Rare e preziose: le ciliegie del 2016

Le ciliegie sono un frutto annuale eppure negli ultimi anni sembra essere diventata un prelibatezza un po’ troppo rara e preziosa. Chi ha un minimo di memoria sulle annate precedenti ricorderà infatti che il 2014 è stato un anno terribile per questo straordinario frutto primaverile. Complice il freddo e le abbondanti piogge in fioritura, tali da aver compromesso l’intera stagione. Per effetto contrario, il 2015 è stato un millesimo meraviglioso, con abbondanza e qualità.

Eccoci nel 2016, un anno che – ainoi! -, riprende le sembianza di due anni fa. Sebbene sia ancora presto per gettare la spugna, le ciliegie di quest’anno hanno risentito delle piogge degli ultimi giorni e per questo non sono disponibili in quantità. La Puglia, in particolare, nelle zone a nord vocate per la cerasicoltura, ha subito i danni di una violentissima grandinata proprio qualche giorno fa. Il prezzo è così aumentato vertiginosamente. Un po’ di qualità la si ritrova sulle ciliegie del Veneto e qua e là per la Penisola dove il cattivo tempo di queste settimane non ha lasciato il segno.

ciliegiecrop

Insomma, non aspettiamoci grandi quantità per l’annata 2016, ma concediamoci comunque il “lusso” di fare una sana scorpacciata, prima dell’arrivo – secondo i detti popolari – del famosogiuanin, il vermetto che entra nelle ciliegie verso la fine di giugno in concomitanza con la ricorrenza di San Giovanni, e che segna la fine della stagione di questo straordinario frutto.

Brownies di pane con ciliegie e cacao

Buttare il pane è un peccato mortale dicevano i nonni. E soprattutto se si tratta di pane fatte con tutti i sacri crismi, lievitazione lenta e farine di qualità, è davvero un peccato!

Allora abbiamo preso quello rimasto in dispensa e lo abbiamo coniugato con ciliegie e mandorle per una torta davvero sorprendente che ha il sapore delle merende di casa….

Brownies di pane RIngredienti:
250 g di pane raffermo
450 ml di latte di mandorla naturale
50 g di farina di mandorle
250 g di ciliegie già denocciolate
40 g di cacao amaro
120 g di zucchero
2 uova
la punta di un cucchiaino di lievito

Cominciate tagliando il pane a cubetti il più piccini possibile, e ad ammollarli nel latte di mandorla per almeno 30 minuti.

Torta di pane e cacao alle ciliegie_1RQuando sarà morbido, strizzate il pane per disfarlo e trasformarlo in una specia di pappa omogenea. Aggiungete le due uova, la farina di mandorle, il cacao setacciato per non avere grumi, e il lievito. Unite anche lo zucchero e mescolate per bene. Per ultime aggiungete le ciliegie denocciolate.

Torta di pane e cacao alle ciliegie_-2RVersate in una tortiera quadrata rivestita di carta forno, e cuocete in forno caldo a 160° per circa 50 minuti.
Lasciate freddare la torta, tagliatela a cubotti e servite.
Brownies di pane 3R

Plumcake alle ciliegie

Sono arrivate! I gioielli della primavera, dolci, acidule e succose sono finalmente in tavola. Se riuscite a tenerne da perte qualcuna senza mangiarvele tutte in un boccone, potete provare questo ottimo plumcake per la colazione, preparabile anche inversione gluten free!

Torta alle ciliegie finaleIngredienti per uno stampo da 18 cm di lunghezza:
circa 300 ciliegie
2 uova
100 g di zucchero di canna
120 g di farina integrale o multicereali
30 g di amido di mais
50 g di burro o 30 ml di olio di riso
20 ml circa di latte o latte vegetale non zuccherato
mezza bustina di lievito
un bacca di vaniglia o un pizzico di cannella a gusto
zucchero a velo per servire

Cominciate con lo snocciolare le ciliegie. Raccogliete in una ciotolina con il loro succo e infarinatele con un cucchiaio di amido di mais preso dal totale.

Torta alle ciliegie 1RMontate le uova con lo zucchero. Aggiungete anche il burro fuso o l’olio continuando sempre a mescolare con forza. Unite i semi della vaniglia, o la cannella, la farina setacciata con l’amido rimasto e il lievito, e il latte necessario ad avere una consistenza morbida e cremosa.

Torta alle ciliegie 2Aggiungete per ultime le ciliegie, mescolate velocemente e versate in uno stampo antiaderente.

Cuocete in forno a 180°C per circa 30 minuti o fino a che la torta sarà dorata e profumata. Sfornate, lasciate freddare e servite con zucchero a velo.

Ultimi prodotti arrivati – Li avete già provati?

A Cortilia non ci piace proprio stare fermi e siamo sempre alla ricerca di nuovi prodotti per riuscire a soddisfare gusti e desideri di tutti. E allora perché resistere? Lasciatevi viziare: questa settimana, vi presentiamo alcuni prodotti degli agricoltori locali disponibili su Cortilia.

Dolci frutti
Belle, rosse, gustose, finalmente sono arrivate le ciliegie di Cascina Pizzo! Dalla dolcezza inconfondibile, squisite da mangiare così o per preparare buonissimi dolci.
ciliegieCiliegie cat.I
Una tira l’altra: delle ciliegie non si può fare a meno. Nella giusta stagione che va da maggio a inizio luglio, a seconda della varietà, sono un ottimo frutto, bello per gli occhi e per il palato.

Un formaggio dal cuore cremoso
Il caseificio Fiordilatte ha produzione a Milano: un prodotto freschissimo, preparato con latte lavorato a poche ore dalla mungitura e trasformato artigianalmente.
burrataBurrata
Una goduria di sapore senza precedenti: la burrata è l’icona della cultura casearia del nord della Puglia. Un involucro di pasta filata che avvolge all’interno un cuore cremoso di stracciatella e crema di latte.

Eccellenza brianzola
Marco d’Oggiono Prosciutti, ovvero salumi di qualità. Questo nome è una garanzia affidabile dell’arte della norcineria tradizionale lombarda sin dal 1945.
bresaolaBresaola di Chianina
Un’eccellenza rara, realizzata con punta d’anca di pura Chianina, risultato di una lavorazione semplice che ne esalta le virtù autentiche. Morbida, con una marezzatura sottile, dolce e salata al punto giusto e grande persistenza.

Peccati di gola
Quando l’arte pasticcera si incontra con i migliori prodotti del territorio, nascono le prelibatezze artigianali del Laboratorio Evvivo. Il loro segreto? L’olio EVO!
biscottiBiscotti integrali cioccolato e nocciole
Bis-cotto, ovvero cotto due volte. Questa l’origine di una gamma di prodotti ampissima. Inzuppati nel latte o nel caffè sono l’impronta del risveglio del mattino, ma anche l’immagine del rito pomeridiano intinti in una tazza di tè

 

 

 

Avete già assaggiato i nuovi prodotti?!

A Cortilia non ci piace proprio stare fermi e siamo sempre alla ricerca di nuovi prodotti per riuscire a soddisfare gusti e desideri di tutti. E allora perché resistere? Lasciatevi viziare: questa settimana, vi presentiamo alcuni prodotti degli agricoltori locali disponibili su Cortilia.

Dolci frutti
Belle, rosse, gustose, finalmente sono arrivate le ciliegie di Cascina Pizzo! Dalla dolcezza inconfondibile, squisite da mangiare così o per preparare buonissimi dolci.
ciliegieCiliegie cat.I
Una tira l’altra: delle ciliegie non si può fare a meno. Nella giusta stagione che va da maggio a inizio luglio, a seconda della varietà, sono un ottimo frutto, bello per gli occhi e per il palato.

Un formaggio dal cuore cremoso
Il caseificio Fiordilatte ha produzione a Milano: un prodotto freschissimo, preparato con latte lavorato a poche ore dalla mungitura e trasformato artigianalmente.
burrataBurrata
Una goduria di sapore senza precedenti: la burrata è l’icona della cultura casearia del nord della Puglia. Un involucro di pasta filata che avvolge all’interno un cuore cremoso di stracciatella e crema di latte.

Eccellenza brianzola
Marco d’Oggiono Prosciutti, ovvero salumi di qualità. Questo nome è una garanzia affidabile dell’arte della norcineria tradizionale lombarda sin dal 1945.
bresaolaBresaola di Chianina
Un’eccellenza rara, realizzata con punta d’anca di pura Chianina, risultato di una lavorazione semplice che ne esalta le virtù autentiche. Morbida, con una marezzatura sottile, dolce e salata al punto giusto e grande persistenza.

Peccati di gola
Quando l’arte pasticcera si incontra con i migliori prodotti del territorio, nascono le prelibatezze artigianali del Laboratorio Evvivo. Il loro segreto? L’olio EVO!
biscottiBiscotti integrali cioccolato e nocciole
Bis-cotto, ovvero cotto due volte. Questa l’origine di una gamma di prodotti ampissima. Inzuppati nel latte o nel caffè sono l’impronta del risveglio del mattino, ma anche l’immagine del rito pomeridiano intinti in una tazza di tè

SOS Campagne

Cortilia.it_SantaMarta_010

Ogni anno e ogni stagione si caratterizzano per qualche record meteorologico: il più piovoso, il più secco, il meno asciutto, il più caldo, il più freddo e così via. Diciamo che i luoghi comuni non mancano… Eppure questa pazza primavera ha davvero raggiunto un livello mai visto prima… Pioggia su pioggia, addirittura neve solo pochi giorni fa, qualche violenta grandinata, frana, freddo, poco sole e soprattutto poca luce…. Una situazione purtroppo seria che ha compromesso molte colture e il lavoro dei nostri agricoltori locali.

Basta girare per le campagne o anche solo – per chi ce l’ha – osservare il proprio orto per accorgersi di queste criticità. Vediamone alcune:

1) Fragole: sì, sono arrivate, ma con tanto ritardo. Ringraziamo le serre per averle protette e curate fino a questo punto.

2) Ciliegie: molti i danni sui fiori (in alcuni casi sono caduti annullando totalmente il raccolto). Nei casi più fortunati la produzione è comunque molto limitata. Aspettiamoci, purtroppo, un prezzo un po’ più alto.

3) Ortaggi: anche in questo caso, elogio delle serre! Le coltivazioni in campo aperto di prodotti di stagione quali insalate e verdure a foglia sono state molto danneggiate.

Insomma, cosa fare? Gli agricoltori, in forte difficoltà (è stato dichiarato lo stato di calamità per l’agricoltura lombarda), si sono visti costretti a trovare delle soluzioni alternative per compensare i forti danni subiti. In primo luogo, hanno dato il via a collaborazioni con aziende di altri territori grazie alle quali possiamo oggi avere parte della frutta e della verdura che mangiamo. Un compromesso inevitabile!

Aspettiamo fiduciosi l’estate!

Clafoutis alle ciliegie

Sono venuta a conoscenza di questo dolce solamente l’anno scorso attraverso una foodblogger che seguiamo e a cui siamo particolarmente affezionati e mi sono detta: questo dolce è assolutamente da provare! E’ qual è il periodo migliore se non quello in cui le ciliegie iniziano finalmente a comparire sulle nostre tavole?

Dolce tradizionale francese, il clafoutis è di semplice e veloce realizzazione.


Ecco gli ingredienti per prepararlo:

500 gr di ciliegie

3 uova

100 gr di zucchero

90 gr di farina bianca

Una bustina di vanillina

200 ml di latte

2 cucchiai di Brandy

Burro qb (per imburrare la teglia)

Come prima operazione vi suggeriamo di accendere il forno a 180°. Intanto che il forno andrà in temperatura, lavate le ciliegie, togliete loro il gambo e, con pazienza, anche il nocciolo, quindi asciugatele delicatamente.

Sbattete in una terrina le uova e lo zucchero (lasciandone un po’ da parte da utilizzare per cospargere la teglia in cui cuocerà il dolce) finché il vostro composto non otterrà un aspetto chiaro e spumoso; quindi aggiungetevi la vanillina e setacciate la farina. Ora aggiungete, poco alla volta, anche il latte e mescolate delicatamente. Infine insaporite il tutto con il Brandy.

Quindi imburrate una pirofila dai bordi bassi cospargendola di zucchero e distribuitevi le ciliegie sul fondo in modo uniforme.

Versatevi  sopra la pastella preparata e infornate per circa 40 minuti, finché il dolce non sarà dorato in superficie.

Se lo desiderate, a cottura avvenuta, si può spolverizzare la superficie con un po’ di zucchero a velo.

Il dolce va gustato ancora tiepido.

E’ buonissimo!