Ricette di stagione – settimana n. 9/2014

Faciligustoseessenziali. Con le Ricette di Stagione proposte, è possibile, in pochi passi, realizzare squisiti piatti, valorizzare gli ingredienti di qualità degli amici agricoltori e assaporare il gusto del territorio. Queste Ricette sono state realizzate in collaborazione con le nostre amiche Foodblogger, ChiaraBarbara Terry e Sabrina.

Insalata di arance, finocchi e melograno

L’insalata è un vero toccasana: non dovrebbe mai mancare dalle nostre tavole. Se preparata abbinando gli ingredienti giusti, può diventare un piatto davvero sfizioso. In inverno, ad esempio, si può provare questa versione: l’abbinamento della verdura con la frutta la rende fresca e gustosa. Buonissima!

insainvernalehttp://www.chiharubatolecrostate.com

Ingredienti per un contorno per 2 persone:

Sbucciare a vivo l’arancia e tagliare ogni spicchio a pezzetti. Grattugiate molto finemente il finocchio. Uniteli in un’insalatiera, coprite con una pellicola per alimenti e lasciate riposare per circa 30 minuti a temperatura ambiente. A parte, spremete le bucce dell’arancia (pelandola a vivo rimane sempre una parte della polpa attaccata alla buccia) e emulsionate il succo ricavato con olio e un pizzico di sale. Infine, preparate l’insalata, conditela con l’emulsione e mescolate bene. Quindi adagiatevi sopra arancia e finocchi. Spolverate con del pepe a piacere, guarnite con i chicchi di melograno e servite.

Vellutata di zucca

In attesa della primavera, godiamoci per le ultime volte questo squisito ingrediente, protagonista indiscusso di tutto il periodo che va dall’autunno all’inverno: la zucca. Questa classica vellutata, rivisitata da un accostamento inedito, è davvero squisita tanto che  la più semplice e veloce delle preparazioni può eguagliare in sapore ricette sofisticate. Q.B. Vellutata di Zucca

qb-quantobasta.blogspot.it

Ingredienti per la crema:

Per la guarnizione:

Come prima cosa pulite e tagliate a pezzetti la zucca e la patata e fateli rosolare per qualche minuto in un cucchiaio di olio. Non appena inizieranno a sfrigolare, aggiungetevi un pochino di latte e lasciate assorbire. Procedete così finché le verdure non si saranno ammorbidite. Quindi, aggiungete il brodo vegetale fino a coprire il contenuto e superarlo di circa 2 dita. Aggiustate di sale e lasciate cuocere a fuoco basso per circa 40 minuti (finché la zucca non sarà ben cotta). Infine aggiungete una macinata di pepe e passate il tutto con il mixer. Nel frattempo, mentre procede la cottura della zucca, tagliate il pane a strisce e fatelo tostare in una pentola antiaderente ben calda. A parte tagliate  a striscioline lo speck e fatele saltare in una pentola antiaderente fino a renderli belli croccanti. In una ciotola, mescolate il parmigiano e il latte caldo, fino a ottenere una crema densa. Unite tutti gli ingredienti e servite.

Tortillas di cavolfiore

In cucina non si finisce mai di sperimentare! Ecco dunque una ricetta molto originale che vi permetterà di utilizzare il cavolfiore in una veste inedita: come base per squisite tortillas. In pochi passaggi il gioco è fatto! Avrete una base squisita da farcire a piacere. tortillas-di-cavolfiore-4

 crumpetsandco.wordpress.com

Ingredienti per 4 tortillas:

Dividete il cavolfiore a cimette e frullatelo in un robot finché non sarà ridotto a pezzettini molto piccoli. Quindi cuocetelo al microonde a 750W per due minuti, rigirarlo bene e farlo andare per altri due minuti. Ora unite in una ciotola il cavolfiore, che avrete privato dell’acqua in eccesso strizzandolo bene in un telo, le uova, sale e pepe e mescolate bene finché l’impasto non risulterà ben morbido.  Quindi preparate una teglia con della carta forno e con un cucchiaio versate il composto sulla teglia, formando dei cerchi non troppo spessi con il dorso del cucchiaio. Cuocete le tortilla in forno per 10 minuti, tiratele fuori, rigiratele con una spatola e farle cuocere per altri 7 minuti. Le tortilla sono ora pronte per essere farcite a piacere. Un consiglio: prima di servirle, fatele rosolare ancora per pochi minuti per lato in una padella anti-aderente: questo passaggio renderà le tortilla più croccanti!

Budini di riso

Tipici della pasticceria toscana, questi dolcetti possono essere replicati anche in casa. Sono davvero un’ottima alternativa alle merendine per la merenda dei bambini. La loro morbidezza saprà conquistarvi.

IMG_0798architettandoincucina.blogspot.it

Ingredienti per la pasta frolla:

  • 250 gr di farina
  • 115 gr di burro
  • 105 gr di zucchero
  • 3 tuorli d’uovo
  • un cucchiaio di lievito in polvere
  • un pizzico di sale
  • la scorza di mezzo limone bio
  • un baccello di vaniglia

Per il ripieno:

  • 600 ml di latte
  • 100 gr di riso
  • 20 gr di zucchero
  • 2 albumi d’uovo
  • 1 tuorlo d’uovo

Per preparare la frolla, come prima cosa tagliate il burro a pezzetti. Unite la scorza di limone e lo zucchero e impastare con le mani più velocemente possibile finché non saranno ben amalgamati. Unite i tuorli leggermente sbattuti e mescolate il composto con una frusta a mano. Aggiungete farina, lievito e un pizzico di sale e impastate il tutto fino ad ottenere una palla. Lasciar riposare il composto in frigo per almeno 4 ore, meglio se tutta la notte … se invece c’è fretta bastano 15 minuti di freezer. Per il ripieno mettete a bollire in un pentolino a doppio fondo il riso con il latte ed i semini della bacca di, mescolando di tanto in tanto perché non si attacchi. Lasciate cuocere finché il riso non avrà assorbito tutto il latte. Unitevi lo zucchero, mescolate e lasciate raffreddare. Quando il composto si sarà intiepidito, aggiungete il tuorlo d’uovo e mescolate e infine unite, con lenti movimenti dal basso verso l’alto, gli albumi montati a neve ben ferma. A questo punto, stendete  la pasta frolla e ritagliate tanti dischetti con cui foderare  il fondo ed i bordi degli stampini. Bucherellate con la forchetta  il fondo e il bordo e riempire fino al bordo della pasta con il composto. Infornate a 180° per 30/40 minuti o finché non saranno dorati. Prima di servirli lasciate raffreddare e spolverate di zucchero a velo.

Ricette di Stagione – Settimana n. 8/2014

Facili, gustose, essenziali. Con le Ricette di Stagione proposte, è possibile, in pochi passi, realizzare squisiti piatti, valorizzare gli ingredienti di qualità degli amici agricoltori e assaporare il gusto del territorio.

Queste Ricette sono state realizzate in collaborazione con i nostri amici Foodblogger, Arianna e PaulChiaraSonia e Simona e Alice.

Bocconcini alle Noci
Un aperitivo davvero sfizioso e veloce da preparare, che si vuole di più? Da farcire all’ultimo momento, questi deliziosi salatini sono perfetti per una cena tra amici.

Bocconcini-dorati-alle-noci-2www.cookingmesoftly.it

Ingredienti
100 gr di farina bianca
50 gr di farina gialla
95 gr di burro
50 ml di acqua
40 gr di noci sgusciate
un tuorlo d’uovo
100 gr di formaggio cremoso
un cucchiaio di aghi di rosmarino
un pizzico di sale

Tritate le noci fino a ridurle in polvere (conservandone però alcune per la decorazione). Unitevi le 2 farine, il rosmarino, il sale e il burro freddo  dadini e mescolare bene. Aggiustare di acqua e formare con il composto una palla che andrà avvolta in una pellicola e riposta in frigo per almeno 30 minuti. Trascorso questo tempo, stendete la pasta in una sfoglia dallo spessore di circa 0,5 cm. Quindi, aiutandovi con uno stampino, ricavate i salatini in numero pari e adagiateli su carta da forno. A parte, unite al tuorlo d’uovo alcune gocce di acqua e sbattete bene il tutto, poi spennellate sulla superficie di metà dei salatini ricavati e disponetevi sopra i gherigli di noci.
Infornate a 180° per circa 20 minuti. Quindi lasciateli raffreddare.
In ultimo, spalmate un cucchiaino di formaggio cremoso sulla metà senza noce e coprite ciascun salatino con la metà con la noce.

Puré  di cavolfiore con ceci croccanti speziati 
A volte anche gli ingredienti più semplici sanno sorprenderci e conquistarci. Come questo piatto composto da cavolfiore e ceci: un abbinamento delicato, reso interessante dall’utilizzo delle spezie.

puràcavolfiorewww.chiharubatolecrostate.com

Ingredienti
un cavolfiore pulito e ridotto a cimette
250 gr di ceci
spezie (paprika dolce, affumicata, peperoncino, garam masala)
sale e pepe
olio evo

Come prima cosa cuocete il cavolfiore al vapore rendendolo bello tenero; quindi frullatelo con un goccino d’acqua, fino a ottenere una morbida crema. Regolate di sale e pepe e tenetelo al caldo.
Lessate i ceci (per il tempo di cottura basatevi su quanto indicato sulla confezione), quindi disponeteli su una teglia e infornateli a 200° con forno ventilato per circa 10 minuti, girateli e proseguite la cottura per altri 5 minuti. Quindi sfornateli e passateli nelle spezie che avrete precedentemente miscelato con il sale.
Quindi ripassateli in forno per altri 5 minuti finché non saranno belli asciutti e croccanti.
Servite il purè ben caldo e impiattate versandovi sopra i ceci croccanti e condite con un filo di oli evo e una manciata di pepe.

Sformatini ai broccoli
Questa ricetta in 4 parole? Versatile, veloce, gustosa e leggera. Questi sformatini di verdura sono perfetti in qualsiasi occasione: dalla più formale al pranzo  dell’ultimo secondo.

sformatini ai broccoliwww.lalberodellacarambola.blogspot.it

Ingredienti (per 6 stampini)
150 gr di broccoli
100 g di ricotta fresca
uovo
grana grattugiato
sale e pepe

Lavate i broccoli, divideteli a cimette e lessateli in poca acqua per circa 15 minuti. Quindi frullateli insieme al formaggio fresco e l’uovo, condendo il tutto con sale e pepe. Versate il composto negli stampini monoporzione (sono perfetti quelli da muffin in silicone), completando con pochissimo pecorino sulla superficie. Cuocere in forno per 20/25 minuti a 180°.

Mousse al limone e mandorle tostate
Una ricetta fresca e gustosa, dal profumo inebriante. Una mousse deliziosa, perfetta sia per la merenda che come dessert.

mousselimonewww.aliceincupcakesland.blogspot.it

Ingredienti
1 limone BIO
120 gr di zucchero (60+60)
uova BIO
4 gr di gelatina in fogli
150 ml di panna zuccherata
20 g di mandorle (tostate e poi ridotte in polvere)
100 ml di acqua
mandorle in scaglie, scorza di limone BIO, foglioline di menta per decorare

Per prima cosa disponete i fogli di gelatina in una terrina, copriteli di acqua fredda e lasciateli ammorbidire per circa 10 minuti.  Montate i tuorli d’uovo con 60 gr di zucchero fino a ottenere una crema soffice  e morbida e unitevi il succo e la buccia grattugiata del limone. Quindi versate l’impasto in un pentolino e portate a ebollizione. Aggiungetevi i fogli di gelatina e, togliendo dal fuoco, mescolate bene il tutto. Lasciate raffreddare il composto.
A parte preparate uno sciroppo mescolando 100 ml di acqua insieme ai restanti 60 gr di zucchero, portate a ebollizione e fate cuocere per 8 minuti. Lo sciroppo andrà quindi incorporato negli albumi precedentemente montati a neve ferma.
Una volta raffreddato, aggiungere il composto di albumi alla crema al limone ed alla panna che avrete nel frattempo montato. Infine, incorporare le mandorle.
Mescolare delicatamente, dal basso verso l’alto, fino ad ottenere un composto omogeneo, liscio e morbido. Lasciare riposare in frigorifero prima di servire.
Per la decorazione: cospargere le mandorle sulla mousse, disporre una fogliolina di menta e alcuni riccioli di scorza di limone.

Come lo cucino?! Conosci e impara a preparare il Cicorino

foto-cicorino-Questa settimana ha fatto il suo ingresso tra le verdure inserite all’interno della cassetta il cicorino. Proviamo insieme a conoscerlo!

Caratteristiche
Il cicorino, così come dice il nome, è una pianta che appartiene alla grande famiglia delle cicorie. Si presenta a piccoli mazzetti, con una sola radice da cui si diramano, a rosa, foglie tonde e carnose che possono essere verdi, rosse oppure variegate a seconda della qualità.
Il gusto è particolare, tendente all’ amaragnolo, leggermente pungente.
Questa sua caratteristica è data dalla presenza dell’intibina, che gli dà caratteristiche benefiche per il fegato.  Il cicorino, inoltre, come tutte le cicorie, ha proprietà digestive, diuretiche e disintossicanti.

Stagionalità
Il cicorino cresce da febbraio a primavera.

Conservazione
L’insalata, perché sia fresca, non deve presentare foglie giallastre. Se ben conservata l’insalata mantiene foglie tenere e croccanti, esenti da ammaccature e marciumi.
Il cicorino si conserva in frigorifero per 2-3 giorni, preferibilmente già lavato e asciugato con cura, chiuso nei sacchetti per ortaggi e nell’apposito scomparto.

In cucina
Il cicorino è consumato prevalentemente fresco, in insalata. Per preparalo occorre semplicemente eliminare la radice e passarlo in acqua corrente per sciacquarlo. Le foglie, poi, possono essere tagliate a piacere, a seconda della grandezza desiderata.
Il suo gusto vagamente amaro si sposa benissimo con il sapore dell’uovo sodo, a cui spesso viene accompagnato. O ancora, il cicorino è ottimo se mischiato ad altre verdure, come le carote.
Un tocco in più può essere quello di abbinarlo in insalata alla frutta, creando così un mix di vitamine davvero benefico. Un esempio? Cicorino, mele a dadini e noci o mandorle è un abbinamento davvero squisito.
Sulle insalate con protagonista questo ortaggio potete davvero sbizzarrirvi negli abbinamenti! Provate a servirlo con un’emulsione di gorgonzola, olio e aceto balsamico, accompagnato da crostini di pane tostato.
Un consiglio: la particolare consistenza delle sue foglie fa sì che il cicorino possa essere condito anche con qualche minuto di anticipo senza che il condimento lo intrida eccessivamente.
Se invece, volete provarlo in versione “cotta”, non mancano certo le possibilità: primo, secondo e contorno, il pranzo a base di cicorino è servito!
Quanto al primo piatto, il cicorino può fare da condimento per insolite pastasciutte, come le tagliatelle condite con cicorino soffritto insieme alla salsiccia, oppure, in un a versione vegetariana, con cicorino soffritto insieme a aglio e peperoncino e unito a pomodorini freschi.
Il secondo? E’ presto fatto. Questa verdura può essere utilizzata per farcire la carne, in particolare il pollo. Il cicorino, infatti, può essere fatto insaporire con un soffritto di cipolla a cui andrà unito, per la preparazione del ripieno, 1/2 tazza di ricotta, 1/2 tazza di parmigiano, 2 foglie di basilico tritate e pepe nero.
Infine, come promesso, un contorno: il cicorino è molto buono semplicemente ripassato in padella, con un soffritto di aglio e cipolla per insaporirlo. In pochi minuti otterrete un salutare e genuino contorno, ottimo da unire a altri ortaggi di stagione (coste, ebette e spinaci) per preparare squisite torte salate.

Ricette di Stagione – Settimana n. 7/2014

Facili, gustose, essenziali. Con le Ricette di Stagione proposte, è possibile, in pochi passi, realizzare squisiti piatti, valorizzare gli ingredienti di qualità degli amici agricoltori e assaporare il gusto del territorio.

Queste Ricette sono state realizzate in collaborazione con le nostre amiche Foodblogger, Chiara, Sabrina, Sonia e Simona e Federica.

Zuppa speziata di cavolo nero, pollo e legumi
In attesa della bella stagione, approfittiamone ancora per goderci qualche buona zuppa. Come questa, proposta da Chiara, ottima come piatto unico per una fredda serata invernale. Una zuppa di verdura, arricchita dal pollo e impreziosita dagli aromi delle spezie che le danno un tocco esotico. Assolutamente da provare.

zuppa_cavolohttp://www.chiharubatolecrostate.com

Ingredienti per 4/6 porzioni

200 gr di pollo 
1 cipolla
3 coste di sedano
un pezzetto di radice di zenzero fresca
2 fette di zucca
2 carote
4 manciate di foglie di cavolo nero
250 gr di fagioli bianchi
250 gr di cannellini
450 g di fagioli neri
2 cucchiaini di erbe miste secche
1 cucchiaino di cumino
sale e pepe

Come prima cosa preparate la verdura: tagliate la zucca a piccoli cubetti, le foglie di cavolo nero a tocchettini (dopo averle lavate), la cipolla sottile, sedano e carote a tocchetti.
A parte, in un padellino antiaderente, tostate i semi di cumino e metteteli da parte.
Unite poi in una pentola la radice di zenzero grattugiata, la cipolla, le carote, il sedano, il pollo a cubetti e il cumino.
Fate rosolare il tutto con un po’ d’olio fino a farle ammorbidire, aggiungete quindi i legumi, le foglie di cavolo, la zucca a cubetti e le erbe aromatiche.
Infine ricoprite il tutto con acqua e lasciate sobbollire a fuoco bassissimo fincgé i legumi non saranno morbidi. Aggiustate di sale e pepe e servite ben calda.

Risotto di zucca con crema di zucca alla birra
Sabrina ci regala una ricetta davvero squisita: il classico risotto alla zucca accompagnato da una saporitissima crema di zucca e birra. Osate questo abbinamento: “la salsa alla birra regala al risotto aromi straordinari, contrasta il dolce della zucca e rilascia l’amarognolo della birra”.

risotto-zucca

http://architettandoincucina.blogspot.it

Ingredienti per 4 persone

300 gr di riso
1 cipolla
500 g di zucca
2 bicchieri di birra rossa
1 litro di brodo vegetale (preparato con dado vegetale)
formaggio grana
gorgonzola
burro
alcuni rametti di rosmarino
sale, pepe, noce moscata
olio

Pulite la zucca e tagliatela a dadini. Tritate finemente la cipolla e fatela soffriggere con un po’ d’olio in una pentola dove poi unirete anche metà della zucca. Aggiustate di sale e pepe.
Aggiungete quindi il riso e fatelo tostare per almeno 3 minuti, sfumatelo con un bicchiere di birra e, quando sarà tutta evaporata, aggiungete il brodo bollente, un mestolo alla volta, facendolo assorbire pian piano, fino a cottura completa del riso.
Nel frattempo mettete l’altra metà della zucca a rosolare con un rametto di rosmarino e alcuni cucchiai di olio evo, sfumate con la birra rimasta e fatela ammorbidire. Aggiustate di sale e pepe. Una volta che la zucca sarà cotta, passatela con il frullatore in modo da farne una crema.
A cottura del riso, mantecatelo a fuoco spento con burro, grana, un pezzettino di gorgonzola e noce moscata.
Servite  in piatti caldi mettendo la crema di zucca sul fondo e adagiandovi sopra il riso sformato con uno stampino e decorato con un rametto di rosmarino.

Tartellette con pere e taleggio
Questa ricetta di Sonia e Simona è una coccola, uno sfizio. La preparazione è simile a quella di una torta salata, ma il loro formato le rende preziose, perfette per essere mangiate una dopo l’altra. Davvero squisite!

tartellette pere e taleggiohttp://lalberodellacarambola.blogspot.it

Ingredienti:

165 gr di farina
70 gr di burro
50 gr di acqua
1 tuorlo
5 gr di sale
2 pere
150 g di taleggio
50 ml di panna fresca
50 g di gherigli di noce
pepe nero

Per prima cosa occorre preparare la pasta brisée: lavorate tutti gli ingredienti e lasciate riposare in frigo per almeno 2 ore. Quindi sbucciate le pere e tagliatele a dadini. Anche il taleggio andrà fatto a dadini e andrà poi mescolato alla panna a cui aggiungerete una spolverata di pepe nero.
Stendete la pasta briseé e foderate degli stampini (vanno benissimo quelli in silicone per i muffin), riempiteli con le pere e copriteli con il composto di taleggio e panna. Completate la composizione con i gherigli di noce spezzettati. Fate cuocere per circa 25 minuti a 180°. Prima di servire lasciateli intiepidire.

Torta soffice di mele e farina di riso
Aspettando la primavera, ci consoliamo con questa gustosa torta preparata da Federica con pochi ingredienti semplici e genuini, che la rendono perfetta per qualsiasi momento della giornata, colazione o merenda che sia. Una torta soffice e profumata, perfetta anche per i bimbi.

torta-riso

http://pandiramerino.blogspot.it

Ingredienti

500 gr di mele
125 gr di yogurt bianco
succo di 1/2 limone
scorza di 1 limone
20 gr di zucchero di canna
170 gr di zucchero semolato
160 gr di  farina di riso
50 gr di fecola di patate
3 uova
100 gr di olio di semi
1 bustina di lievito
1 pizzico di sale

Come prima cosa tagliate le mele a cubetti, quindi mettetele  in una ciotola insieme al succo e la scorza di limone e lo zucchero di canna. Mescolate bene e lasciate riposare. Nel frattempo sbattete i tuorli con lo zucchero, aggiungete lo yogurt e amalgamate bene. Quindi unitevi la farina e la fecola setacciate, l’olio, i lievito ed infine le mele con il loro sughino. Montate quindi gli albumi a neve e, quasi alla fine, aggiungetevi un pizzico di sale. Unite i bianchi al composto e mescolate dall’alto verso il basso.
Versate il tutto in una tortiera imburrata e infarinata e infornate a 180° per circa 45 minuti.
Se gradite, spolverizzateci sopra dello zucchero a velo e servite!

Ricette di Stagione – Settimana n. 6/2014

Facili, gustose, essenziali. Con le Ricette di Stagione proposte, è possibile, in pochi passi, realizzare squisiti piatti, valorizzare gli ingredienti di qualità degli amici agricoltori e assaporare il gusto del territorio.
Queste Ricette sono state realizzate in collaborazione con le nostre amiche Foodblogger:
Sonia, Federica, Arianna e Terry.

Zuppa di Broccoli e Gorgonzola
I broccoli sono protagonisti assoluti di questa stagione. Molto apprezzati per la loro versatilità in cucina, si possono gustare al meglio in diverse ricette. Questa volta abbiamo pensato a un piatto semplice e veloce da preparare, che consente di rimanere leggeri, senza rinunciare al gusto!
zuppa broccoli e gorgonzola bassa-1

Ingredienti:
400 g di broccoli
2 patate
dado vegetale
1 fetta di gorgonzola
sale e pepe
noce moscata

Per prima cosa dividete i broccoli in cimette, pelate le patate e tagliatele a pezzetti piccoli. Mettete quindi le verdure in una pentola con il brodo che avrete preparato unendo a un litro d’acqua un cucchiaio di dado vegetale, coprite e lasciate cuocere per una buona mezz’ora, fino a quando tutte le verdure saranno ben cotte. A fine cottura frullate bene il tutto, aggiustate di sale, pepe e noce moscata e servire ben caldo con dei pezzetti di gorgonzola.

Risotto al Cavolfiore
La famiglia dei cavoli, si sa, in inverno ci regala davvero il meglio di sé. Per questo concedeteci di suggerirvi una ricetta con protagonista il cavolfiore. Questo ortaggio, per sua natura, si presta a numerosissime preparazioni: vellutate, sformati e insalate. Se, più facilmente, lo troverete utilizzato per condire la pasta, oggi vogliamo proporvelo in una nuova veste, come condimento per…il riso!
risoalcavolfiore

Ingredienti per 2 persone
160 gr di riso
2 acciughe sotto sale
mezzo cavolfiore
2 cucchiai di olio
Pepe e sale

Mondate il cavolfiore e lessatelo in poca acqua per circa 15 minuti. Nel frattempo, cuocete il riso in abbondante acqua salata. A parte, in una padellina, fate sciogliere le acciughe insieme a un pochino d’olio. Ripassateci il cavolfiore e sminuzzatelo bene, mescolando, fino a renderlo una crema. Se necessario, aiutatevi aggiungendo un po’ d’acqua di cottura. Quindi conditeci il riso e aggiungete, a piacere, una bella spolverata di pepe.

N.b. Se vi avanza del cavolfiore, fatelo lessare e mangiatelo in insalata condito con olio, aceto e sale!

Tarte zucca e provola
Lasciatevi accarezzare il palato dalla delicatezza di questo abbinamento: zucca, funghi e provola.
Non una classica torta salata, ma una ricetta davvero speciale, che amalgama i sapori autentici della campagna con un tocco di raffinatezza data dai funghi, il tutto legato insieme dal formaggio.
tarte-zucca-2-web

Per la base:
260 gr di farina 00
125 gr di burro
2 tuorli d’uovo
mezzo cucchiaio di sale
3 cucchiai di acqua
4 cucchiai di salvia e rosmarino tritati

Per il ripieno:
260 gr di funghi pioppini
400 gr di zucca pulita tagliata a pezzi
70 gr di provola 
50 ml di latte
30 gr di grana grattugiato
1 uovo
1 spicchio d’aglio
1 cucchiaio di olio
sale e pepe

Mescolare in una terrina la farina, il sale e le erbe aromatiche. Aggiungere il burro freddo tagliato a cubetti e lavorare bene. Quindi aggiungere i tuorli e l’acqua fredda e continuare a lavorare finché il tutto non si sarà ben amalgamato. Formate ora una palla con l’impasto, avvolgetelo in una pellicola e riponetelo in frigo per almeno un’ora.
Nel frattempo scaldate il forno a 180°, adagiate la zucca, già pulita e a cubetti, su una placca coperta di alluminio e lasciate cuocere per circa 30 minuti. Lasciatela raffreddare. Quindi frullate la zucca con il latte, un uovo, il parmigiano e aggiustate il composto di sale e pepe.
A parte pulite i funghi e fateli rosolare con uno spicchio d’aglio schiacciato e un po’ d’olio.
Quindi stendete bene la pasta, adagiatela in una teglia con carta da forno, riponetevi sopra il composto di zucca, distribuitevi i funghi e la provola a cubetti e lasciate cuocere per circa 45 minuti a 180°.

Muffin vegan agli agrumi e mandorle
Dolci gustosi ma leggeri; che sappiano coniugare peccati di gola e scelte etiche? Chi ha detto che non è possibile?! La pasticceria vegana si sta facendo sempre più largo e i dolci proposti, spesso, non hanno nulla da invidiare a quelli più tradizionali, come questi muffin: leggeri, morbidissimi, freschi e delicati.
muffins-vagan-agrumi-e-mandorle

Ingredienti per 10 muffins:
250 gr farina di farro bio
100 gr di mandorle tritate finemente
1 cucchiaino di lievito
125 ml di succo di arance bio
75 ml di olio
100 ml di latte di mandorle
100 ml di malto di riso
buccia grattugiata di un limone bio
a piacere: 5 kumquat o mandarino cinese bio per decorare

Mescolate in una ciotola la farina con le mandorle, la buccia di limone e il lievito.
In un’altra ciotola miscelate il succo diarance, l’olio, il latte di mandorle e il malto. Sbattete il tutto con una forchetta e versatelo delicatamente nel mix di farina mescolando. Amalgamate bene il tutto.
Ora preparate una teglia da muffins con i pirottini di carta e riempiteli con il composto. Per decorate si possono affettare i kumquat e disponete 2 fettine sopra ogni muffin.
Cuoceteli in forno preriscaldato a 190° per circa 30/35 minuti finché i muffin non risulteranno ben gonfi e leggermente dorati. Lasciate raffreddare e servire.

Ricette di Stagione – Settimana n. 5/2014

Facili, gustose, essenziali. Con le Ricette di Stagione proposte, è possibile, in pochi passi, realizzare squisiti piatti, valorizzare gli ingredienti di qualità degli amici agricoltori e assaporare il gusto del territorio.
Queste Ricette sono state realizzate in collaborazione con le nostre amiche Foodblogger, Federica, Alice, Chiara, Sonia e Simona.

Zuppa di lenticchie
Ci piace, in questo periodo, proporvi delle ricette calde. In queste giornate così fredde, infatti, è davvero un grande piacere sedersi a tavola di fronte a un bel piatto fumante.
Questa settimana è il turno di una ricetta classica, ma davvero molto invitante, la zuppa di lenticchie.
zuppa_lenticchie
Ingredienti:
lenticchie bio 
porro
carote 
passata di pomodoro 
dado vegetale 
olio
pepe
peperoncino
Pane 

Tagliate a pezzetti porro e carote e fateli soffriggere in una pentola con un filo d’olio per pochi minuti, a fuoco basso, finché non saranno appassiti. Aggiungete le lenticchie e la passata, mescolando bene e lasciando insaporire. Quindi versatevi sopra circa 1 litro d’acqua calda e il dado. Regolate di pepe e peperoncino e lasciate cuocere per circa 45 minuti.
Gustarla con delle buone fette di pane tostato renderà il piatto davvero completo e gustoso!

Calamarata con crema di broccoli e zenzero
I broccoli sono un ortaggio particolarmente versatile in cucina: il loro sapore delicato li rende perfetti per numerose preparazioni, da calde zuppe cremose, a contorni sfiziosi, come gli sformati. Oggi ve li proponiamo in una loro veste classica, quella di condimento per la pastasciutta, rivisitata, però, in una chiave davvero originale.

pasta broccoli zenzeroIngredienti per 2 persone:
180 gr di pasta tipo calamaro
1 broccolo 
1 pezzetto di zenzero
formaggio grana 
semi di sesamo nero
sale

Per prima cosa lavate i broccoli e divideteli in cimette, cuoceteli in poca acqua salata insieme allo zenzero.
Una volta cotti, frullate broccoli e zenzero, insieme, aggiungendo, se necessaria, l’acqua di cottura, in modo da ottenere una crema.
Nel frattempo mischiate un po’ di grana con i semi di sesamo nero e formate dei dischi su una teglia ricoperta di carta da forno.
Accendete il forno a 180° e lasciate le cialde in forno finché non inizieranno a diventare compatte e solidificarsi. Quindi lasciatele raffreddare fuori dal forno.
Cuocete dunque la pasta lasciandola al dente e, una volta scolata, fatela saltare in padella con la salsa di broccoli e zenzero e un po’ di acqua di cottura della pasta.
Servite nei piatti decorando con le cialde di sesamo sbriciolate.

Torta Pasqualina
Abbiamo scelto questa ricetta perché finalmente questa settimana sono arrivati i primi spinaci, irrinunciabili anche da preparare in insalata. Le torte salate, poi, ci piacciono davvero moltissimo perché hanno un grande vantaggio: si possono preparare la sera prima e portare il giorno dopo in ufficio!

tortapasqualina
Ingredienti
300 g di farina
80 g di grana
250 g di ricotta
6 uova 
1 spicchio di cipolla
500 g di spinaci
2 rametti di maggiorana
90 ml di olio
175 ml di acqua
sale q.b.
pepe q.b.
noce moscata q.b. (a piacere)

Per prima cosa occorre preparare la sfoglia: versate in un contenitore l’acqua e scioglieteci il sale. Poi prendete un altro contenitore, versateci la farina setacciata e aggiungete acqua e sale e poi l’olio evo a filo. Impastate bene il tutto fino a ottenere un panetto dalla superficie liscia.
Dividete quindi l’impasto in 2 parti (una più grande e una più piccola), copritelo con stracci puliti e lasciate riposare per un’oretta in un luogo asciutto.

Per il ripieno: fate soffriggere la cipolla in una padella con un po’ d’olio, quindi aggiungetevi gli spinaci, aggiustate di sale e pepe e lasciate insaporire per un paio di minuti. Quindi tagliate a pezzettini gli spinaci, trasferirli in una ciotola, aggiungete 2 uova, un po’ di grana (ca 50 gr), la maggiorana, la ricotta e mescolare bene il composto in modo da amalgamarlo. Aggiustate di sale, pepe e noce moscata a piacere.

Ora stendete la metà dell’impasto più grande in una teglia da forno, ungetelo e versatevi il ripieno. Con il cucchiaio creare 4 cavità nel ripieno e versarvi all’interno le 4 uova (cercando di non rompere il tuorlo). Infine spolverizzate la torta pasqualina con il grana rimasto e ricoprite con uno strato dell’impasto rimanente.
Ungete la parte superiore dell’impasto e infornare a 180° C per circa 50 minuti.
Servite tiepida o fredda.

Crostata al cioccolato e pere
Ogni tanto occorre anche coccolarsi un po’ e questa torta sembra essere fatta apposta: una vera delizia per il palato. Quando approfittarne se non in questa stagione, in cui la campagna ci regala pere squisite?

OLYMPUS DIGITAL CAMERAIngredienti
300 gr di farina 00
180 gr di burro
160 gr di zucchero
3 cucchiai di cacao amaro
mezzo cucchiaino di lievito per dolci
1 uovo
latte qb
1 pera grossa e matura
marmellata di pere

Come prima cosa preparate una frolla mescolando farina, lievito, zucchero e burro freddo di frigo fatto a pezzetti, l’uovo e un goccino di latte. Lavorate bene con la punta delle dita fino a farne una palla che farete poi riposare per mezz’ora nel frigorifero, avvolta in pellicola. Nel frattempo preriscaldate il forno a 180°C.
Quindi stendete metà dell’impasto e rivestite una teglia da crostate. Riempite il guscio di frolla con diverse cucchiaiate di marmellata e farcire con una pera sbucciata e tagliata a spicchi sottili.  Con la frolla avanzata stendere una nuova sfoglia ed andare a ricoprire la frolla appena farcita. Sigillate bene i bordi e togliete l’eccesso di pasta. Un consiglio: formate dei tagli trasversali sul coperchio di frolla, in modo che l’umidità del ripieno durante la cottura possa fuoriuscire.
Infornate a 180°C sul ripiano medio-basso del forno per circa 50 minuti.

Come lo cucino?! Conosci e impara a preparare il Cavolo Nero

cavolo-toscano-detto-anche-cavolo-nero-2-40ce702e-7f50-4ecc-bf51-376e6d513c8cDa una grande passione per il cibo e, in particolare, la cura e la conoscenza degli ingredienti, è nata la nostra idea di presentarvi, di settimana in settimana, un ortaggio di stagione. Questa volta il protagonista del nostro approfondimento sarà il cavolo nero.

Stagionalità
Ortaggio tipicamente invernale, il periodo migliore per gustarlo è quello dei mesi più freddi, dopo le prime gelate, quando le foglie sono particolarmente tenere.

Caratteristiche
Si presenta con grandi foglie di un colore verde intenso, quasi nero, di forma allungata, spesse e bitorzolute.

In questo periodo consumare questo ortaggio può rivelarsi di grande aiuto per incamerare una riserva di risorse benefiche utilissime per affrontare la stagione più fredda. Il cavolo nero, infatti, possiede una notevole quantità di sostanze antiossidanti, vitamina A e, in particolare, C e potassio e ha poteri depurativi, antivirali e immunostimolanti.

Per godere al meglio delle preziose proprietà nutrizionali del cavolo nero è consigliabile non farlo cuocere per più di 15-20 minuti e utilizzare poca acqua.

Conservazione
In generale è sempre meglio consumare i cavoli freschi poiché risultano più saporiti e meno amari, ma si possono tranquillamente conservare in frigorifero per circa 4 giorni, possibilmente avvolgendone le foglie in uno strofinaccio inumidito.

In cucina
Il cavolo nero è un ingrediente forse poco conosciuto, ma si presta alla preparazione di diversi piatti e in zuppe e minestre, accompagnato da legume e cereali, regala il meglio di sé.
Qualche consiglio?
Unendolo a porri e patate si può ottenere una cremosa vellutata, mentre una zuppa squisita può essere cucinata mescolandolo insieme a cannellini e pane.

Ottimo sbollentato, come ingrediente da aggiungere a una frittata oppure ripassato in padella con cipolle rosse e utilizzato per la preparazione di una torta salata. O ancora, può essere utilizzato per condire la pasta, semplicemente arricchito con scaglie di parmigiano o come se fosse un pesto: unito a parmigiano, noci, aglio, sale e olio e mixato fino ad ottenerne una crema .

Aggiunto crudo alle insalate dà un tocco molto particolare: affettato finissimo si sposa bene con radicchio e finocchi.