22 luglio_ I prodotti della settimana: 5 squisite ricette per voi

Facili, gustose, essenziali. Con le ricette di Cortilia che seguono è possibile, in pochi passi, realizzare squisiti piatti, valorizzare gli ingredienti di qualità degli amici agricoltori e assaporare il gusto del territorio.

1) UN PANINO ORIGINALE  

Fermatevi a 6-7 strati, altrimenti crolla tutto…. Zucchine, ricotta, prezzemolo, pomodoro, peperoni… L’ESTATE è SERVITA!

– 3 Zucchine – Cascina Pizzo
– 2 Peperoni
– pomodorini
– 200 gr ricotta
– prezzemolo
– olio extravergine d’oliva
– uno spicchio d’aglio

Per la pasta:
– 150 gr farina integrale
– 100 gr farina di ceci – Alberto Cassani BIO
– 30 gr olio extravergine d’oliva
– acqua

Tagliate le zucchine e i peperoni e scottateli con l’olio e l’aglio per alcuni minuti. Aggiungete i pomodorini fino a farli appassire e spegnete. A parte montate la ricotta con il prezzemolo tritato e l’olio.

Per la pasta mescolate le due farine, aggiungete l’acqua e l’olio fino a ottenere un panetto piuttosto sodo. Ricavate delle palline, stendetele con il mattarello. Cuocete come una piadina in padella antiaderente, senza aggiungere grasso.
Una volta raffreddato montate come nella foto.

2) L’ALTRA FACCIA DEL PROSCIUTTO E MELONE

Vi sembra una zucca? Non lo è! E’ il melone, ingrediente versatile dell’estate… Buono sempre e comunque.

– 300 gr Riso Arborio – Azienda Zipo
– 1 melone – Cascina Pizzo
– 100 gr Prosciutto Crudo – Cascina Lassi
– 50 gr di Grana Padano – Azienda Santa Marta

Fate cuocere in acqua bollente e salata il riso. Scolatelo per bene, mescolatelo una volta freddo al melone tagliato a cubetti, al grana padano grattuggiato e al prosciutto crudo abbrustolito. Ecco a voi un primo o un antipasto facile e sfizioso.

3) FORMAGGINI FATTI IN CASA

Non vi sembrano Bon-Bon? fermarsi è molto difficile… Provate a farli: facili, anzi facilissimi… con un po’ di yogurt, caprino, spezie, erbe, quello che volete. Buoni per il palato, belli per gli occhi…

– 2 Caprini freschi di capra – Azienda I Silos
– 200 gr di Yogurt al naturale – Cascina Cortenuova-Santa Marta
– 1 tuorlo d’uovo
– sale, pepe, noce moscata
Per il rivestimento, a vostro piacere. Noi suggeriamo: pistacchi, erba cipollina, paprika forte.

Montate il caprino con lo yogurt fino a ottenere un impasto leggermente spumoso, ma sodo. Aggiungete il tuorlo, il sale, il pepe e la noce moscata. Formate delle palline, decoratele con l’ingrediente a piacere e il finger food è servito.

4) MELANZANA CON POMODORI CANDITI

Un altro modo per valorizzare gli straordinari frutti dell’estate: melanzane e pomodori… Ecco come.

– 4 melanzane – Cascina Pizzo
– 4 pomodori perini ben sodi
– una manciata di fagiolini
– 2 cucchiai di zucchero
– 2 spicchi d’aglio
– sesamo
– 1 ciuffetto di basilico
– 2 pomodori molto maturi
– olio extravergine d’oliva

Grigliate le fette sottili di melanzane. Conditele ancora calde con olio extravergine d’oliva e sale e mettetele da parte. Pulite i fagioli e da crudi saltateli in padella con olio, aglio, basilico, sesamo per qualche minuto. Aggiungete lo zucchero, fate caramellare, quindi aggiungete la dadolata di pomodori. Il tutto a fiamma alta per pochi secondi e il ripieno è servito.

5) LE PRUGNE SI GUSTANO COSì…

Spazio alla golosità, cruda e nuda, senza veli…. il tutto senza rinunciare al benessere e alla stagionalità. Ecco come:

– 1 kg Prugne – Cascina Caiella
– 2 cucchiai di zucchero di canna
– 1 limone
– 4 albumi
– 2 cucchiai di zucchero a velo
– 200 gr di panna da montare
– 1 chiodo garofano
– 1 limone

Sbucciate il limone, togliendo anche la parte bianca. Tagliatelo a rondelle e cuocetelo con la prugne a fuoco medio con lo zucchero di canna per 20 minuti. Una volta creata una “confettura” espressa, allontanate dal fuoco e fate raffreddare. Preparate la meringa, montando a neve gli albumi. Con un cucchiaio create delle forme a vostro piacere. Cuocete per mezzora a 120 gradi. L’effetto della meringa dovrà essere croccante fuori, morbido dentro. Alternate la meringa, alla panna montata zuccherata e la salsa di prugne e limone.

15 luglio_ I prodotti della settimana: 5 squisite ricette per voi

Facili, gustose, essenziali. Con le ricette di Cortilia che seguono è possibile, in pochi passi, realizzare squisiti piatti, valorizzare gli ingredienti di qualità degli amici agricoltori e assaporare il gusto del territorio.

1) UNA TAZZINA DI POMODORO – Cascina Pizzo

Stanchi di gustare il pomodoro insalata, con la pasta o quant’altro? Trasformatelo in una zuppetta, facile e gustosissima!

– 5 Pomodori perini – Cascina Pizzo
– due cucchiai di olio extravergine d’oliva
– una costa di sedano
– un cucchiaio di panna fresca
– un ciuffetto di basilico

Tutto a freddo: pelate i pomodori ben maturi, pulite il sedano e frullate con tutti gli altri ingredienti. La zuppetta è pronta, da decorare e insaporire con la panna in superficie.

2) MONDEGHILI DI CARNE… O POLPETTE – Azienda I Silos

L’aperitivo per eccellenza, semplice, essenziale, pieno di gusto. Altro che gli opulenti happy hour! Carne fresca macinata, pane, formaggio, uova…. e il gioco è fatto!

– 500 gr Carne macinata – Azienda I Silos o Cascina Santa Marta
– 100 gr grana padano
– 3 uova
– 100 ml di latte
– sale, pepe, noce moscata
– pan grattato
– olio extravergine

Mescolate tutti gli ingredienti insieme fino a ottenere un impasto bello liscio e compatto. Formate le palline, passatele in uovo e pangrattato e pluf! in olio bollente caldo. Accompagnate con una salsina a base di caprino, sono la morte loro!

3) L’ALTERNATIVA FELICE AL TOAST – Cascina Lassi

Formaggio di capra a latte crudo dell’azienda I Silos, pane lievito madre… il toast alternativo si può fare!

– 200 g Caprino per piastra – Azienda I Silos
Pane lievito madre BIO – Cascina Lassi

Serve poco per dare vita a una delle più gustose e goderecce merende della vostra vita. Solo ingredienti di prima qualità, come il caprino da piastra dell’azienda Silos, già tagliato e pronto per l’uso e il pane con farine BIO della Cascina Lassi. Un consiglio: usate il forno in modalità grill al posto della tostiera.

4) PEPERONI BIO RIPIENI – Azienda Cassani Alberto

Alberto ha raccolto i primi peperoni BIO, quelli ancora verdi, straordinari da fare ripieni. Ecco la nostra ricetta.

– 2 peperoni a testa – Azienda Cassani Alberto o Cascina Pizzo
– un pugno di riso arborio
– 2 pomodori molto maturi
– 1 cipolla
– 1 carote
– peperoncino, prezzemolo, salvia, sale
– olio extravergine d’oliva

Aprite i peperoni e lavateli. Intanto bollite il riso fino a tre quarti della cottura, quindi scolatelo. A parte preparate un sugo veloce con la cipolla, la carota, gli aromi, il pomodoro. Dopo 20 minuti di cottura, aggiungete il riso. Il tutto all’interno dei peperoni, una bella irrorata di extravergine e dritto in forno a 200 gr per mezz’ora.

5) MELONE E LAVANDA – Cascina Caiella

Due simboli della Provenza? Sì, ma non solo! Anche le nostre campagne sono ricche di questi straordinari profumi dell’estate.

– 1 grande Melone – Cascina Caiella
– 2 cucchiai di zucchero di canna
– 1 limone
– un cucchiaino di grappa
– lavanda non trattata

Unite in una tazzina lo zucchero, il succo di limone, la grappa e la lavanda. Lasciate riposare alcune ore, quindi filtrate e rovesciate il liquido sulle sfere di melone. Il dessert è servito.

8 luglio_ I prodotti della settimana: 5 squisite ricette per voi

Facili, gustose, essenziali. Con le ricette di Cortilia che seguono è possibile, in pochi passi, realizzare squisiti piatti, valorizzare gli ingredienti di qualità degli amici agricoltori e assaporare il gusto del territorio.

1) ZUCCHINE CON FIORI RIPIENI – Cascina Pizzo

Ultimissima chance per gustare le zucchine con fiori dell’azienda Cascina Pizzo.
Ecco come:

Zucchine con fiori – Cascina Pizzo
– 200 gr Carne macinata
– 3 Uova
– 50 gr Grana padano
– 100 gr Pane ammollato nel latte
– Salvia, prezzemolo
– Sale, pepe, noce moscata
– 100 gr Pangrattato
– Olio extravergine d’oliva per friggere

Prendete le zucchine con i fiori, lavatele senza rompere i fiori, quindi farciteli con un impasto di pane raffermo ammollato nel latte, uovo, parmigiano, carne macinata, pepe, sale, salvia e prezzemolo tritati. Chiudete i fiori con i polpastrelli, passate in farina, uovo e pangrattato. Un tuffo in olio bollente e l’aperitivo è servito!

2) INSALATA ESTIVA DI CECI – Azienda Agricola Cassani BIO

Straordinariamente buoni, nutrienti, sani… altro da dire sui ceci? Ecco la nostra insalata:

Ceci BIO – Azienda Cassani
– 1 pomodoro cuore di bue
– 1 cetriolo
– mezza cipolla
– 1 zucchina piccola
– origano, basilico, sale, peperoncino
– olio extravergine d’oliva

Dopo 12 ore di ammollo, bollite per tre ore i ceci. Scolarli e ancora tiepidi conditeli con tutti gli ingredienti ben tagliuzzati.

3) DU’SPAGHI CON LA RICOTTA… DI CAPRA – Azienda I Silos

Mangiate questi spaghetti non solo con gli occhi, ma anche con il naso. Ecco come:

– 200 g Ricotta di capra – Azienda I Silos
– Spaghetti (80 gr a porzione)
– un ciuffetto di prezzemolo e basilico
– qualche fogliolina di menta
– 5 cucchiai di olio extravergine d’oliva

Mettete nel frullatore menta, basilico, prezzemolo e l’olio. Frullate velocemente fino a ottenere una salsina da mescolare con la ricotta di capra. Il condimento per gli spaghetti è pronto.

4) COSTINE G-LOCALI – Cascina Cassinetta

Un’alternativa al fuoco vivo della griglia; un modo curioso di contaminazione culturare tra i fornelli. Ecco come assaporare le costine:

– 500 gr Costine di maiale – Cascina Cassinetta
– 4 cucchiai di salsa di soia
– 2 cucchiai di aceto
– 3 spicchi d’aglio
– peperoncino
– semi di sesamo
– zenzero grattugiato

Preparate la marinatura con salsa di soia, qualche cucchiaio di aceto, uno spicchio d’aglio, peperoncino, zenzero grattugiato, semi di sesamo. Qualche ora (anche una notte) a bagno quindi scolate la carne e cuocetela in forno caldo per almeno un’ora. Da leccarsi i baffi!

5) MILK SHAKE DI PESCHE – Cascina Caiella

A colazione, a merenda, dopo cena. Ogni momento è buono per godere di questo straordinario frutto dell’estate. Ecco il milk shake secondo Cortilia:

– 500 gr Pesche – Cascina Caiella
– 3 cucchiai di latte
– 2 cucchiai di zucchero di canna
– un briciolo di cannella in polvere
– un chiodo di garofano in polvere
– 5 cubetti di ghiaccio.

Il procedimento è semplice, anzi semplicissimo. Tutto in un frullatore per pochi secondi e il milk shake è pronto.

Zucchine, quando arrivano arrivano… e tante!

basket-of-zucchiniAiutiamo gli agricoltori a smaltire le tante, tantissime zucchine che stanno inondando le nostre campagne. Le zucchine sono meravigliose. Versatili, appaganti, sono la rappresentazione dell’ortaggio facile, pratico e trasformabile con semplicità in squisite ricette. Basta un po’ di caldo di fine primavera ed ecco che dalla loro fase latente spuntano come dei razzi….non si sa più cosa farne!

Frittate, pasta, pastelle, torte salate, ripiene, in padella, gratinate, bollite, grigliate, zuppe, minestre… a migliaia i modi per cucinarle e apprezzarle fresche… ma non limitiamoci a fagocitarle solo in questo periodo.

Esistono tanti modi per conservarle e gustarle con calma durante l’anno.

Eccone due:

SOTT’OLIO
Intere, tagliate a tocchetti, noi le abbiamo tagliate con la mandolina. Fatele spurgare per un po’ di ore, affinché perdano l’acqua, poi sbollentatele per 2 minuti in acqua, aceto, sale bollenti. Fate asciugare benissimo!!! Mettete nel vaso con uno spicchio d’aglio, timo, alloro, le erbe che preferite. Coprite con olio extravergine d’oliva e sterilizzate.

pickles-in-jars

INVOLTINI
Tagliate sottili per il lungo, grigliate quindi scottate velocemente nella solita acqua, sale e aceto. Fate asciugare benissimo, quindi riempite ogni fetta con un cappero, acciuga, prezzemolo, menta e una fettina d’aglio. Coprire con olio extravergine d’oliva e sterilizzate.

zucchini-sott-olio

E se la vostra creatività in cucina non ha limiti, datele sfogo acquistando una Cassetta di zucchine direttamente dagli agricoltori locali su Cortilia

http://www.cortilia.it/spesaonline/prodotti-della-settimana/cassetta-di-zucchine-FSCO011P0613

Golosi fatevi avanti: sono arrivate le marmellate!

MarmellataBenvenuti in estate! La pazza primavera è archiviata. Ora spazio al caldo tropicale, all’afa e soprattutto alla produttività delle campagne. La frutta, la poco sopravvissuta alle “gelate” di maggio, sta arrivando… e tanta!!!

Subito una precisazione un po’ puntigliosa: quelle che abitualmente chiamiamo marmellate sono in realtà confetture. Le marmellate sono il risultato della cottura degli agrumi con zucchero (ad esempio, limoni, arance, mandarini, ecc.). Tutto il resto che abitualmente riempie di profumi le nostre cucine estive si chiama confettura, non marmellata!

Lessico a parte, guardiamo subito alla sostanza!

Per preparare un’ottima confettura bisogna partire dalla frutta! Sembra banale dirlo, ma così non è…. frutta freschissima, appena raccolta e ben matura. Nessun frutto dell’estate è escluso, tutti si prestano a diventare delle squisite confetture.

Vediamo subito qualche trucco:

1) Scegliete frutta ben matura, maturata in pianta, non in cella frigorifera. Acquistare frutta locale è una garanzia di freschezza, giusta maturazione e gusto.

2) Lo zucchero è un alleato indispensabile per la riuscita della confettura. Siate parsimoniosi, ma neanche troppo. Lo zucchero conserva, stabilizza, dà consistenza e gusto. La quantità dipende dal tipo di frutta. Un riferimento generale potrebbe essere 300-400 gr per chilo di frutta.

3) La questione pectina. Questo ingrediente che compare nella confetture industriali, ma usato anche a livello domestico, è semplicemente un gelificante, utilizzato allo scopo di portare il prodotto alla giusta consistenza più velocemente. Senza di questa c’è bisogno di una cottura più lunga.

La pectina non è indispensabile. Tutti i frutti ne contengono una parte naturale, in quantità variabili. Le mele e i limoni, ad esempio, ne contengono in abbondanza, motivo per cui è spesso consigliato di aggiungere qualche fettina di mela (con la buccia) e un limone spremuto durante la cottura.

La ricetta
Noi vi consigliamo questa:

Lasciate la frutta fuori dal frigo.
Non è necessario lavarla. Pulitela, snocciolatela (se necessario), non sbucciatela.
Mettetela in una tegame piuttosto largo, possibilmente con il fondo spesso.
Fate cuocere, o meglio  “sudare”, la frutta fino a quando inizia poco a poco ad addensarsi.
Aggiungete lo zucchero e cuocete rimestando continuamente per almeno un’ora.
Mettete la confettura bollente nei vasetti, ben lavati e asciugati. Chiudete ermeticamente quindi sterilizzate in un pentolone di acqua, fino all’ebolizione.

Mangiate a volontà durante l’anno!

In cucina con i bambini: ecco il pesce finto

Il mitico pesce finto! Che gioia quando da piccoli la mamma metteva in tavola questo piatto a forma di pesce e che divertimento dedicarsi alle decorazioni: un bell’occhio grande grande, una bocca sorridente, squame a piacimento il tutto in un mare…di maionese.

Questa ricetta è perfetta per l’estate: fresca e veloce da preparare senza dover rinunciare al gusto, ma soprattutto molto divertente visto lo spazio che lascia alla fantasia nella guarnizione.

Ora, dunque, tutti in cucina: grandi e piccini!

 

Ingredienti:

400 gr di patate a pasta bianca

250 gr di tonno sott’olio sgocciolato

2 filetti di acciuga sott’olio

Maionese

Cetriolini sott’aceto qb

Una oliva

Prezzemolo tritato qb (circa un cucchiaio)

Sale qb


Lavate le patate, immergetele in una pentola piena d’acqua e lasciatele cuocere per almeno 40 minuti dal momento dell’ebollizione.

Mentre le patate stanno cuocendo, scolate bene il tonno e frullatelo insieme alle acciughe, a 2-3 cetriolini affettati e al prezzemolo tritato.

Quando le patate saranno cotte, sbucciatele e passatele nello schiacciapatate, quindi aggiungetevi anche il composto con il tonno e mescolate bene. Aggiungetevi 2 cucchiai di maionese e regolate di sale a piacimento.

In questa ricetta una parte importante ce l’ha l’assaggio! Non esitate a testare il vostro piatto per aggiustarlo via via che aggiungete i vari ingredienti!

Quindi, se lo avete, trasferite il composto in uno stampo a forma di pesce…altrimenti su un piatto da portata dove lo modellerete a forma di pesce. Coprite con un foglio di pellicola e lasciatelo in frigo a riposare per almeno 3 ore.

Poco prima di servire sbizzarritevi con le decorazioni: fate l’occhio del pesce con un oliva, e decoratene la superficie a piacimento con la maionese.

Accompagnatelo con un’insalata fresca o fette di pane tostate.


Buona appetito!

L'estate è servita: Peperonata con pane croccante

Gli ortaggi per eccellenza di questo periodo estivo sono due: peperoni e melanzane. Come gustarne al meglio i sapori se non con una classica peperonata? Ma siccome ci piace sperimentare, questa volta vi presentiamo una versione un po’ rivisitata la cui particolarità, oltre alle molte varietà di verdure che  vengono utilizzate per la sua preparazione, è rappresentato dal pane croccante che la accompagna cosa che rende questo piatto adatto sia come antipasto, sia come primo.

Ecco gli ingredienti per 4 persone:

2 peperoni gialli

400 gr di fagiolini

400 gr di pomodorini

2 cipolle rosse

80 gr di olive nere

1 cucchiaio di capperi

1 cucchiaino di scorza di limone grattugiata

4 fettine di pane casereccio

Olio evo

Sale qb

Origano secco


Come prima cosa tritate grossolanamente le cipolle e fatele rosolare dolcemente  con 2-3 cucchiai d’olio per circa 10 minuti. Nel frattempo tagliate i peperoni a dadini e aggiungeteli alle cipolle. Coprite con un coperchio e lasciate cuocere per altri 10 minuti. Infine unite anche le olive sminuzzate, i capperi e lasciate insaporire per altri 5 minuti.

Mentre termina la cottura delle verdure, spuntate i fagiolini e lessateli per circa 5 minuti. Fateli intiepidire e tagliateli a pezzettini.

Quindi tagliate i pomodorini a spicchi e conditeli con poco sale e con la scorza di limone. Mescolateli insieme ai fagiolini, unite ai peperoni in cottura, alzate la fiamma e lasciate insaporire il tutto per circa 5 minuti.

Infine dividete il pane a cubetti e tostatelo a 190° per circa 10 minuti finché non sarà ben dorato.

Poco prima di servirla in tavola, aggiungete il pane alla peperonata e condite con un filo d’olio e una spolverata di origano.