Ricette di Stagione – Settimana n. 46/2014

Faciligustoseessenziali. Con le Ricette di Stagione proposte, è possibile, in pochi passi, realizzare squisiti piatti, valorizzare gli ingredienti di qualità degli amici agricoltori e assaporare il gusto del territorio.

Involtini primavera
A dispetto del nome, questi involtini sono prepararti con verdure di stagione come il cavolo verza, porri, carote e sedano. Allora non tiratevi indietro: se in cucina vi piace sperimentare, questi involtini fanno proprio al caso vostro! Sono un piatto veloce e gustoso che ci permette di utilizzare molti prodotti della nostra terra.

involtiniprimaveraIngredienti
1 Carota
Metà Porro
100 gr di Cavolo verza
Metà costa di Sedano
100 gr di germogli di soia

150 gr di carne macinata
Olio qb
2 cucchiai di salsa di soia
4 fogli di pasta fillo

Tagliate dapprima a listarelle le carote i porri il sedano e il cavolo.
Nella pentola wok fate rosolare con un cucchiaio di olio il macinato per un paio di minuti, successivamente aggiungete le carote, il sedato, i porri e la salsa di soia e lasciate cuocere per una ventina di minuti. In ultimo aggiungete il cavolo e i germogli di soia e fate saltare per qualche secondo di modo che rimangano ben croccanti. Lasciate cosi intiepidire il condimento.
A parte tagliate la pasta fillo in 8 rettangoli: ponete un cucchiaio di condimento sulla parte inferiore del rettangolo e chiudete gli involtini prima lateralmente e voi avvolgendoli dal basso verso l’alto, sigillandoli con un pennello intinto in acqua e farina (1 cucchiaio di farina+1 cucchiaio di acqua).
Friggete gli involtini in abbondante olio nella wok finchè non saranno ben dorati in superficie.

Gnocchetti alla zucca
Ecco a voi un ottimo primo piatto autunnale dal sapore delicato e leggermente speziato: gli gnocchi di zucca. Un’ alternativa gustosa e di stagione dei soliti gnocchetti di patate, e perché no, un’ottima idea da preparare insieme ai bambini.

gnocchizuccaIngredienti
Zucca polpa 350 gr
Patate 350 gr
Uova 1
Farina 180 gr
cannella 1 pizzico
noce moscata 1 pizzico
sale e pepe q.b.

Ammorbidite le fette di zucca infornandole per 20-25 minuti a forno preriscaldato a 180° e una volta cotta passatele al passaverdura. A parte lessate le patate con tutta la buccia in acqua salata, e quando saranno cotte, sbucciatele e passate anch’esse al passaverdure. Alla purea di patate unite quella di zucca in un’unica terrina, dove aggiungerete anche la farina, l’uovo, la cannella, la noce moscata, il sale e il pepe. Impastate bene gli ingredienti tra loro fino a che il composto risulti omogeneo, liscio ma non duro.
Su di una spianatoia, passate a formare dei lunghi bastoncini che taglierete a pezzetti delle dimensioni di una grossa nocciola.
Lasciate riposare per  circa 15 minuti, quindi cuoceteli in acqua salata finché non verranno a galla (pochi minuti).  Conditeli a piacere e gustateli: noi li abbiamo assaggiati con burro e salvia e sono squisiti!

Crostata salata con radicchio e caciotta
La crostata salata con crema di caciotta e radicchio è una saporita e originale torta salata, semplice da preparare ma di grande effetto. Una croccante pasta brisè nasconde al suo interno un delizioso ripieno realizzato con una gustosa crema di formaggio  e radicchio rosso tagliato a julienne.  Un abbinamento perfetto!

tortaradicchiocaciottaIngredienti
Radicchio rosso 300 gr
Caciotta 250 g
Burro 90 gr
Farina tipo 00, 100 gr
sfoglia brisèe 2
Vino bianco 30 gr
latte 700 ml
sale, pepe e noce moscata q.b.

Per il ripieno della crostata iniziate mettendo a scaldare il latte in un pentolino a fuoco basso e aggiungetevi la noce moscata grattugiata. A parte fate sciogliere 70 gr di burro, poi aggiungete, poca alla volta, la farina setacciata; fate cuocere il tutto per qualche minuto, mescolando continuamente. Poi aggiungete alla farina e il burro il latte caldo. Rimettete ora il pentolino sul fuoco e portate lentamente ad ebollizione. Aggiungete la caciotta a dadini e continuate la cottura finché il formaggio sarà sciolto.
In una padella cuocete il radicchio con il restante burro, dopo qualche minuto sfumate con il vino bianco. Fate cuocere fino a quando si sarà assorbito tutto il liquido rilasciato dal radicchio. A fine cottura unitelo alla crema di formaggio.
In una teglia da forno posizionate la sfoglia bucherellandola in superficie e versatevi all’interno la crema di formaggio e radicchio. Con la seconda sfoglia tagliate delle striscioline da posizionare in superficie di modo da creare la griglia  tipica della crostata. Infine, sbattete un tuorlo d’uovo con una forchetta e spennellatelo sulla superficie della crostata, infornate il tutto per 40- 45 minuti in forno preriscaldato a 180°.

Crepes con pere caramellate
Ecco un’alternativa insolita ma gustosa e raffinata delle crepes dolci. Le pere caramellate con la cannella donano un gusto delicato e dolcissimo alle crepes e un colorito bruno al piatto che ricorda i tipici paesaggi autunnali.

crespellepereIngredienti  

Per Le Crepes
Farina 100 gr
Uova 2
Burro 50 gr
latte 25 cl

Per Guarnire:
Pere Williams 5
Limone 1
zucchero 100 gr
miele d’acacia 200 gr
cannella 1 cucchiaio

Scaldate il latte, scioglietevi il burro a pezzetti e lasciate intiepidire, poi amalgamate il resto degli ingredienti. Imburrate una padellina da 20 centimetri di diametro, versatevi un po’ di pastella e cuocete 2-3 minuti. Girate la crepe e cuocetela 1 minuto dall’altro lato.
A parte sbucciate le pere, dividetele a metà  ed eliminate il torsolo, quindi tagliatele a fettine, spruzzatele con il succo di limone e conditele con una spolverata di zucchero. Versate lo zucchero rimasto in una padella, aggiungete 10 cl di acqua e fate bollire per 2-3 minuti, aggiungete miele e cannella e cuocete finché si formerà  uno sciroppo leggero. Mettete le pere nella padella e lasciatele cuocere finché avranno preso un bel colore biondo.
Farcite le crepes e servite!

 

Questo articolo è stato pubblicato in Uncategorized da Cortilia . Aggiungi il permalink ai segnalibri.

Informazioni su Cortilia

www.Cortilia.it è il primo mercato agricolo online per la vendita e la distribuzione di prodotti artigianali locali. Mette in contatto produttori e consumatori senza intermediari e organizza la consegna della spesa a domicilio.