Informazioni su Cortilia

www.cortilia.it è il primo mercato agricolo online per la vendita e la distribuzione di prodotti artigianali locali. Mette in contatto produttori e consumatori senza intermediari e organizza la consegna della spesa a domicilio.

Idee green per Carnevale

A Carnevale… non valgono i brutti scherzi che giochiamo all’ambiente con coriandoli di plastica, glitter, sostanze chimiche e materiali usa e getta. Segui i nostri consigli green!

Costumi

Non c’è bisogno di acquistarlo: puoi prenderlo in prestito, oppure puoi realizzarne uno in casa con materiali di riciclo. Via libera a vecchi abiti, tovaglie e coperte, ma anche scatole di cartone, vecchi giornali, sacchetti, bottoni colorati, bottiglie di plastica e chi più ne ha più ne metta. L’unico limite è la fantasia!

Scarica il pdf con le maschere da ritagliare dei nostri supereroi preferiti!

Trucchi

Soprattutto nel caso dei bambini, si dovrebbero sempre utilizzare prodotti delicati e naturali per il make-up di Carnevale. Rivolgiti a negozi specializzati o erboristerie per trovare prodotti biologici oppure divertiti a creare coloranti naturali, ad esempio partendo dal succo di barbabietola, dai mirtilli o dal burro di karitè.

Coriandoli

In alcuni Comuni, come Venezia, i coriandoli di plastica sono già stati banditi insieme alle bombolette spray, consentendo solo coriandoli e stelle filanti di carta. Se hai in casa vecchie riviste e volantini pubblicitari, non ti resta che iniziare a sforbiciare per ottenere coriandoli e stelle filanti!

Decorazioni

Coinvolgi tutta la famiglia per realizzare dei festoni con carta velina colorata e spago da appendere alle pareti; rivestite o dipingete una vecchia scatolina di cartone per contenere stelle filanti e coriandoli o per contenere dei dolcetti da regalare.

LA CRESCITA SOSTENIBILE DI CORTILIA: NUOVO ROUND DA 34 MILIONI E TRASFORMAZIONE IN SOCIETÀ BENEFIT. RENZO ROSSO ENTRA NEL CAPITALE E NEL CDA

Milano, 11/01/2021 – Cortilia, leader italiano nella spesa online di qualità a filiera corta, annuncia la conclusione di un nuovo round di investimenti del valore di 34 milioni di euro, sottoscritto dai soci esistenti e da Red Circle, e la trasformazione in Società Benefit.

Nel capitale della food-tech company, fondata nel 2011 da Marco Porcaro, fa il suo ingresso Red Circle Investments, società di investimenti di Renzo Rosso. L’imprenditore, fondatore del marchio Diesel e presidente del gruppo di moda OTB, entra anche a far parte del Consiglio di Amministrazione di Cortilia. 

Oltre a Red Circle Investments, partecipano all’investimento i sottoscrittori dell’ultimo round di Cortilia avvenuto nel 2019: Indaco Ventures, il maggior fondo di venture capital in Italia; Five Seasons Ventures, il primo fondo di venture capital paneuropeo specializzato nel food-tech;  Primomiglio, gestore specializzato in fondi  di venture capital tecnologico early stage  e P101 SGR, primo investitore istituzionale di Cortilia, dalla sua costituzione, attraverso i veicoli P101 e ITALIA 500 (fondo di venture capital istituito da Azimut Libera Impresa SGR e gestito da P101). A seguito della transazione, Red Circle Investments si affianca nella governance della società ai Fondi già soci ed al Fondatore.

Le nuove risorse finanziarie raccolte con il round appena concluso consentiranno alla scale-up di incrementare la propria crescita e sviluppare ulteriormente il proprio servizio sul territorio italiano, servendosi delle migliori tecnologie e innovazioni per operare secondo i più alti standard di qualità e sostenibilità.

Nato come il primo mercato agricolo online, Cortilia è oggi un innovativo e-commerce con un catalogo di 2.500 referenze, che promuove un modello di acquisto consapevole. Il servizio, già attivo in Lombardia, Emilia-Romagna e Piemonte, consente ai consumatori di ricevere a domicilio in modo veloce, puntuale e sicuro, i migliori prodotti provenienti da agricoltori, allevatori e produttori artigianali accuratamente selezionati.  Nel 2020 Cortilia ha fatturato 33 milioni di euro, con una crescita del +175% rispetto al 2019. Attualmente l’azienda collabora con oltre 250 piccoli e medi produttori e dà impiego a 50 dipendenti diretti e oltre 200 collaboratori nell’indotto. Nel 2021 ha in programma l’inaugurazione di una nuova sede “green” di 50.000 mq alle porte di Milano.

“Siamo entusiasti di questo accordo con Red Circle Investments che darà nuovo impulso alla crescita di Cortilia. L’ingresso nel nostro capitale di un imprenditore come Renzo Rosso, con il suo spirito d’innovazione e la sua esperienza in tanti campi, potrà apportare un grande valore aggiunto in termini di nuove prospettive e opportunità”, ha dichiarato Marco Porcaro, CEO di Cortilia. “Con Renzo Rosso e Red Circle Investments condividiamo la sensibilità verso valori che consideriamo fondamentali come qualità, innovazione, sostenibilità. Sono certo che, partendo da queste basi comuni, potremo costruire un futuro di successo per Cortilia.”

Così Renzo Rosso, presidente di Red Circle Investments: “L’anno appena passato ha ricordato l’importanza della salute e del benessere, e come la tecnologia possa cambiare la nostra vita, nel caso di Cortilia, ad esempio, connettendo la filiera contadino-consumatore in maniera digitale. Questa partecipazione è la naturale evoluzione del nostro interesse e impegno in questo settore: Cortilia sposa il concetto di cibo di qualità sostenibile con l’innovazione digitale, due pilastri della mia visione del futuro. L’attenzione alla natura e alla terra, che nasce con le mie origini e si è affinata negli anni grazie anche al lavoro nella nostra Diesel Farm che produce vini ed oli interamente biologici, e la mia passione per tutto ciò che è innovazione e tecnologia, trovano la loro sintesi in Cortilia, a cui conto di portare il mio know-how in diversi settori e attività, e una visione sempre nuova e inaspettata di vedere le cose”.

“Crediamo nelle grandi potenzialità della piattaforma Cortilia ed in tale prospettiva abbiamo più che raddoppiato in questo round il nostro investimento iniziale” dichiara Davide Turco, AD di Indaco SGR; prosegue Andrea Di Camillo, founder e managing director di P101 SGR, “Abbiamo creduto e supportato il progetto di Cortilia dalla sua nascita e siamo orgogliosi di accompagnare la società in questo passaggio dimensionale”. “Cortilia rappresenta per noi un investimento in un progetto di eccellenza in termini di brand, tecnologia e customer experience, in un settore ad alto potenziale”, aggiunge Franco Gonella, membro del CdA di Primomiglio, cui fa eco Ivan Farneti, managing partner di Five Seasons Ventures: “È la migliore azienda di fresh grocery online in Europa. Cortilia potrebbe essere la prossima Ocado”.

CORTILIA DIVENTA SOCIETÀ BENEFIT

Cortilia annuncia inoltre di aver modificato il proprio statuto per diventare ufficialmente Società Benefit (SB), forma giuridica d’impresa che consente a una for-profit di bilanciare un beneficio pubblico con gli utili degli azionisti: un passo fondamentale e coerente con il percorso dell’azienda, che fin dalla sua nascita ha puntato su un approccio etico e sostenibile. Con la trasformazione in Società Benefit, Cortilia conferma legalmente il proprio impegno a operare in modo responsabile e trasparente nei confronti di persone, comunità, territori, ambiente, beni, attività culturali, sociali, enti, associazioni e altri portatori di interesse.

Marco Porcaro ha commentato: “La trasformazione in Società Benefit conferma la nostra volontà di dare priorità alla sostenibilità socioeconomica e ambientale nel nostro operato con una grande attenzione alla valorizzazione del tessuto agricolo del nostro meraviglioso territorio. Il nuovo statuto prevede diverse finalità di beneficio comune che perseguiremo: dalla riduzione dell’impatto ambientale diretto e indiretto, alla promozione del modello a filiera corta per lo sviluppo dei produttori locali; dalla trasparenza e corretta informazione fino alla sensibilizzazione dei consumatori verso uno stile di vita sostenibile; dal coinvolgimento e l’ascolto degli stakeholder nei processi decisionali, fino alla creazione di una comunità aziendale che possa diffondere una cultura improntata all’inclusione, all’etica e alla sostenibilità”.

Cortilia S.p.A.

Cortilia è un innovativo e-commerce che mette in contatto i consumatori con agricoltori, allevatori e produttori artigianali, per fare la spesa come in campagna. In un semplice click, Cortilia consegna direttamente a domicilio, nella fascia oraria preferita, una spesa piena di gusto e artigianalità. Su Cortilia si può fare tutta la spesa a partire da frutta e verdura fresca di stagione, arricchendola di altri prodotti come pesce, carne e salumi, formaggi e latticini, uova, pane, una grande varietà di altre specialità, vino e birra artigianale, prodotti di bellezza e per la pulizia della casa. Cortilia è nata nel 2011 dall’unione di buon cibo e tecnologia, le due grandi passioni di Marco Porcaro, il suo fondatore. La food-tech company ha come obiettivo vincere una grande sfida: coniugare lo slow food della terra e delle stagioni con l’era dell’on-demand economy. www.cortilia.it

Red Circle Investments

Red Circle Investments è la società di investimenti che fa capo all’imprenditore italiano Renzo Rosso. L’attuale portafoglio partecipazioni della società spazia dal mondo digitale (dalla social app Depop, alla società di investimenti ICONIQ Capital che investe nel settore tecnologico con alcuni dei nomi più importanti della Silicon Valley), al mondo dell’occhialeria (con partecipazioni in Marcolin e in Retrosuperfuture). Red Circle Investments ha partecipazioni anche in alcuni dei fondi di investimento più quotati del momento come Aurora ed Epic, in cui sono presenti le più importanti famiglie in Italia e negli Stati Uniti. Recentemente Red Circle Investments è entrata nel capitale azionario di Masi Agricola, uno dei produttori italiani di vini pregiati più conosciuti e premiati al mondo; e al tempo stesso ha puntato la sua attenzione su ambiente e salute, grazie a una serie di investimenti realizzati nel settore medicale e della ricerca come WOW Technology, CoImmune e TechWald.

Indaco SGR

Fondata nel 2016, oggi Indaco Venture Partners SGR è la maggiore SGR indipendente specializzata nella gestione di fondi di venture capital in Italia, con una forte esperienza in aziende che innovano in elettronica e robotica, medtech, digitale e nuovi materiali. Indaco gestisce oltre 250 milioni nei suoi cinque fondi. Per maggiori informazioni: www.indacosgr.com

Five Seasons Ventures

Investiamo nell’innovazione di prodotto e di processo con l’ambizione di finanziare soluzioni alle sfide globali dell’industria alimentare.  Dalle proteine alternative al miglioramento nutrizionale, dalla nutrizione personalizzata a nuovi modelli di distribuzione alimentare, forniamo il nostro supporto, capitale e network agli imprenditori operanti nell’intera filiera alimentare. Con uffici in Francia ed Italia, l’unicità del nostro team è rappresentata dalla combinazione di più di 20 anni di successi in investimenti venture in high-tech con oltre 20 anni di solida esperienza professionale nell’industria alimentare. Siamo i pionieri dell’investimento in questo settore e siamo orgogliosi di aver posizionato per primi il “food tech” nel panorama del venture capital Europeo. https://www.fiveseasons.vc

P101 SGR

P101 SGR è uno dei principali gestori di fondi di venture capital in Italia, specializzato in investimenti in società innovative e technology driven in Europa. Nato nel 2013 e fondato da Andrea Di Camillo, annovera tra gli investitori dei propri fondi Azimut, Fondo Italiano di Investimento, European Investment Fund, Fondo Pensione BCC, Cassa Forense oltre ad alcune tra le principali famiglie imprenditoriali italiane. P101 SGR, gestisce attualmente due fondi, oltre al primo veicolo di investimento retail destinato al venture capital sviluppato in collaborazione con il Gruppo Azimut. Con masse in gestione superiori a € 200 milioni, P101 ha investito in 35 società tecnologiche, tra cui Cortilia, Milkman, MusixMatch, Velasca e Tannico. https://www.p101.it

Primomiglio

Primomiglio SGR S.p.A. è una società di gestione del risparmio specializzata in venture capital tecnologico early stage. Primomiglio attualmente gestisce il fondo Barcamper Ventures e il fondo Barcamper Ventures Lazio in partnership con la Regione Lazio in campo digitale, e il fondo Primo Space che investe nella new space economy. www.primomigliosgr.it

Green restart

Ambiente, buone abitudini, grandi aspettative: gennaio è il periodo delle liste e dei buoni propositi. Oggi però il “green” non è solo il nostro impegno verso l’ambiente. Green restart è il programma per ripartire con succhi, integratori e insalate. Una due giorni con più appuntamenti da seguire quando si sente il bisogno di sentirsi più leggeri e ripartire.

Abbiamo pensato insieme a Depuravita e Vegetal Progress ad un pratico box Green Restart BIO depurativo che ti permette di iniziare davvero l’anno con il piede giusto: ti basta aggiungere qualche prodotto fresco e avrai tutto l’occorrente per la tua green restart!

Green Restart BIO di Depuravita e Vegetal Progress

Ti proponiamo di assumere il contenuto del box in un percorso di 2 giorni con 6 appuntamenti al giorno, seguendo questo schema.

Attenzione: Il programma non sostituisce una dieta sana ed equilibrata. Il programma presentato è rivolto esclusivamente a persone maggiorenni e che si trovano in buono stato di salute; non adatto in gravidanza e allattamento.

Non hai voglia di preparare l’insalata di quinoa per il pranzo del giorno 1? Su Cortilia.it la trovi già pronta! E nella sezione Zuppe e Insalate trovi tante idee già pronte per le zuppe della sera!

Scopri tutti i prodotti pensati per iniziare il 2021 all’insegna del Green Restart in questa vetrina.

Per iniziare l’anno in modo green, dovremmo pensare di più anche al nostro impatto sull’ambiente. E qui entra in gioco il packaging e la sua sostenibilità.

Siamo attenti alla sostenibilità del packaging tutto l’anno, anche quando è stagione di ciliegie e fragole 🙂

L’imballaggio ha un ruolo chiave nel rapporto tra produttore e consumatore poiché incide in modo sostanziale sull’integrità della merce veduta e acquistata e sulla sua presentazione. E poi c’è anche la modalità con cui il prodotto confezionato è traportato per giungere nelle case, tipicamente con sacchetti di plastica o contenitori di cartone.

L’ingente quantità di packaging necessaria quotidianamente porta al tema del suo corretto smaltimento, cruciale per l’ambiente. Se è vero che adeguarsi alla normativa è obbligatorio, è anche vero che ci sono aziende meritevoli di aver precorso i tempi, spingendosi oltre.

I materiali ecosostenibili

La plastica biodegradabile, le materie plastiche vegetali, il cartone ondulato riciclato e i sacchetti in polietilene riciclato sono considerati materiali per imballaggi green. La carta ed il cartone ondulato, in particolare, sono il materiale sostenibile per eccellenza, resistente, riutilizzabile al 100%, facilmente smaltibile e biodegradabile.

I produttori ed i commercianti dovrebbero cercare di evitare incomprensioni ed errori da parte dei consumatori, semplificando e chiarificando il più possibile. Cortilia indica sempre e da sempre la provenienza dell’imballo e non solo come smaltirlo, ma ha anche scelto di proporre prodotti con packaging particolarmente green, come succhi di frutta con bottigliette da smaltire in compostabile ed il tappo da gettare nella raccolta della plastica. Inoltre, nella quasi totalità dei casi, usa sacchetti in carta avana riciclabili.

Etichettatura per la gestione post-consumo

Più di venti anni fa, la filiera degli imballaggi è stata tra le prime ad essere normata a livello europeo, con un approccio che possiamo definire oggi di economia circolare. La norma di riferimento nazionale, che deriva dalle Direttive europee per gli imballaggi del 1994, è il Decreto Legislativo 152/2006, il cosiddetto Testo Unico Ambientale. Nonostante alcuni cambiamenti negli anni, sono rimasti invariati i due principi cardine del modello di gestione, quindi le indicazioni obbligatorie nella gestione post-consumo degli imballaggi, e le indicazioni volontarie, che possono indicare da dove provengono gli imballaggi e se provengono da materiale riciclato, nonché includere il marchio europeo di certificazione ambientale.

Tutti gli imballaggi, quindi, devono essere opportunamente etichettati per facilitarne la raccolta, il riutilizzo, il recupero ed il riciclaggio e dovrebbero indicare, ai fini della identificazione e classificazione dell’imballaggio, la natura dei materiali di imballaggio utilizzati.

5 varietà di cavolo e come cucinarle

Ricchissime di vitamine e di sali minerali, le infinite varietà di cavolo sembrano fatte apposta da Madre Natura per essere gustate in zuppe e minestre calde invernali. Li vedono protagonisti innumerevoli ricette regionali italiane e piatti della cucina quotidiana, dai capù bergamaschi alla pasta con i cavolfiori, dalla ribollita toscana fino alle orecchiette con le cime di rapa. Se non ne hai mai abbastanza, ti consigliamo 5 ricette con i cavoli originali e sfiziose.

Cavolo cappuccio rosso

La sua dolcezza lo rende perfetto da gustare crudo tagliato a julienne in insalata, condito con olio e succo di limone, oppure nella ricetta della coleslaw, perfetta in accompagnamento ad un hamburger.

Insalata di cavolo cappuccio rosso, speck e mele

Broccoli

Un classico in cucina, ricco di vitamine A e C e di ferro. Ottimo gratinato in forno, è ideale con la pasta a cimette intere o ridotto in purea; è molto digeribile, quindi adatto anche per realizzare creme di verdura per bambini.

Crema di broccoli e ricotta con stelline

Verza

Protagonista di tante ricette tradizionali come la cassoeula e i pizzoccheri, ha un buon contenuto di potassio e di vitamina K. Provala cruda tagliata a julienne condito con olio e limone per  valorizzarne al meglio le caratteristiche nutritive, oppure in una delle tante varianti di zuppa!

Zuppa di cavolo verza al forno

Cavolo nero

Ecco un ingrediente molto utilizzato in zuppe calde come la ribollita toscana. Se non ami le zuppe, cospargi le foglie di parmigiano grattugiato e sale e passale in forno per 10 minuti per ottenere delle croccanti e sfiziose kale chips!

Vellutata di zucca con uovo poché e chips di kale

Cime di rapa

La morbidezza delle cime, che non son altro che le infiorescenze, le rende perfette da gustare con la pasta fresca (un must con le orecchiette) o per farcire bruschette crostini, ma anche con pizze fatte in casa, torte salate e focacce, magari abbinate con acciughe e stracciatella.

Torta salata con salsiccia e cime di rapa

5 idee per decorazioni natalizie green

Il Natale 2020 porta con sé speranza insieme ad una grande voglia di libertà e di normalità. E cosa c’è di più rassicurante che addobbare la casa a festa? Semplice: farlo in modo sostenibile!

Centrotavola realizzato con arance e chiodi di garofano

Capanna di cartone

Intaglia un’apertura nel cartone Cortilia e dipingilo con le tempere per realizzare la capanna del Presepe. Ritaglia anche una stella cometa dal cartone e il gioco è fatto!

Palline argentate

Appallottola della carta stagnola, inserisci un filo di cotone e appendi le palline argentate riflettenti ottenute al tuo albero di Natale.

Incarti riciclati

Utilizza vecchi giornali e riviste o quotidiani per incartare i regali. Si tratta di un modo davvero eco-friendly di riutilizzare la carta, che così può continuare a essere utile.

Fondi di bottiglia

Taglia i fondi delle bottiglie di plastica; pratica un foro e inserisci un cordino per appenderli all’albero o per decorare la casa.

Tubo porta pensierini

Utilizza l’anima di cartone dei rotoli di carta igienica o carta casa e chiudi le estremità per ottenere dei pacchetti cilindrici in cui inserire cioccolatini e piccole sorprese.