7 errori da evitare nella conservazione dei cibi

Sappiamo davvero dove collocare i prodotti nella nostra dispensa, per conservarli al meglio e far sì che preservino il più possibile la loro freschezza?
Quante volte sopraggiungono dubbi sull’integrità di alimenti che non abbiamo conservato correttamente? Capita un po’ a tutti, sia a coloro che bazzicano sporadicamente la cucina, ma anche ai più esperti.

Per questa ragione abbiamo stilato una serie di semplici consigli sulla corretta conservazione dei cibi, per evitare errori grossolani che ne compromettano integrità e sapore e per ridurre considerevolmente gli sprechi:

    • Non mettere in frigorifero banane, kiwi o agrumi, perché si danneggiano: è corretto invece conservarli a temperatura ambiente. Neanche i pomodori amano il frigorifero. È una pratica molto comune, ma le basse temperature inibiscono il processo di maturazione dei pomodori, facendo perdere loro sapore, profumo e consistenza
    • Broccoli, carote, cavoli, finocchi, asparagi, limoni e gli ortaggi a foglia verde vanno invece conservati in frigorifero, ma si raccomanda di utilizzare sacchetti di carta per alimenti, che consentono la circolazione dell’aria, limitando condensa e umidità.
    • I formaggi freschi, la mozzarella e la ricotta vanno riposti in frigorifero, per gli altri tipi di formaggio invece la cantina è il luogo d’elezione, perché è dotata della giusta temperatura e perché consente anche una corretta areazione. E poi mai avvolgere alcun tipo di formaggio nella pellicola trasparente!

 

  • Tenere lontani aglio e cipolla dall’umidità, che li fa germogliare. Meglio sistemarli impilati uno sopra l’altro in una retina, che potrebbe essere un vecchio collant, e di lasciarli in un ambiente fresco, come la cantina se sufficientemente areata, o sul balcone.
  • Il pane fresco va mantenuto a temperatura ambiente, non in frigo, si consiglia di riporlo in un sacchetto di carta. Per conservarlo alcuni giorni si può inserire il tutto all’interno di un sacchetto.
  • Le patate amano il buio e il fresco. E’ importante evitare la luce, che le fa diventare verdi, e le temperature troppo fredde o troppo calde. Quindi niente frigo e niente dispensa, l’ideale è un ambiente fresco come la cantina.
  • E come fare per far maturare in fretta la frutta troppo acerba? Un trucco è quello di metterla in un sacchetto con un paio di mele. Le mele producono etilene, un ormone vegetale gassoso che favorisce la maturazione. Attenzione quindi a non posizionare le mele nella fruttiera vicino a frutta già matura!

Costa stai aspettando? Assapora tutti i prodotti di Cortilia e ricordati di conservarli correttamente 🙂