Nel bel mezzo dell’autunno

L’autunno è una stagione straordinaria che lascia alle spalle il caldo e l’abbondanza dell’estate per prepararci alla quiete dell’inverno. Detta così può apparire come un periodo cupo e angoscioso, ma se guardiamo ai colori delle nostre campagne e all’infinita varietà di ortaggi e frutti di questo momento dell’anno, non possiamo far altro che rincuorarci.

Eccoci nel pieno del periodo delle zucche, nelle loro infinite forme e varianti regionali, di nome e profumo. Ci sono quelle ornamentali, meravigliose per dare brio alle nostre case, così come quella di Halloween, non commestibile, ma ideale per sbizzarrirsi nelle più svariate incisioni. 

zuccheornamentali

Poi ci sono quelle buone da mangiare, tra cui la più famosa e gustosa Delica, in alternativa alla Hokkaido o alla Beretta. Per i più esigenti, la proponiamo anche in versione pronta e già tagliata.

Zucca ripiena 1

L’autunno è il momento dei cavoli. C’è la verza, il cappuccio rosso, quello verde, il crauto e così tutti le varianti annesse e connesse, quali broccoli, cavolfiori, cavolo nero, cime di rapa.

I frutti dell’estate stanno per esaurire, ma il caldo dell’autunno ha permesso un prolungamento di disponibilità di peperoni, melanzane, gli ultimi pomodorini e le zucchine. Quanto alla frutta, in attesa degli agrumi BIO della Sicilia, la stagione si apre con il Myagawa di origine pugliese, una curiosa anticipazione carica di vitamina C.

mapo-miyagawa

Quest’anno ci siamo voluti sbizzarrire anche nella proposta di frutti esotici, ma che esotici non sono. Parliamo di mango (ormai giunto al termine), prodotto in esclusiva in Sicilia, ma anche del Lime, di origine pugliese e presto – difficile a credersi – anche dell’avocado, sempre di provenienza siciliana.

Tutorial per creare la Zucca di Halloween

Nulla più di una zucca è in grado di trasmettere il vero sapore dell’autunno: il suo colore caldo e brillante sembra pensato apposta per accompagnarci verso la stagione fredda.

Nella tradizione delle nostre campagne e dei nostri cortili, questo straordinario frutto, non solo viene gustato nei piatti tipici regionali, ma usato anche per dare un tocco di vivacità alle nebbiose sfumature autunnali. Passeggiando fra le cascine è facile imbattersi in zucche di ogni sorta appoggiate sotto i portici o sui davanzali: uno scenario sognante che, con un po’ di creatività, possiamo trasferire anche nelle nostre case di città. Complice la festività tutta americana, oggi sono in tanti a cimentarsi nella creazione della famosa Zucca di Halloween per decorare la propria casa.

Non volendo mancare all’appello, anche noi di Cortilia ci siamo divertiti con questa attività … coltello e cucchiaio alla mano, un pizzico di fantasia… buona visione!

Scegliete la classica zucca arancione di Halloween che solitamente viene seminata per l’occasione

foto 1Tagliate la zucca alla base con un coltello ben affilato

foto 2Incidete con un coltello il cuore della zucca per estrarre polpa e semi

foto3Con l’aiuto di un cucchiaio svuotate la zucca

foto 4Disegnate con una matita o con un pennarello occhi, naso e bocca della zucca. In questa fase liberare la fantasia è la parola d’ordine

foto 5Incidete con un coltello affilato il tracciato del vostro disegno

foto 6Estraete la parte incisa

foto 7

La  vostra zucca è pronta

foto final

Buon Halloween con Cortilia!

Panbrioche dolce alla zucca

La giornata a volte è difficile da cominciare, ma con questo pane dolcissimo e giallo come il sole, che racchiude la dolcezza della zucca e il benessere dei suoi semi, il sorriso vi spunterà prima di uscire di casa.zucca-3RTempo di preparazione e cottura: 55 minuti + tempo di lievitazione
Porzioni: 8 persone
Difficoltà: media

150 g di zucca cotta al forno
350 g di farina tipo 1
150 g di farina manitoba
100 g di zucchero di canna
50 g di semi misti per pane
2 uova
100 g di zucchero
circa 50 ml di latte
80 g di burro morbido
120 g di pasta madre o 5 g di lievito fresco

Schiacciate la zucca, riducendola in una purea morbida e omogenea.zucca1RMescolate le due farine, sciogliete la pasta madre o il lievito nel latte e aggiungetela alle farine. Unite anche le uova, lo zucchero e i semi, e cominciate ad impastare fino ad avere una palla omogenea. Aggiungete a questo punto il burro a tocchetti e continuate a lavorare fino ad avere un impasto sodo che non appiccicchi, e in cui si sia formato il glutine. Se occorre aggiungete un po’ di farina, ma non più di 40 g.zucca-2RPonete a lievitare per un’oretta, poi piegate a libro l’impasto e mettete in frigorifero per una notte. Il giorno successivo togliete dal frigo, lasciate acclimatare, formate delle palline da 60 g di peso, e ponetelo in uno stampo da plum cake. Lasciate lievitare, poi cuocete in forno caldo a 175°C per circa 35 minuti.

Autunno, tempo di zucca

zuccheornamentaliL’autunno si porta dietro tanti cambiamenti: le prime piogge, i colori spettacolari delle foglie e, soprattutto, tante nuove varietà di frutta e verdura. Tra le tante novità, finalmente arriva sulle nostre tavole uno dei prodotti di stagione che più amiamo: la zucca!
La zucca è uno spettacolo, a partire dal colore della sua polpa, caratterizzata da un arancione intenso, fino alle tante proprietà.

Le varietà di zucche disponibili sono veramente moltissime, si va da quelle piccole e colorate, puramente ornamentali a quelle più grandi e polpose, adatte per essere cucinate.

L’esterno della zucca può avere molti colori (giallo, verde, arancione) e varia in base al seme utilizzato, e al terreno dove viene coltivata.
La forma, poi, è anch’essa eterogenea: onda, allungata, più o meno grande; ce n’è per tutti i gusti.

zuccaTradizionalmente la zucca viene associata con una cucina povera, ma  indagando bene le sue proprietà, si scopre che è un ortaggio molto nobile, ricco di numerosissime virtù.
2 proprietà su tutte? Anti-età  e disintossicanti. La zucca, infatti, idrata, depura e rinforza le difese immunitarie.

Alcuni dettagli: la zucca deve il suo colore giallo intenso al betacarotene, potente antiossidante in grado  di combattere l’invecchiamento dei tessuti.  Un consumo regolare di zucca, infatti, aiuta a contrastare la formazione delle rughe e la tendenza della pelle a seccarsi, contribuendo a mantenerla giovane, elastica e luminosa.

Inoltre, la zucca, grazie al suo elevato contenuto di acqua e di potassio, è una preziosa alleata per depurare l’organismo e, eliminando i liquidi in eccesso, contribuisce a combattere la cellulite.

E se ancora non vi abbiamo convinto sulla bontà di questo ortaggio, lasciatevi almeno conquistare dalla sua versatilità in cucina, che la rende perfetta per preparare menù completi, dall’antipasto, al dolce.

Della zucca, tra l’altro “non si butta via niente”: dalla polpa, ai suoi semi (ottimi tostati, da utilizzare per condire ricche insalate), fino ai fiori che sono squisiti fatti in pastella.

Ecco le varietà presenti su Cortilia:
Zucca delica
Zucca tagliata

Muffin di farro alla zucca delica e pancetta

Dei piccoli muffin salati, che racchiudono un mix esplosivo, quello tra la dolcezza della zucca delica, con i suoi sentori di castagna, e il carattere della pancetta a cubetti…Muffin di farro con zucca e pancetta-3RTempo di preparazione: 20 minuti
Tempo di cottura: 30 minuti
Difficoltà: bassa

Ingredienti per 8 muffin
circa 200 g di zucca delica già pulita
80 g di pancetta tagliata a cubetti
una piccolissima cipolla bianca
2 uova
120g farina bianca di farro
1/2 sacchetto di lievito per torte salate
50 ml olio di semi
1 cucchiaio di olio evo
2 cucchiai di yogurt bianco
sale e pepe

Tagliate la zucca a cubetti il più piccoli possibile. Fate lo stesso con la cipolla. Mettete le verdure a rosolare con un cucchiaio di olio evo in una piccola padella antiaderente. Unite anche la pancetta e lasciate che tutto stufi a fuoco lento, fino a che la zucca non sarà morbida.Muffin di farro con zucca e pancettaR1Scaldate il forno a 200°C
Intanto mescolate velocemente la farina setacciata con il lievito alle uova, unite l’olio di semi e lo yogurt e aggiustate di sale e pepe.Muffin di farro con zucca e pancetta-2RUnite la zucca e dividete il composto in 8-10 pirottini. Infornate a 200°C poi abbassate il forno a 180° e cuocete per circa 20 minuti.

Zucca – Regina d’autunno

zuccheornamentaliA noi piace la festa di Halloween perché,  oltre ad essere una tradizione anglosassone che si presta molto a far felici i bambini,  è una ricorrenza che ci permette di esaltare uno dei prodotti di stagione che più amiamo: la zucca!
Che dire di questo ortaggio? La zucca è uno spettacolo, a partire dal colore della sua polpa, caratterizzata da un arancione intenso.

Mettetevi quindi  comodi: vogliamo raccontarvi le numerose proprietà di questo prodotto.

Le varietà di zucche disponibili sono veramente moltissime, si va da quelle piccole e colorate, puramente ornamentali a quelle più grandi e polpose, adatte per essere cucinate.

L’esterno della zucca può avere molti colori (giallo, verde, arancione) e varia in base al seme utilizzato, e al terreno dove viene coltivata.
La forma, poi, è anch’essa eterogenea: onda, allungata, più o meno grande; ce n’è per tutti i gusti.

zuccaTradizionalmente la zucca viene associata con una cucina povera, ma  indagando bene le sue proprietà, si scopre che è un ortaggio molto nobile, ricco di numerosissime virtù.
2 proprietà su tutte? Anti-età  e disintossicanti. La zucca, infatti, idrata, depura e rinforza le difese immunitarie.

Alcuni dettagli: la zucca deve il suo colore giallo intenso al betacarotene, potente antiossidante in grado  di combattere l’invecchiamento dei tessuti.  Un consumo regolare di zucca, infatti, aiuta a contrastare la formazione delle rughe e la tendenza della pelle a seccarsi, contribuendo a mantenerla giovane, elastica e luminosa.

Inoltre, la zucca, grazie al suo elevato contenuto di acqua e di potassio, è una preziosa alleata per depurare l’organismo e, eliminando i liquidi in eccesso, contribuisce a combattere la cellulite.

E se ancora non vi abbiamo convinto sulla bontà di questo ortaggio, lasciatevi almeno conquistare dalla sua versatilità in cucina, che la rende perfetta per preparare menù completi, dall’antipasto, al dolce.

Della zucca, tra l’altro “non si butta via niente”: dalla polpa, ai suoi semi (ottimi tostati, da utilizzare per condire ricche insalate), fino ai fiori che sono squisiti fatti in pastella.

Pranzo di Natale by Cortilia!

È tempo di mettersi all’opera per preparare il pranzo di Natale! Cortilia vi propone il suo menù con le Ricette di Stagione facili, gustose ed essenziali. In pochi passi realizzerete squisiti piatti, in cui gli ingredienti di qualità degli amici agricoltori verranno valorizzati al meglio. A Natale, fate assaporare il gusto del territorio ad amici e parenti con queste splendide portate.

Queste Ricette sono state realizzate in collaborazione con i nostri amici Foodblogger Simona, Sabrina, Daniela, Chiara, Sonia e Simona.

MUFFIN AI CARCIOFI E PANCETTA

Se il buongiorno si vede dal mattino, un buon pranzo si vede dall’antipasto, allora iniziamo con dei muffin salati per stuzzicare l’appetito, saranno il preludio di una serie di portate fantastiche. Serviteli leggermente caldi per far sprigionare tutto il profumo dei carciofi. Troppo simpatici! Piaceranno anche ai bambini.

Muffin

batuffolando.blogspot.it

Ingredienti:

Procedimento:

Affettare lo scalogno e farlo appassire sul fuoco molto dolce in poco olio in un padella antiaderente, aggiungere il carciofo mondato e privato delle foglie esterne dure, tagliato a fettine sottili. Salare, aggiungere poco alla volta un po’ d’acqua, mettere il coperchio e farli stufare finché diventano morbidi, unire poi la pancetta, alzare la fiamma e fare insaporire. Quando l’acqua si è completamente consumata, lasciare raffreddare.
Setacciare la farina con il lievito e tenere da parte.
In una terrina sbattere l’uovo con il latte, la panna, il pizzico di sale e unire anche  il parmigiano. Unire a pioggia la farina con il lievito ed amalgamare bene, quindi unire il composto di carciofi raffreddato.
Distribuire il composto nello stampo per muffin (volendo foderato con pirottini di carta) fino a 3/4 di capacità. Infornare in forno già caldo a 180° per circa 25/30 minuti.
Sfornare, attendere 5 minuti e servire i muffin tiepidi. Ottimi anche freddi!

PACCHETTINI DI CRÊPES

L’antipasto non va sottovalutato perché è il momento in cui c’è l’assalto a tartine, voulevant, bruschette, etc. che bloccano la fame, riempiono e non permettono di gustare i piatti successivi, allora non proponiamo troppi stuzzichini, ma concentriamoci su poche portate, ma curate. I pacchettini di crêpes sono un piatto molto scenografico che possono essere preparati anche il giorno prima, basterà ripassarli in forno poco prima di servirli. Un piatto che si presta anche ad essere un primo.

Pacchetto

architettandoincucina.blogspot.it

Ingredienti:

Procedimento:

Preparare le crêpes con il classico impasto e una volta cotte lasciare raffreddare. Preparare il ripieno cuocendo in una padella con dell’olio i funghi puliti e tagliati e l’aglio, lasciar raffreddare e passare al mixer.
Lavorare intanto il caprino con il prezzemolo tritato, il sale ed il pepe, aggiungere i funghi e conservare in frigo.
Preparare la salsa versando in un tegamino la panna ed il mascarpone e lavorando bene il tutto finché non diventa liscia e senza grumi, lasciar addensare e conservare.
Inserire ora una piccola noce di impasto al centro di ogni crêpes e piegare a pacchetto, legare il bordo con il porro sbollentato 2 minuti in acqua bollente salata per formare i pacchettini. Piegare un pezzetto di porro di circa 8 cm in 2 e girarci intorno un altro pezzettino di porro da 2 cm per creare il fiocco.
Scaldare la salsa e renderla fluida, se fosse difficile allungare con un po’ di latte e versarla ancora bollente a specchio sui piatti riscaldati.
Appoggiare sulla salsa 2 pacchettini e sistemare il fiocco all’incrocio del nastro di porro.
Guarnire con funghi lasciati interi, cotti semplicemente con olio, sale e pepe.

PACCHERI GRATINATI RIPIENI DI RICOTTA E SPINACI

Lasagne alla bolognese, al trevigiano, cannelloni al ragù… primi piatti buonissimi, tradizionali, ma già troppe volte riproposti nei nostri pranzi, allora stupiamo i commensali con dei paccheri farciti e irrorati di besciamella, gratiniamoli in forno per creare in superficie uno strato croccante. Create dei gruppi legandoli con una fascia di porro, per ottenere una presentazione raffinata.

Paccheri

architettandoincucina.blogspot.it

Ingredienti:

Procedimento:

Cuocere i paccheri e una volta cotti scolarli e distenderli su un canovaccio.
Tagliare un porro per lungo e ricavare delle strisce larghe 1 cm circa e scottare porro in acqua bollita fino a quando non si piega con facilità. Preparare la farcia montando la ricotta con una frusta e dell’olio a filo, fino ad ottenere una crema.
Dopo aver sbollentato gli spinaci, strizzarli, tritarli finemente ed amalgamarli con la crema di ricotta, quindi aggiungere il grana, sale, pepe e la noce moscata.
Farcire i paccheri e metterli in una cocottina monoporzione a gruppi di 4.
Legarli accuratamente con la striscia di porro e irrorarli con la besciamella.

Spolverare di Parmigiano grattugiato ed infornare a 200° per 15/20 minuti.
Servire caldi nella loro cocottina.

PAGNOTELLE DI ZUCCA E NOCI

Perché il pane non può mancare sulle nostre tavole, altrimenti come si fa a fare la scarpetta?! Invece dei classici panini al latte, mettiamoci all’opera e impastiamo queste piccole pagnotte alla zucca e noci, mi raccomando, lasciate lievitare per bene!

Panini

batuffolando.blogspot.it

Ingredienti:

  • Zucca BIO – Cassani Alberto, 500 gr
  • Zucchero, 75 gr
  • Noce moscata, 2 grattate
  • Burro – Santa Mart, 50 gr
  • Lievito di birra, 15 gr
  • Sale fino, 2,5 gr
  • Noci sgusciate – La Caiella, 75 gr
  • Farina manitoba, 500 gr
  • Uova – Cascina Pizzo, 3
  • Acqua q.b.

Procedimento:

Lessare la zucca per circa venti minuti, quando ben cotta lasciare raffreddare, scolarla bene e frullarla nel mixer. Disporre a fontana la farina, nel buco centrale unire il lievito, in un angolino il sale, in un altro lo zucchero, iniziare a dare una mescolata, rifare il buco centrale e aggiungere le uova sbattute ed il burro, continuando ad impastare leggermente, incorporate tutti gli altri ingredienti iniziando dalla zucca frullata. Aggiungere acqua tiepida per ottenere un impasto molto morbido quindi mettere a lievitare in un luogo caldo coperto con un canovaccio bagnato in acqua calda e ben strizzato, finché raddoppia di volume. Riprendere l’impasto e suddividerlo in pagnottine grandi quanto un’arancia. Rimettere a lievitare in luogo caldo (sempre coprendo il pane) per un’altra ora abbondante.
Scaldate il forno a 220°, aggiungere un pentolino d’acqua per creare umidità.
Infornare a forno ben caldo per 10 minuti
Poi, abbassare il forno a 180° per altri 35/40 minuti.

FILETTO DI MAIALE RIPIENO DI MELE E SPINACI

Quante cose da preparare per il pranzo di Natale, soprattutto perché non si vuole sfigurare davanti a parenti e amici pronti a bacchettare le eventuali “imperfezioni culinarie” e perché si vogliono proporre piatti particolari e originali. Un filetto di maiale ripieno sarà sicuramente apprezzato dagli amanti dei secondi di carne!

Filetto

danieladiocleziano.blogspot.it

Ingredienti:

Procedimento:

Condite il pane grattugiato con la buccia di limone grattugiata e un trito di alloro e rosmarino. Sbucciate le mele, tagliatele le mele a piccoli cubetti. In una padella rosolare in poco olio il salame tritato con lo spicchio d’aglio e una foglia di alloro, unite le mele, sfumate con la birra, dopo una decina di minuti aggiungete gli spinaci lessati e tritati e portate il tutto a cottura. Al termine, eliminare lo spicchio d’aglio e la foglia di alloro, regolare di sale e pepe e aggiungere un trito di prezzemolo. Al composto di mele ben asciutto incorporare il pane aromatizzato, stendere il composto su due fogli di pellicola trasparente, arrotolare gli estremi in modo da ottenere un salamino, che sarà il ripieno del filetto; porlo quindi a solidificare nel congelatore per almeno 45 minuti.
Aprite il filetto, battete la carne in modo da ottenere una fetta dallo spessore uniforme. Salate e pepate la carne dal lato interno, farcite con il composto di mele, legate il rotolo con dello spago da cucina, fatelo rosolare in una padella su una base di olio e erbe, poi aggiungete sale e pepe, sfumate con la birra e continuate la cottura a fuoco dolce per 15 minuti, terminate la cottura nel forno per altri 10 minuti a 120° . Lasciar riposare la carne per 15 minuti, poi tagliatela a fette.

CUBETTI DI PATATE E ZUCCA

Le patate come accompagnamento ai secondi di carne sono sempre le predilette, per variare un po’ il classico contorno, integriamo con dei cubetti di zucca, olio, sale e rosmarino ad insaporire il tutto. Facile, veloce e salutare, un piatto così colorato che porterà subito l’allegria in tavola.

Contorno

qb-quantobasta.blogspot.it

Ingredienti:

Procedimento:

Privare la zucca e le patate della buccia e tagliarle a quadratini. Ricoprite una teglia con della carta forno, versate le patate e la zucca tagliata, irrorate il tutto con olio, sale e rosmarino tritato grossolanamente. Infornate a forno già caldo e lasciar cuocere per circa 20 minuti a 200°. A metà cottura mescolate.

FRULLATO AL KIWI, MELA E SEMI DI LINO

Si sa, il pranzo di Natale è sempre un trionfo di piatti, cibi e calorie, senso di pienezza e gonfiore prendono sempre più il sopravvento, ma, poiché alla fetta di panettone non si può rinunciare, prepariamoci a gustarlo, purificandoci dai sapori dei piatti precedenti con un frullato al kiwi e mele, in sostituzione del classico sorbetto al limone.

Frullato

chiharubatolecrostate.com

Ingredienti:

  • Kiwi, – La Caiella, 3
  • Mela – Cascina Pizzo, 1
  • Bacca di vaniglia, 1
  • Semi di lino, 1 cucchiaio
  • Acqua

Procedimento:

Pulire la frutta e tagliarla a pezzetti. Raschiare i semini della bacca di vaniglia.
Nella brocca del frullatore unire la frutta, la vaniglia e mezzo bicchiere di acqua (o latte), azionare e frullare. Se il composto risultasse troppo solido aggiungere altri liquidi, in base alla consistenza desiderata. Infine aggiungere i semi di lino schiacciati.

SEMIFREDDO DI RICOTTA E PANETTONE

Non è Natale se non si mangia il panettone, ma se volete proporlo in una forma rielaborata, potete realizzare un semifreddo con salsa di cioccolato, che potrete preparare anche qualche ora prima, godendovi per intero il pranzo senza passare tutto il tempo tra i fornelli.

Panettone
Ingredienti:
  • Ricotta vaccina – Fiordilatte, 200 gr
  • Zucchero integrale BIO, 500 gr
  • Uova tuorli – Cascina Pizzo, 2
  • Latte, 100 ml
  • Panna fresca, 100 ml
  • Panettone classico – Panificio Grazioli, 100 gr
  • Colla di pesce, 2 fogli
  • Marsala, 2 cucchiai
  • Cioccolato fondente, 50 gr
  • Panna fresca, 30 ml

Procedimento:

Bagnare il panettone con il latte. Montare la panna. Sbattere con le fruste elettriche i tuorli con lo zucchero, aggiungere la ricotta, il panettone e mescolare bene sempre. Aggiungere al composto la gelatina ammorbidita in acqua fredda, strizzata e fatta sciogliere in un pentolino con il Marsala, aggiungere anche la panna montata, incorporandola delicatamente con una spatola. Mettere negli stampini di silicone e far raffreddare in freezer per un paio d’ore. Tirarli fuori dal freezer una ventina di minuti prima di servirli completandoli con una salsina al cioccolato preparata facendo sciogliere il cioccolato fondente con la panna fresca.