Daikon: come lo cucino?

Il daikon è una radice di origine asiatica, alla vista si presenta come una grossa carota bianca, il suo sapore è delicato, la sua consistenza croccante e le sue proprietà benefiche e nutritive innumerevoli. Il daikon infatti, è molto ricco di sali minerali, vitamina B, C e fibre ed è un ottimo alleato nel processo di dimagrimento grazie alle sue proprietà diuretiche e drenanti.

Daikon

Nella tradizione culinaria giapponese il daikon ricopre un ruolo di spicco, come ingrediente principale, come contorno oppure come semplice guarnizione dei piatti.  Anche in Italia si sta ritagliando il suo spazio nella dieta di molti. Infatti è un prodotto molto versatile che può essere consumato crudo (grattugiato come fosse una carota) oppure stufato in padella, al vapore o in forno insieme ad altre verdure.

Oltre a queste versioni più basiche, nel periodo invernale, il daikon è ottimo anche gustato nelle zuppe. Ecco la nostra preferita… unica raccomandazione per la riuscita della ricetta? Scegliere un daikon 100% italiano 🙂

Crema di daikon e patate 

Ricetta daikon

INGREDIENTI

  • 2 grosse patate
  • mezza radice di daikon
  • 1 piccola mela gala
  • 4 fette di pane ai cereali
  • 1 piccolo cespo di radicchio rosso
  • 4 cucchiai di olio evo
  • 1 piccolo scalogno
  • q.b sale
  • q.b pepe
  • q.b granella di nocciole tostate
  • q.b brodo vegetale (carota sedano cipolla)

PREPARAZIONE

Preparate il brodo vegetale express mettendo sul fuoco carota, cipolla e sedano coperti di acqua salata. Lasciate che inizi a bollire.Intanto pulite le patate e il daikon, tagliateli a pezzi grossolani. Fate lo stesso con la mela, e sbucciate lo scalogno.

In una casseruola a bordi alti versate metà dell’olio, unite lo scalogno e lasciatelo rosolare appena. Aggiungete anche le verdure tagliate a grossi tocchi e la mela, lasciate che prendano temperatura e coprite con il brodo bollente. Fate cuocere per circa 25 minuti, fino a che le verdure saranno morbide. Aggiustate di sale e pepe e passate con un mixer a immersione.

Nel frattempo pulite il radicchio e tagliatelo sottile. Scaldate una padella antiaderente, e fateci tostare le fette di pane tagliate a cubetti. Togliete il pane, unite l’olio rimasto e versateci il radicchio: fatelo saltare velocemente, giusto il tempo che si scaldi e ammorbidisca. Versate la zuppa nelle ciotole e servite con il pane, il radicchio e la granella di nocciole.

Assapora tutto il gusto del Daikon italiano di Cortilia

 

 

 

Riciclo creativo dei box di Cortilia: la barchetta

Dopo la lavatrice e il coniglietto, oggi navighiamo in mare aperto con la barchetta di Cortilia.

Ecco nel dettaglio gli step per realizzarla:

1- Raggruppa un paio di forbici/un taglierino, pennarelli, colla, spago e scotch.

2- Taglia le ali del cartone, lasciandone solo una su un lato corto.
3- Ritaglia un rettangolo piccolo dall’ala del cartone rimasto (tanto da farci passare un bastone).
4- Prendi un bastone (va bene anche quello della scopa) e posizionalo all’interno del cartone, infilandolo nella fessura tagliata. Saldalo al cartone con dello scotch.
5- Fai attenzione che il bastone sia ben fissato per evitare che la struttura ceda durante i giochi. Per aiutarti, taglia un pezzettino di cartone e fissalo dietro al manico di scopa.
6- Prendi una delle due ali più grosse, precedentemente rimosse dal cartone e ricavane dei triangoli.
7- Attacca con lo scotch il triangolo più grosso sul fronte del cartone, in modo da simulare la prua della nave.
8- Fai un’incisione stretta sulla punta della prua e fai passare uno spago, che andrai a tendere sopra il bastone e per tutta la circonferenza del cartone. In questo modo avrai messo le basi per la vela.
9- Aiutandoti con della carta (anche colorata) ritaglia dei triangoli e applicali sopra allo spago.
10- Bimbi pirati, la vostra barchetta è pronta per solcare i mari. Buon divertimento!

Riciclo creativo dei box di Cortilia: il coniglio

Eccoci al nostro appuntamento con il riciclo creativo dei box di Cortilia, padrone della scena oggi sarà il coniglietto.  Munitevi di qualche pallina e i vostri bimbi saranno felicissimi di giocarvi!

Ecco nel dettaglio gli step per realizzarlo:

Step 1 – Metti il cartone in posizione verticale con il fondo rivolto verso di te. Inizia disegnando i contorni del coniglio.

Coniglio_step1R

Step 2 – Con l’aiuto di un taglierino, taglia la bocca a forma di semicerchio.
Coniglio_step2R
Step 3 – Attacca con lo scotch all’esterno, la parte ritagliata della scatola, per simulare una bocca aperta con la lingua in fuori.
Coniglio_step3R

Continua a leggere

Emna Neifar è il nuovo Chief Commercial Officer di Cortilia

Emna Neifar entra in Cortilia con il ruolo di Chief Commercial Officer, con l’obiettivo di definire e sviluppare i piani commerciali della piattaforma online – nata nel 2012 e il cui servizio di vendita di prodotti agroalimentari freschi, è presente attualmente in Lombardia, Emilia Romagna e Piemonte – di supportarne lo sviluppo territoriale e di raggiungere nuove quote di mercato.  

Emna Neifar, 34 anni, di nazionalità franco-tunisina, dal 2013 al 2017 è stata Country Manager per l’Italia di Bio c’ Bon, insegna francese di distribuzione di prodotti biologici, dove ha orchestrato l’ingresso di Bio c’ Bon nel mercato italiano e curato il lancio di nuovi punti vendita nel nostro paese. Emna ha una laurea alla HEC School of Management di Parigi e ha iniziato il suo percorso professionale nella divisione di consulenza strategica di Monitor Deloitte, con focus sul mondo agroalimentare e retail.

Operativa da febbraio, risponde direttamente al CEO e fondatore Marco Porcaro con un ruolo chiave nello sviluppo dei progetti aziendali di Cortilia, inserendosi in un team che oggi conta 25 persone (circa 100 contando anche le indirette).

Marco Porcaro, CEO e fondatore di Cortilia, dichiara: “Siamo molto contenti di dare il benvenuto a Emna in Cortilia e sono convinto che il suo background multiculturale, con esperienze tra Italia, Francia, Tunisia, Inghilterra e Polonia, unito a competenze trasversali molto forti in ambito food, bio, innovazione e business development, saranno molto utili a sostenere lo sviluppo di Cortilia e la crescita di un team di giovani talenti già presenti in azienda.”

I giorni della merla

Eccoci nel pieno dei Giorni della Merla, il periodo a cavallo tra gennaio e febbraio – secondo la voce popolare – più freddo dell’anno. Va detto che quest’anno questi giorni si rivelano piuttosto miti, a parte le consuete gelate notturne.

Perché si chiamano Giorni della Merla? Tra le tante versioni, ci convince e ci piace quella secondo cui una merla e i suoi piccoli, per ripararsi dal gran freddo – in origine bianchi – si rifugiarono dentro un comignolo, dal quale emersero dopo alcuni giorni, tutti neri a causa della fuliggine. Da quel giorno tutti i merli furono neri.

Leggende a parte, il freddo e il gelo sono destinati ad arrivare e a perdurare, come è giusto che sia. La primavera è ancora lontana e le campagne locali iniziano a risentire degli effetti della stagione fredda, dopo la prima parte dell’inverno piuttosto mite e poco rigido.

Se fino ad oggi, infatti, abbiamo potuto godere di molti prodotti di produzioni locale, quali cavolfiori, broccoli, finocchi, coste, catalogna, cicoria e tanto altro, d’ora in poi dovremo saper attendere e accettare qualche “rimedio esotico”, grazie alla collaborazione attiva e diretta tra le aziende locali e alcuni amici agricoltori del Centro-Sud. Si sa che scendendo per la Penisola il clima cambia e l’insolazione aumenta, motivo per cui la disponibilità di prodotto persiste e permette di rifocillare le nostre dispense di verdura nei periodi in cui le nostre terre locali ne sono sprovviste.

Scopri la nostra selezione di frutta e verdura invernale

Riciclo creativo dei box di Cortilia: la lavatrice

I box di Cortilia da sempre attraggono i bambini e non solo. Come Instagram testimonia, anche tra i felini riscuotono enorme successo!

Ecco perché abbiamo pensato di utilizzare i nostri scatoloni per creare dei giocattoli divertenti per i più piccoli. Oggi ci siamo cimentati nella creazione di una lavatrice. Prova a farla anche tu a casa con il tuo bambino, è semplicissimo e il risultato è garantito. Vi divertirete tantissimo!

Step 1: Prendi un cartone di Cortilia, appoggialo su uno dei due lati corti con il fondale rivolto verso di te. Disegna con un pennarello nero dei finti comandi (pulsante accensione, spia luminosa, rotella dei gradi)

Riciclo creativo CortiliaStep 2: Disegna sotto i comandi un oblò circolare. Aiutati prendendo un oggetto di forma sferica, come un piatto.

Step2Lavatrice
Step 3: Ritaglia l’interno dell’oblò con una forbice o con un taglierino.
Step3LavatriceR

Continua a leggere

Il 23 gennaio festeggia con Cortilia la “Giornata delle Torte”! 

“Delle buone torte sono una parte considerevole della nostra felicità domestica” scriveva Jane Austen. Ed è proprio così. Che siano soffici plumcake o friabili crostate, al cioccolato o alla frutta, per la colazione o la merenda, le torte mettono d’accordo tutti, specialmente se fatte in casa e con amore.

Per celebrare la “Giornata delle Torte” che ricorre il 23 gennaio, Cortilia, il mercato online per fare la spesa di prodotti agroalimentari, per la bellezza e la pulizia della casa, suggerisce quattro golose ricette, da realizzare con diversi ingredienti come frutta di stagione, yogurt, latte, burro, uova e farine non raffinate, per portare in tavola non solo la dolcezza, ma anche la genuinità dei prodotti delle aziende agricole del territorio selezionate da Cortilia.

Un’ampia scelta di frutta e verdura, latte e derivati, uova e farine è disponibile sulla piattaforma: con pochi e semplici click sarà possibile ricevere a casa la propria cassetta Cortilia, nel giorno prestabilito e nella fascia oraria prescelta.

Torta bicolore
Una torta scenografica ma semplicissima, una golosa coccola in queste fredde giornate invernali.

torta bicolore cortilia

Ingredienti
310 g di farina
260 g di zucchero
4 uova
2 tuorli
45 g di cacao
100 ml di olio di semi di girasole BIO
300 ml di latte
110 ml di panna
8 g di lievito
1 bacca di vaniglia
sale q.b.

Preparazione
Preparate la crema mescolando 30 gr di farina con 2 tuorli e 80 gr di zucchero. Scaldate metà del latte con la stecca di vaniglia aperta e versatelo sopra alle uova. Portate tutto sul fuoco e fate addensare. Lasciate raffreddare.
Intanto preparate l’impasto della torta: montate 4 uova con lo zucchero restante e un pizzico di sale, fino a che saranno gonfie e spumose. Unite l’olio e l’altra metà del latte e, infine, 280 gr di farina setacciata con il cacao e il lievito. Mettete in una teglia infarinata e imburrata, distribuite sulla superficie del dolce una spirale di crema pasticciera. Infornate a 180°C per circa 45 minuti. Servite fredda.

 

Continua a leggere