciliegino, dalla tipica forma a grappolo e rotondo è un pomodorino sodo e ben maturo, ottimo in insalata, ancora di più come base per un buon sugo. Questa versione multi colore è perfetta per le insalate

Asparagi brutti ma buoni

AsparagiBruttiMaBuoniR

Elogio dell’imperfezione! Questi asparagi sono belli perché non sono uguali tra loro, di lunghezza differente, di diametro e consistenza variabile, quindi magicamente diversi! L’industria ne farebbe uno scarto, noi un valore da conoscere, apprezzare, mangiare e amare. L’unica similitudine con i cugini dritti e perfetti è il gusto! Buonissimi allo stesso livello, quindi perfetti per animare i nostri piatti di primavera.

Zucchine con fiore

ZucchineconFiore (1) R

Questa piccole zucchine con tanto di fiore attaccato sono una piccola eccellenza, firmata interamente dai Fratelli Scotti, alle porte di Milano, nella propria cascina. Si gustano appena scottate, come le normali zucchine, ma sono buonissime anche crude o fritte a modi tempura.

Barbabietole rosse con foglie BIO

BarbietolaConFogliaR

Le barbabietole sono un tubero in disuso che appartiene alla tradizione popolare. Si gustano in minestra o semplicemente bollite e condite in insalata o saltate in olio e burro. Una simpatica e insolita alternativa alle patate, per giunta meno caloriche, più ricche di fibra e altamente diuretiche!

Cipolla rossa

CipolleTropeaR

Potente, diffidente, ostile, unica. La cipolla non lascia di certo indifferenti. La sua anima pungente la rende un bulbo estremamente caratterizzante, base irrinunciabile di preparazioni di ogni sorta: da soffritti, sughi, arrosti, ma anche, perché no, cruda in insalata, oppure trasformata in marmellata. Varietà, colori, forme di ogni sorta. Dalla rossa di Tropea, alla bianca, alla bionda, alle più strampalate di cui è ricco il territorio nazionale.

Scopri la nostra vetrina della biodiversità

Maggio, è tempo di asparagi! Le nostre ricette per portare in tavola l’ortaggio simbolo della primavera

Asparagi in tavola ed è subito primavera. In gustosi primi piatti, in torte salate perfette per pic nic fuori porta o anche solo scottati semplicemente al vapore, ci sono molti buoni motivi per consumare questi preziosi concentrati di salute, disponibili soltanto per due mesi all’anno. L’asparago è ricchissimo di potassio, vitamina A, C ed E, antiossidanti e risulta essere particolarmente benefico per l’apparato digerente. Come l’avocado e i cavoli, anche gli asparagi fanno parte di quegli alimenti utili per la depurazione dell’organismo, grazie all’asparagina in essi contenuta che costituisce un diuretico naturale e permette di espellere il sodio in eccesso. E si sa, le pulizie più accurate si fanno sempre a primavera!

Ecco tre meravigliose e freschissime varietà di asparagi, provenienti da aziende agricole italiane selezionate: l’asparago verde, la qualità più diffusa e conosciuta; quello bianco, dal sapore più dolce e delicato; l’asparago viola, dal sapore leggermente più amarognole e ricco di antocianine, potenti antiossidanti.

 

Passiamo dunque alle ricette per gustare gli asparagi in modo originale e creativo: perché se una rondine non fa primavera, gli asparagi sì!

 

Vellutata di asparagi e patate con foglie di rapanello

 vellutata finale (1 di 1).jpg

La vellutata di asparagi è un classico di questa stagione. Ma in questo caso è arricchita con un ingrediente magico, per dare un tocco differente ad una cena semplice!

INGREDIENTI

  • 300 g di patate
  • 200 g di asparagi
  • un cipollotto
  • 50 g circa di foglie di rapanello
  • 2 rapanelli
  • 4 cucchiai di olio extravergine d’oliva
  • brodo vegetale q.b.
  • sale q.b.
  • pepe q.b.

 

PREPARAZIONE

Pulite le verdure: tagliate gli asparagi a pezzetti, tenendo da parte le punte. Mondate le patate tagliatele a tocchi grossi, tranne una che taglierete a cubetti da 1 cm di lato. Lavate le foglie dei ravanelli, e tagliate la cipolla a fettine. Fate rosolare la cipolla nei due cucchiai di olio, aggiungete le altre verdure ad eccezione delle punte di asparagi e dei cubetti di patata, e coprite di brodo vegetale. Cuocete fino a che le verdure saranno morbide. Mettete le verdure rimaste in una pirofila, cospargetele con gli ultimi due cucciai di olio e infornate fino a che saranno croccanti. Passate al mixer la vellutata, aggiustate di sale e pepe, impiattate dividendo nelle ciotole anche le verdure arrostite in forno e qualche fettina di rapanello.

Involtini di asparagi

cornetti di asparagi (1 di 1)-3 

Il loro sapore particolare e la consistenza compatta rendono gli asparagi particolarmente adatti alla cottura al forno, avvolti in una fettina di pancetta tesa e resa croccante da un rapido passaggio sotto il grill. Provateli in questo accostamento differente dal classico connubio con le uova, e ne resterete stupiti.

 INGREDIENTI

  • un mazzetto di asparagi (circa 24)
  • 8 fette di pancetta arrotolata
  • 6 cucchiai di parmigiano reggiano
  • pepe q.b. 

PREPARAZIONE

Pulite gli asparagi e cuoceteli a vapore per circa 15 minuti, fino a che saranno morbidi ma ancora tenaci.
Prendete due/tre asparagi formate un piccolo mazzetto e avvolgetelo con le fette di pancetta.
Disponeteli su una teglia coperta di carta forno, cospargete con il formaggio e passateli in forno a 200°C con grill acceso per 5 minuti, fino a che la pancetta sarà croccante. Gustateli caldi.

Polpette di pane alla carbonara

 Polpette di pane alla carbonara piccole_-3.jpg

Una ricetta davvero originale, ottima anche per riciclare il pane raffermo: piccole polpettine, servite con lo stesso condimento di una pasta alla carbonara di asparagi. Davvero pensate si riesca a resistere? L’impasto è simile a quello dei canederli in versione primaverile, mentre la salsa è quella della pasta alla carbonara, con una salsa di uovo e parmigiano, guanciale e asparagi!

 

INGREDIENTI

  • circa 400 g di pane raffermo
  • un mazzetto di asparagi
  • 100 g di farina tipo 1
  • 80 g di parmigiano grattugiato
  • 50 ml circa di latte
  • 3 uova intere
  • una fetta di guanciale alta mezzo cm
  • 3 cucchiai di olio extravergine d’oliva

 

PREPARAZIONE

Affettate il guanciale: metà a cubetti piccini e l’altra metà a listarelle. Pulite anche gli asparagi e tagliateli a fette sottili, lasciando solo le punte. Mettete in padella il guanciale a cubetti e fatelo rosolare. Unite anche metà delle rondelle di asparagi e non le punte, cuocete per 5 minuti circa. Intanto tagliate il pane a cubetti, unite poco alla volta il latte per lasciarlo ammorbidire.
Unite anche la farina e impastate. Pepate e aggiungete il guanciale a cubetti, gli asparagi cotti e impastate: dovrete avere un impasto compatto e sodo, se occorre unite altra farina. Formate piccole polpettine con il pane, grandi come una noce. Nella stessa padella utilizzata in precedenza versate l’olio e saltate il guanciale rimasto insieme agli ultimi asparagi. Quando la pancetta sarà rosolata, unite le polpettine e fatele rosolare velocemente e poi cuocete per una decina di minuti. Sbattete le uova con il formaggio, spegnete il fuoco e unite la salsa alle polpette. Saltate molto energicamente, in modo da emulsionare la salsa evitando che l’uovo si asciughi troppo. Servite subito.

4 verdure di primavera

La primavera è esplosa nel senso vero del termine. Da un giorno all’altro, dopo le abbondanti piogge di inizio mese, eccoci a godere del primo caldo e della ricchezza di colori delle fioriture. I profumi trionfano e di giorno in giorno si amplificano regalando positività e buon umore.

IMG_3684

La primavera è la stagione della rinascita e della scoperta, ma anche quel momento intermedio che fa correre le nostre menti alla calura estiva e ai bagni al mare… Ma andiamo con calma. Non perdiamo di vista le straordinarie sfaccettature di questa stagione con lentezza, cogliendo ogni singolo particolare. Solo e soltanto in primavera, per esempio, si può approfittare di alcune limitate testimonianze che arrivano dalle campagne primaverili… Non perdiamole di vista!

Ve ne raccontiamo alcune, tra le più originali.

BRUSCANDOLI

bruscandoli
Questo piccolo ortaggio o, per meglio dire, queste piccole erbe selvatiche, sono una prova di questo forte legame con la natura e di questo periodo dell’anno. Stiamo parlando degli apici vegetativi della pianta del luppolo selvatico che si raccolgono nei boschi o in campagna e sono ideali per realizzare frittate, minestre, risotti e quanto più vi piace. Cuociono in pochissimi minuti in padella con un dito d’acqua.

BARBA DEI FRATI

BarbaFratiR
Il nome è già di per sé interessante. Questa insolita verdura, detta anche agretti, lischi o roscano, è una delle icone della primavera. Si gustano per pochissime settimane, appena scottati in acqua o anche direttamente in padella, perfetti come contorno o anche come condimento per gli spaghetti. Sono dolcissime!

BORRAGINE

Borragine2R
Depurativa, antiossidante, disintossicante, ma soprattutto buona! La borragine è uno degli ingredienti essenziali della cultura gastronomica della Liguria. Rientra nella preparazione di ricette gustose della tradizione popolare. Buonissime le foglie passate in pastella e fritte, oppure sbollentate, saltate in padella e adoperate come contorno o ripieno per il fatidici “pansotti”.

PomodoroMarinda
Il costoluto è una delle tante testimonianze di varietà di pomodoro, di cui il nostro paese è custode di un immenso patrimonio di biodiversità. Si tratta di un pomodoro compatto, turgido e croccante, pronto in primavera, anticipatore delle varietà più tradizionali dell’estate.

Fragole passione di primavera

Le fragole sono un frutto antichissimo, già noto agli antichi Romani che le consumavano durante i banchetti in onore di Adone. Innumerevoli le proprietà benefiche delle fragole e non ci sono scuse per non consumarle, fresche al naturale o in ricette golose.

Piccolo frutto dal modesto apporto calorico, ricche di polifenoli, fibre e acqua, sono una fonte incredibilmente ricca di potassio, manganese e acido folico, oltre che di vitamina C, addirittura più degli agrumi! Proprio grazie a questa loro caratteristica, ci proteggono dai radicali liberi, aiutano a potenziare il sistema immunitario, ad abbassare il colesterolo cattivo e facilitano l’assorbimento del ferro.

Per apprezzare al meglio le qualità e valorizzare profumo e sapore di questo frutto, ecco alcune ricette originali, perfette per la colazione o per una genuina e golosa merenda!

Plumcake di miele, mandorle e fragole

torta di miele mandorle e fragole p

Una torta perfetta per la prima colazione, aromatica e senza altro zucchero se non quello della frutta e del miele. Da provare anche nella sua variante con le nocciole tostate al posto delle mandorle.

INGREDIENTI

  • 300 g di fragole
  • 180 g di farina 00
  • 180 g di miele
  • 80 g di yogurt intero
  • 75 g di mandorle intere sgusciate
  • 3 uova
  • 40 ml di olio di riso
  • 1 bustina di lievito

PREPARAZIONE

Sbattere le uova con il miele e unire anche l’olio e lo yogurt. Tritare le mandorle al mixer fino a ridurle in farina.

Unire la farina, le mandorle e lievito e aggiungerle al composto della torta. Aggiungere in ultimo anche le fragole tagliate a fettine, mescolando delicatamente, e versare in uno stampo leggermente oliato e infarinato.

Cuocere in forno statico per circa 40 minuti a 180°C, fino a che la superficie sarà dorata. Fare la prova stecchino per controllare la cottura.

Dolce vegan morbido di cioccolato e fragole

Dolce al cioccolato (3)

Un dolce morbidissimo, da mangiare al cucchiaio, servito con frutta fresca, che si prepara in meno di 20 minuti. Se preferite tagliarlo e fette come una classica torta, basterà semplicemente allungare la cottura di qualche minuto. Allo stesso modo, potete procedere alla cottura anche in forno tradizionale.

INGREDIENTI

  • 350 g di farina
  • 250 g di fragole
  • 250 g di zucchero di canna integrale
  • 200 ml di succo di mela
  • 130 g di cioccolato fondente
  • 100 ml di acqua
  • 70 ml di olio di riso
  • mezza bustina (6 g) di lievito

PREPARAZIONE

Sciogliere in un pentolino il cioccolato fondente con l’olio e lasciatelo intiepidire. Mescolare a parte lo zucchero con il succo di frutta e l’acqua, unire anche il cioccolato fondente e mescolate velocemente. A questo punto aggiungere anche la farina miscelata con il lievito, setacciandola e facendo attenzione a non formare grumi.

Versare il composto in una tortiera da 24 cm di diametro rivestita con carta forno. Disporre sulla superficie qualche fragola, e tagliare le altre a dadini per servirle con il dolce. Procedere quindi alla cottura: se si sceglie il forno a microonde, cuocere per circa 10 minuti a 500 W con grill acceso. Se invece si preferisce il forno tradizionale, cuocere in modalità statica a 180°C per 30 minuti se ottenere un dolce morbido da mangiare tipo pudding al cucchiaio, o qualche minuto in più (circa 40 minuti) per una torta dall’aspetto più classico da tagliare a fette.

Crumble di fragole

Crumble di fragole_-3

Anche gli amanti delle fragole al naturale non resteranno delusi da questo crumble: una teglia di tiepida frutta succosa, con una crosticina dorata e croccante da rompere e servire con un bel gelato.

INGREDIENTI

  • 800 g di fragole
  • 200 g di farina anche integrale
  • 120 g di zucchero di canna
  • 100 g di burro
  • 80 g di zucchero
  • 2 mele (facoltativo)
  • scorza di un limone biologico o di un’arancia
  • 40 g di nocciole sbucciate
  • una bacca di vaniglia
  • un pizzico di cannella
  • un pizzico di sale

PREPARAZIONE

Pulire le fragole e tagliarle a pezzetti. A piacere si possono aggiungere anche delle mele a cubetti. Aromatizzare con lo zucchero e la scorza di limone o arancia e i semini di vaniglia. Mescolare lo zucchero di canna con la farina e il burro, la cannella e il sale e impastare fino a formare grosse briciole. Mettere quindi la frutta in una cocotte o in 4 più piccole e coprire con il crumble.

Decorare con le nocciole e infornare a 180°C per circa 30 minuti. Gustare tiepido, accompagnato da gelato o panna montata.

Risolatte alle fragole

risolatte (1 di 1)-3.jpg

Il risolatte è un dolce morbido e delicato, che riempiendo il palato spesso rievoca alla mente i ricordi d’infanzia grazie al suo sapore rotondo di latte fresco. In questa ricetta si sposa alle fragole di stagione, per un sapore davvero speciale, che sa di primavera.

INGREDIENTI

  • 400 ml di latte fresco intero di qualità
  • 300 gr di fragole
  • 100 ml di panna
  • 75 gr d riso carnaroli o originario
  • 60 gr di zucchero
  • cannella o menta a piacere

PREPARAZIONE

Mescolare panna e latte, aggiungere 40 g di zucchero, versarci il riso sciacquato bene sotto l’acqua e cuocere fino a che il riso non sarà pronto e quasi sfatto. Intanto affettare le fragole a piccoli cubetti e passarle velocemente in padella con 20 g di zucchero, fino ad avere una composta rapida. A piacere si possono aggiungere delle foglie di menta o del timo.

Versare il risolatte in vasetti di vetro, e decorare con un cucchiaio di fragole per ogni vasetto. Da gustare caldo o freddo, anche con una spolverata di cannella.

Tiramisù di yogurt alle fragole

tiramisu fragole

Un dolce davvero delizioso e senza troppi zuccheri, questo “tiramisù” senza uova né mascarpone. Aggiungete le fragole appena raccolte per un gusto più fresco o spadellatele con dello zucchero se siete particolarmente golosi!

INGREDIENTI

  • 12 fette biscottate
  • 600 g di fragole
  • 400 g di yogurt
  • 2 bicchieri di succo di mela
  • 2 cucchiai di zucchero di canna
  • la scorza di un limone

PREPARAZIONE

Preparare la crema, mescolando lo yogurt con un po’ di scorza di limone grattugiata. Tagliare le fragole a dadini molto piccoli, aggiungete lo zucchero e ripassarle in padella, fino a che lo zucchero comincerà a sciogliersi. Comporre infine il dolce: inzuppare le fette biscottate nel succo di mela, alternandole a strati con la crema di yogurt e le fragole. Lasciare in frigorifero a riposare per qualche ora prima di servire. Guarnire al momento con altre fragole tagliate a metà.

Tutto quello che c’è da sapere sull’avocado

L’avocado è un frutto (appartenente alla famiglia delle Laureaceae) di consistenza molto cremosa e poco saporito, per questo l’ideale è abbinarlo ad altri alimenti dal sapore più deciso come il lime o il peperoncino. In Colombia ad esempio, l’avocado si consuma abbinato ai più disparati alimenti, dalla carne, all’insalata, passando per il riso fino al sandwich e tanto altro: si dice che per le strade, ogni 100 persone se ne trovano 5 che vendono avocado.

avocado

È tra i frutti più ricchi di fibre e contiene anche molto potassio e vitamina C, E e K, oltre ad avere il doppio di grassi monoinsaturi (buoni) rispetto al salmone. Il piatto più famoso a base di avocado è senza dubbio la salsa messicana guacamole.

QUALCHE CURIOSITA’

  • Il Messico è il principale produttore ed esportatore di avocado del mondo
  • Un albero di avocado può produrre fino a 500 frutti l’anno
  • Le foglie di avocado sono spesso utilizzate nei piatti messicani per il loro sapore simile a quello dell’anice
  • Gli avocado maturi devono piegarsi leggermente quando vengono premuti

RICETTA
La nostra ricetta preferita a base di avocado è il classico toast, un piatto semplicissimo, nutriente e versatile, per cui ci si può sbizzarrire dando sfogo alla fantasia e creatività.

toast di avocado

Ecco la nostra versione:

INGREDIENTI

  • 4 fette di pane in cassetta tipo svedese
  • 1 avocado maturo
  • mezzo limone
  • semi di sesamo tostato
  • erba cipollina o altra erba aromatica a piacere
  • q.b sale
  • q.b pepe

PREPARAZIONE
Tagliate il pane a fette da circa mezzo cm di spessore e tostatele.
Intanto sbucciate l’avocado, togliete il nocciolo, tagliatelo a fettine (o se preferite schiacciatelo con una forchetta).

Distribuitelo sulle fette di pane tostato. Conditelo con qualche goccia di limone, sale, pepe semi di sesamo e gustate. A piacere potete aggiungere della crema di mandorle, formaggio spalmabile, erbe aromatiche, verdure cotte o crude.

Assapora tutto il gusto dell’avocado di Cortilia, abbinato al nostro pane finlandese di segale, il successo è assicurato.

 

Mamma sono pronto per la pappa!

Ai 6 mesi di vita arriva il fatidico momento dello svezzamento del bebè, il suo organismo è pronto al grande passo, ovvero a nutrirsi non soltanto di latte, ma ad iniziare un’alimentazione da “grande”.

Si pone quindi per ogni mamma il dubbio se procedere con gli omogeneizzati già pronti in commercio oppure preparare in casa le pappe per il proprio bambino.
Questa seconda strada presenta il vantaggio di poter controllare personalmente le materie prime che si utilizzano e di poter garantire una maggiore varietà negli accostamenti, alternando verdure di stagione introdotte in accordo con le linee guida fornite dal proprio pediatra, in modo da strutturare una dieta sana e bilanciata. Inoltre la pappa fatta in casa, preparata frullando gli ingredienti con un comune passaverdura o frullatore a immersione, presenta generalmente una consistenza meno liscia e vellutata rispetto agli omogeneizzati industriali, abituando da subito il bambino ad apprezzare le diverse consistenze del cibo e favorendo un approccio multisensoriale.

Cortilia, leader nella vendita e distribuzione online di prodotti alimentari freschi, introduce una novità sulla piattaforma: il kit svezzamento, disponibile sia nella variante di carne che in quella di pesce. Una novità nata dall’ascolto dei propri clienti e delle loro esigenze: sono ormai numerosissime le mamme che si affidano a Cortilia per la spesa di tutta la famiglia, attente alla provenienza delle materie prime, per servire in tavola prodotti freschi e di prima qualità.
Cortilia consiglia alle mamme di utilizzare i kit svezzamento per preparare tante porzioni di pappa, che possono essere facilmente conservate nel congelatore e scongelate poi al momento opportuno.

Il kit svezzamento pollo

Un contributo per preparare una pappa coi fiocchi a base di carne, bilanciata, pratica e sicura, ideale per lo svezzamento, ma non solo. Alla base, broccoli freschi da agricoltura biologica e carote, da aggiungere al petto di pollo di filiera, garantito dall’eccellenza e dalla serietà dell’azienda Liriodendro. Per prepararlo, si consiglia di cuocere al vapore gli ingredienti e poi frullarli insieme. In alternativa, soprattutto per i bimbi “più grandi”, si può sminuzzare il tutto con un coltello.

Questo box contiene:
Broccoli BIO 1 kg della Coop. Aretè
Carote 500 gr di Cascina Pizzo
Petto di pollo ruspante a cubetti 400 gr di Liriodendro

Kit svezzamento pesceKit svezzamento pollo

Qualche suggerimento per preparare una pappa a base di pesce, adatta allo svezzamento. Alla base troviamo il merluzzo, ingrediente indispensabile per l’apporto di proteine e minerali. I pratici filetti, garantiti dalla professionalità dell’azienda Amo, sono da cuocere al vapore o sbollentati per qualche minuto, poi frullati o omogeneizzati insieme a patate e carote. Anche in questo caso in alternativa, soprattutto per i bimbi “più grandi”, si può sminuzzare il tutto con un coltello.

Questo box contiene:
Carote BIO 1 kg della Coop. Aretè
Patate gialle BIO 1 kg della Coop. Aretè
Filetto di merluzzo nordico 400 gr di AMO

Zenzero: tutto quello che c’è da sapere

Lo zenzero non è certamente un prodotto di cui rivendicare campanilismo produttivo, tanto più appartenenza alle filiere agricole locali, eppure di questo prodotto oggi non si può fare proprio a meno. Questa intrigante radice è diventata parte della nostra cultura alimentare. Ottimo grattugiato in insalata, bollito in acqua come decotto, impiegato in associazione alla frutta per centrifugati o estratti. Per chi ama osare, anche in cucina.Zenzero cortilia

PROPRIETÀ E BENEFICI
Infinite le proprietà dello zenzero. Proviamo a citarne alcune: tonico, stimolante, digestivo, può contribuire a ridurre le infiammazioni di varia natura, ha azioni antipiretiche e disinfettanti… Inoltre è buono: la sua pungenza e piccantezza danno freschezza e stimolano il palato. Ma non solo. Può essere d’aiuto per tenere lontane nausea e vertigini, contro mal di mare e mal d’auto. Nella medicina orientale è impiegato come valido alleato nel trattamento dell’influenza e come protettivo della mucosa gastrica. Come se non bastasse, lo zenzero fresco rappresenta anche un valido aiuto per combattere l’alitosi, grazie alle già citate proprietà digestive in grado di contrastare la fermentazione batterica. Da non dimenticare le proprietà brucia-grassi e brucia-calorie.

COME PULIRE LO ZENZERO FRESCO
Ecco brevi ed essenziali suggerimenti per preparare lo zenzero e ottimizzare ogni singolo angolo di questa entusiasmante radice. Per evitare sprechi, taglia solo il pezzo di zenzero fresco che ti serve per la preparazione della tua ricetta. In questo modo potrai conservare più a lungo la parte restante e riutilizzarla per le preparazioni successive (la buccia servirà a farlo mantenere più a lungo). A questo punto affidati ad un semplice pelapatate per rimuovere la buccia esterna del pezzetto selezionato, evitando di intaccare la “polpa” interna. Infine puoi scegliere se tagliarlo a dadini, ridurlo a fettine sottili o semplicemente grattugiarlo.

Continua a leggere