Corilanga: la cooperativa per la nocciola perfetta

Il legame tra la nocciola e il Piemonte è da vedersi come un matrimonio indissolubile, una fusione di coltura e cultura inscindibile, un patto di sangue da cui nascono meravigliosi artefatti della tradizione gastronomica del nostro paese.

Abbiamo deciso di raccontarvi questo legame, di farvi conoscere una realtà originaria del sud del Piemonte, dedita da generazioni all’esaltazione della cultura delle nocciole.

corilanga-cover

Partiamo dal nome, per niente casuale: Corilanga!

Cori è un’assonanza con il mondo della “nocciolicoltura” che, tecnicamente, si chiama corilicoltura. Il suffisso Langa, invece, è il territorio, ovvero quello straordinario areale del Piemonte meridionale in cui si annidano alcune delle più autorevoli eccellenze del patrimonio agroalimentare italiano. E’ da questo binomio indissolubile tra cultura della nocciola e la zona di produzione che si concentra il lavoro di questa Cooperativa.

Corilanga produce nocciole, nocciole e soltanto nocciole, ovviamente tutelata dal marchio IGP Piemonte, nelle sue infinite varianti, da quelle crude, a quelle tostate, perfette per le più svariate preparazioni.

NoccioleSgusciateR

Carussin – Un vino Bio dal sapore del territorio

223@730x300Una famiglia al completo e tanti animali, una realtà che diffonde energia e positività. Questa è la migliore fotografia della realtà vitivinicola di Carussin, una delle più singolari e entusiasmanti del territorio astigiano, condotta in totale armonia con le bellissime colline di questo angolo di Piemonte. E’ qui che Bruna, Luigi, Luca e Matteo, in compagnia di 11 asini, 3 cani, 2 pecore, un’oca e qualche gallina producono Barbera, il vino più rappresentativo della cultura contadina locale.

Questa azienda si distingue per essere un punto di riferimento per la viticoltura biodinamica: grazie all’armonia, vitalità e profondo rispetto dell’ecosistema, i loro vigneti  godono di uve sane e pulite che si trasformano in vini semplici, mai banali, e sinceri, prodotti secondo i canoni dell’enologia naturale.

Su Cortilia, solo fino al 30 aprile, sarà disponibile la loro produzione: una pura essenza di Barbera, vitigno piemontese per eccellenza.

Un vino sincero, che raccoglie in sé l’anima contadina dei suoi artefici e parla con profondità il linguaggio del territorio: le colline dell’Alto Monferrato.

Un vino pulito, prodotto nel pieno rispetto dell’integrità della natura e dell’ambiente: l’azienda è certificata BIO e condotta con il metodo BIODINAMICO.

Un vino della quotidianità, semplice ma non banale, di buona bevibilità: da bere tutti i giorni in compagnia.

Il vino sarà consegnato in un contenitore studiato appositamente per permettere al vino di conservarsi bene dalla prima all’ultima goccia. Infatti, una volta aperto, si conserva in dispensa, a temperatura ambiente, per oltre un mese.

 Vino Barbera Bag in Box

E se in questi primi weekend di primavera vi venisse voglia di una bella gita fuoriporta, magari con i bambini, perché non approfittarne per visitare l’azienda Carussin? L’azienda non produce solo vino, ma anche tante buone idee e ottimi progetti. Ad esempio, da alcuni anni, grazie alla complicità degli asini, l’azienda è una fattoria didattica aperta a bambini e adulti. Inoltre è stato creato l’agribar “Grappolo contro Luppolo”, dove si ha modo di gustare oltre al vino, la birra artigianale, altro prodotto aziendale realizzato da Luca.