Nidi di patate con uova di quaglia su barba di frate

A Pasqua sembra non possano mancare le uova in tavola. Ma quelle di quaglia sono bellissime, piccine, perfette per arricchire le verdure!

In questo caso la proposta è di un nido di primizie che ne accoglie un’altro…
Se vi dovesse avanzare parte dell’impasto per i nidi, potete riutilizzarlo per fare delle ottime crocchette da cuocere al forno.

nidiRPer i nidi
800 g circa di patate
2 uova intere
90 g di parmigiano grattugiato
una grattugiata di noce moscata

Per il piatto
200 g di barba di frate (agretti) puliti
6 uova di quaglia
qualche fiocchetto di burro
mezzo limone
sale e pepe q.b.

Cominciate lessando le patate in acqua, ancora con la buccia. Sbucciatele e passatele allo schiaccia patate. Lasciatele intiepidire, poi unite il sale, la noce moscata, il parmigiano e le uova, una alla volta, fino a che verranno assorbite.
A parte lessate la barba di frate in acqua bollente salata.

Avrete così una crema morbida, che potrete mettere in una sac à poche per formare con il beccuccio dei nidi, su una teglia rivestita di carta forno. Se non amate usare la sac à poche, potete semplicemente creare dei piccoli nidi con un cucchiaio.

nidi1RRompete all’interno di ogni nido un ovetto di quaglia,disponete sopra ciascuno un po’ di sale, di pepe e un ricciolino di burro e passate al forno a 180°per una decina di minuti, accendendo il grill negli ultimi tre minuti, in modo che i nidi comincino a dorarsi.

nidi2RIntanto ripassate velocemente in padella la barba di frate con un filo di olio. Spruzzate con un po’ di limone e un po’ di sale e disponete gli agretti a nido. Disponete sopra la verdura il nido di patate e servite.

Un’alternativa al piatto consiste nel cuocere i nidi senza ovetto all’interno, e nel cuocere in padella le uova in un pochino di olio, posizionandole poi nel nido al momento di servire. Questo vi permetterà di mantenere il tuorlo un pochino più crudo e fondente.