Il 23 gennaio festeggia con Cortilia la “Giornata delle Torte”! 

“Delle buone torte sono una parte considerevole della nostra felicità domestica” scriveva Jane Austen. Ed è proprio così. Che siano soffici plumcake o friabili crostate, al cioccolato o alla frutta, per la colazione o la merenda, le torte mettono d’accordo tutti, specialmente se fatte in casa e con amore.

Per celebrare la “Giornata delle Torte” che ricorre il 23 gennaio, Cortilia, il mercato online per fare la spesa di prodotti agroalimentari, per la bellezza e la pulizia della casa, suggerisce quattro golose ricette, da realizzare con diversi ingredienti come frutta di stagione, yogurt, latte, burro, uova e farine non raffinate, per portare in tavola non solo la dolcezza, ma anche la genuinità dei prodotti delle aziende agricole del territorio selezionate da Cortilia.

Un’ampia scelta di frutta e verdura, latte e derivati, uova e farine è disponibile sulla piattaforma: con pochi e semplici click sarà possibile ricevere a casa la propria cassetta Cortilia, nel giorno prestabilito e nella fascia oraria prescelta.

Torta bicolore
Una torta scenografica ma semplicissima, una golosa coccola in queste fredde giornate invernali.

torta bicolore cortilia

Ingredienti
310 g di farina
260 g di zucchero
4 uova
2 tuorli
45 g di cacao
100 ml di olio di semi di girasole BIO
300 ml di latte
110 ml di panna
8 g di lievito
1 bacca di vaniglia
sale q.b.

Preparazione
Preparate la crema mescolando 30 gr di farina con 2 tuorli e 80 gr di zucchero. Scaldate metà del latte con la stecca di vaniglia aperta e versatelo sopra alle uova. Portate tutto sul fuoco e fate addensare. Lasciate raffreddare.
Intanto preparate l’impasto della torta: montate 4 uova con lo zucchero restante e un pizzico di sale, fino a che saranno gonfie e spumose. Unite l’olio e l’altra metà del latte e, infine, 280 gr di farina setacciata con il cacao e il lievito. Mettete in una teglia infarinata e imburrata, distribuite sulla superficie del dolce una spirale di crema pasticciera. Infornate a 180°C per circa 45 minuti. Servite fredda.

 

Continua a leggere

Per riempire una stanza basta una caffettiera sul fuoco

Ci affidiamo alle parole di Erri de Luca per introdurre il caffè: avvicinare la tazzina alle labbra è uno dei gesti più simbolici e poetici della nostra cultura di Italiani. Come non essere d’accordo? Un gesto talmente ricco di significato e valore da non poterlo screditare con un caffè qualunque. Da qui l’importanza di scegliere un caffè degno della “Pausa” per eccellenza, un caffè che ci riempia di emozioni, un caffè distintivo che ci faccia stare bene con noi stessi. La nostra proposta di caffè, in questi anni, si è arricchita di caffè di torrefattori artigianali, tutti risultato di un impegno costante a favore dell’esaltazione della filiera, dal chicco alla tazzina. Vediamoli in rassegna.

Cortilia Caffè

Aroma Caffè
Veronica e Lorenzo nonostante la giovane età hanno più di vent’anni di esperienza nella tostatura e selezione dei migliori caffè originari da tutto il mondo. Con la loro esperienza, passione e imprenditorialità hanno fondato, nei pressi di Milano, più precisamente a Cologno monzese, Aroma Caffè: piccolo laboratorio artigianale al passo con i tempi in cui la cura di ogni dettaglio, la precisione nel soddisfare i clienti e la passione nella selezione dei caffè, hanno permesso di creare una piccola gamma di capsule compatibili che vi faranno ritrovare a casa e in ufficio tutto il piacere dell’espresso “fatto bene”.

Rosso Espresso
Vittorio Lattuada è un torrefattore di Varese, uno di quei personaggi che dice quello che fa e fa quello che dice. Vittorio è un selezionatore di origini, un cultore dei territori del caffè, un appassionato del proprio lavoro che sostiene con entusiasmo e grande professionalità. I suoi caffè sono lo specchio fedele della sua missione di custode dell’artigianalità della torrefazione. 100% arabica, la varietà in assoluto più pregiata, tostatura particolare affidata al metodo fresh roastery, in grado di rispettare e preservare le proprietà del chicco.

Riparti con leggerezza con i kit detox di Cortilia

Dopo i pranzi natalizi, i brindisi di Capodanno e gli ultimi dolcetti della Befana, non c’è niente di meglio che concedere al nostro organismo un periodo di tregua, per aiutarlo a depurarsi e per tornare a sentirsi leggeri e in forma.

Ecco perchè abbiamo pensato a dei kit detox, tutti contenenti frutta e verdura di stagione che, se combinate tra loro in centrifugati, estratti o semplici insalate, donano numerosi effetti benefici all’organismo: da quello depurativo e disintossicante, a quello energizzante, tonificante o preventivo delle malattie stagionali.

Parola d’ordine: “Rigenerarsi!”.

Kit detox super vitamina C

Un condensato di poteri vitaminici per tenersi in gloriosa forma. Ecco l’essenza della purezza direttamente dalla Sicilia, senza intermediazioni, senza compromessi, 100% BIO

Kit detox radice

Una spinta di energia e vitalità è alla base di questo essenziale kit vitaminico. Le virtù di due meravigliose radici, lo zenzero e la rapa rossa cruda, ricchissime di antiossidanti, sono accompagnate dalla bontà di arance, pere, limone e dall’originalità degli spinacini freschi.

Continua a leggere

Riparti con leggerezza con i kit detox di Cortilia!

Dopo i pranzi natalizi, i brindisi di Capodanno e gli ultimi dolcetti della Befana, non c’è niente di meglio che concedere al nostro organismo un periodo di tregua, per aiutarlo a depurarsi e per tornare a sentirsi leggeri e in forma.

In nostro soccorso arriva Cortilia,  piattaforma online per l’acquisto di prodotti agroalimentari, per la cura della casa e della persona, con la sua nuova proposta di kit detox, comodamente recapitati a domicilio nel giorno e nella fascia oraria prescelta.

Sono ben sette i kit detox in vendita su Cortilia, tutti contenenti frutta e verdura di stagione che, se combinate tra loro in centrifugati, estratti o semplici insalate, donano numerosi effetti benefici all’organismo: da quello depurativo e disintossicante, a quello energizzante, tonificante o preventivo delle malattie stagionali.

Parola d’ordine: “Rigenerarsi!”.

kit detox classico cortilia

Kit Detox Classicokiwi, limoni, clementine e mele. È importante consumare frutta di stagione tutti i giorni, anche in inverno. Ecco il kit base di depurazione proposto da Cortilia per creare gustose e salutari bevande affidandosi ai poteri rigeneranti della frutta, che con i suoi minerali e vitamine, rende l’organismo più forte e aiuta a eliminare le tossine.kit detox radice cortilia

Continua a leggere

Inverno: tutt’altro che una stagione monotona per gli ortaggi

La brina e il gelo che “colorano” di freddo le nostre campagne e il riposo a cui i terreni sono costretti in vista delle semine e del periodo primaverile, non frenano la gamma e la ricchezza dei prodotti dell’orto.

Siamo lontani dall’abbondanza estiva, ma la timidezza di questo periodo non impedisce alle verdure a foglia di essere a disposizione per squisiti contorni o minestre di ogni sorta. Spinaci, coste, cime di rapa, catalogna, puntarelle sono all’ordine del giorno… Per non dimenticare il magico mondo dei cavoli, nelle più infinite sfaccettature: cavolfiore, broccoli, cavolo nero, cavolo cappuccio. Le insalate verdi sono disponibili grazie alle serre, mentre in campo aperto è il turno dei radicchi.

Collage2

L’inverno è anche il periodo della dispensa, con ortaggi e tuberi che si conservano e permettono una lunga conservazione: patate, carote, rape, topinambur, cipolle, porri, barbabietole.

Nella stagione fredda non manca poi il dialogo con le aziende agricole del Sud Italia, pronte a sostenere il Nord con produzioni di eccellenza. E’ il caso degli straordinari carciofi che arrivano freschi tutti i giorni da aziende agricole selezionate.

Bottarga: cos’è e come utilizzarla in cucina

La bottarga è uno straordinario esempio di ingegno umano nella trasformazione e conservazione del pesce e nella valorizzazione delle parti in apparenza meno nobili. Si ottiene estraendo con delicatezza le sacche ovariche di alcuni pesci, in particolare di cefalo o muggine, ma anche tonni, palamite o raramente merluzzi.

La tradizione è tutta Italiana, anche se esistono testimonianze di produzione e affermazione in Spagna, Portogallo e in Giappone. Diverse le zone di produzione, con una forte concentrazione in prossimità delle aree di trasformazione del pescato tradizionale, basti pensare all’immensa cultura delle tonnare siciliane. E’ proprio in Sicilia che trova la sua patria d’elezione, unita alla Sardegna e alla zona di Orbetello, in Toscana.

BottargaR

Sul piano gastronomico, la bottarga è una specialità alimentare di grandissimo valore organolettico, distintiva per il suo gusto intenso e per la sua sapidità che dà brio e carattere a paste, crostini e focacce. Si apprezza, infatti, grattugiata a crudo sulla pasta, meglio se tagliata sottile al coltello o, per chi ce l’ha, con la “mandolina taglia tartufi”. Buona e comunque valida anche la versione già grattugiata da far soffriggere in olio caldo.

Qualche curiosità sul torrone

Il Torrone è uno dei simboli del Natale, associato al periodo delle Feste, ma in realtà, prodotto e consumato un po’ tutto l’anno. Un dolce antico, di cui ci sono tracce millenarie, come dimostra l’affermazione durante la cultura araba. La sua diffusione è pressoché infinita, con concentrazione un po’ in tutto il bacino Mediterraneo con, ovviamente, nomi e varianti che lo rendono un prodotto versatile e complesso. Alla base troviamo sempre miele, albume e frutta secca. Forme, consistenze, impiego di una frutta piuttosto che l’altra, divestiture con ostia o glassature di cioccolato e tanto altro arricchiscono l’infinito mosaico di varianti e ricette.

In Italia i poli più consolidati nella produzione di Torrone, grazie in particolare a marchi affermati sono Cremona, Benevento, Cologna Veneta con il famoso Mandorlato, Montepaone in Calabria con la Cupeta, la zona di Alba, ma anche L’Aquila, il Sannio, la Sardegna e la provincia di Caltanisetta.

A questi territori storici della torroneria artigianale, si affiancano anche tanti artigiani italiani che, ispirandosi alla cultura del torrone, realizzano varianti di altissimo livello, ciascuna studiata in basa alla propria ricetta e curiosità interpretativa.

Torrone morbido mandorla, nocciola e pistacchio Cortilia

E’ il caso del Torrone Morbido di Opera Waiting, un’eccellenza riuscita che combina insieme l’alta esperienza dei migliori artigiani italiani e la selezione delle migliori materie prime: frutta secca e miele. L’interpretazione firmata da Gabriele Ciacci, anima del laboratorio Opera Waiting arriva dalle terre toscane ed è a base di nocciole, pistacchi e mandorle. Abbiamo anche selezionato la curiosa variante alle arachidi, prodotta proprio dall’agricoltore di arachidi toscane. Un torrone di filiera davvero gustoso!