In cucina con i bambini: ecco il pesce finto

Il mitico pesce finto! Che gioia quando da piccoli la mamma metteva in tavola questo piatto a forma di pesce e che divertimento dedicarsi alle decorazioni: un bell’occhio grande grande, una bocca sorridente, squame a piacimento il tutto in un mare…di maionese.

Questa ricetta è perfetta per l’estate: fresca e veloce da preparare senza dover rinunciare al gusto, ma soprattutto molto divertente visto lo spazio che lascia alla fantasia nella guarnizione.

Ora, dunque, tutti in cucina: grandi e piccini!

 

Ingredienti:

400 gr di patate a pasta bianca

250 gr di tonno sott’olio sgocciolato

2 filetti di acciuga sott’olio

Maionese

Cetriolini sott’aceto qb

Una oliva

Prezzemolo tritato qb (circa un cucchiaio)

Sale qb


Lavate le patate, immergetele in una pentola piena d’acqua e lasciatele cuocere per almeno 40 minuti dal momento dell’ebollizione.

Mentre le patate stanno cuocendo, scolate bene il tonno e frullatelo insieme alle acciughe, a 2-3 cetriolini affettati e al prezzemolo tritato.

Quando le patate saranno cotte, sbucciatele e passatele nello schiacciapatate, quindi aggiungetevi anche il composto con il tonno e mescolate bene. Aggiungetevi 2 cucchiai di maionese e regolate di sale a piacimento.

In questa ricetta una parte importante ce l’ha l’assaggio! Non esitate a testare il vostro piatto per aggiustarlo via via che aggiungete i vari ingredienti!

Quindi, se lo avete, trasferite il composto in uno stampo a forma di pesce…altrimenti su un piatto da portata dove lo modellerete a forma di pesce. Coprite con un foglio di pellicola e lasciatelo in frigo a riposare per almeno 3 ore.

Poco prima di servire sbizzarritevi con le decorazioni: fate l’occhio del pesce con un oliva, e decoratene la superficie a piacimento con la maionese.

Accompagnatelo con un’insalata fresca o fette di pane tostate.


Buona appetito!

Metti un weekend al parco con i bambini a Milano

Ecco un’iniziativa all’insegna della sostenibilità che ci piace molto e vogliamo segnalare a chi ancora dovrà aspettare un po’ prima di partire per le vacanze, a chi è già tornato e a chi, quest’anno, non si allontanerà da Milano.

Sabato 14 luglio, dalle 10 di mattina alle 22, si terrà alla Cascina Molino San Gregorio (all’interno del bellissimo parco Lambro) una giornata all’insegna di attività per adulti e bambini.

Si inizia alle 10:00 con una lezione aperta di pilates, dalle 14:00 in poi ci saranno stand con prodotti agricoli del territorio allestiti in collaborazione con Coldiretti, dalle 14:30 verrà allestita una Ciclofficina dove si potrà imparare ad aggiustare da soli la propria bicicletta.
Alle 16:00, per i bambini dai 4 ai 9 anni, è previsto il laboratorio di pittura “Impara l’arte e giocaci”, dove con tempere e colori ognuno dipingerà il proprio autoritratto.

La festa prosegue anche durante la serata con un aperitivo a cura de Il Tempio d’oro a partire dalle 18:30 e alle 20:00 ci sarà l’esibizione della banda degli ottoni.

Solitamente portiamo le cascine a casa vostra, per una volta vi consigliamo di essere voi ad andare a visitare una cascina!

 

HB Kids. Un fine settimana a Milano all'insegna dell'arte per i più piccoli

Milano in questi giorni è affollatissima di persone attirate dal salone del mobile che ha il pregio di dare un’aria internazionale alla città.  Brera, Lambrate, Porta Romana vengono invase da una marea di ragazzi di tutte le nazionalità con una sola grane passione: il design.

Per chi desidera prendere parte agli eventi organizzati in questa occasione certo non mancano le opportunità: feste, aperitivi, dj set e mostre a tema. Non si ha che l’imbarazzo della scelta.

Ma per i più piccoli? Proprio a loro ha pensato HangarBicocca Kids che domani e domenica 22 aprile ha organizzato dei laboratori per i visitatori più giovani con l’idea di rendere accessibile e comprensibile l’arte contemporanea partendo dalle emozioni, dalle sensazioni e dalle suggestioni di bambini e ragazzi.


Ecco, nel dettaglio, i primi Percorsi creativi pensati per questo weekend:

sabato 21 aprile 2012 — 11.15
Una torre, una storia
Partecipanti: max. 20    Durata: 90 minuti    Anni: 6-8
Chi abitava I Sette Palazzi Celesti di Kiefer? Cosa significano gli oggetti lasciati sulle torri? E quelli abbandonati per terra? Ai bambini lanciamo la sfida di trovare le risposte dando spazio a tutta la loro immaginazione e fantasia durante l’attività creativa.

sabato 21 aprile 2012 — 15.00
Filmiamo la musica!
Partecipanti: max. 15    Durata: 90 minuti    Anni: 4-6
La tecnica unica usata degli artisti Yervant Gianikian e Angela Ricci Lucchi viene spiegata ai più giovani attraverso un’attività creativa divertente e coinvolgente. Ogni bambino potrà trasformarsi in artista e creare il proprio film astratto.

domenica 22 aprile 2012 — 11.15
Costruiamo la nostra tastiera
Partecipanti: max. 15    Durata: 90 minuti    Anni: 4-6
A cosa assomiglia l’enorme scultura di Fausto Melotti esposta tra le piante del giardino? Una personalissima scultura musicale creata dall’unione tra forme e note permetterà ai bambini di conoscere meglio il grande artista italiano del Novecento.

domenica 22 aprile 2012 — 15.00
Il teatro delle ombre
Partecipanti: max. 20    Durata: 90 minuti    Anni: 8-10
Ispirati dall’atmosfera dell’installazione Shadow Play di Hans-Peter Feldmann i ragazzi esploreranno il mondo delle silhouette di carta mettendo in scena nuove e magiche storie in un vero e proprio teatro delle ombre.

Tutti i laboratori si terranno presso HB Kids, adiacente all’ingresso principale dell’Hangar Bicocca.

L’iscrizione alle attività di HB Kids è completamente gratuita, fino ad esaurimento posti, e deve avvenire esclusivamente tramite e-mail all’indirizzo hbkids@hangarbicocca.org.

L'irrinunciabile gustosità della torta alle arance

Le arance in questo periodo sono buonissime. Prima che la loro stagione di raccolta finisca e non si possa più assaporare il loro dolce succo, abbiamo pensato di proporvi la ricetta di una torta tanto classica, quanto gustosa: la torta alle arance.

Le variabili di questa ricetta sono infinite: farcita con crema all’arancia, guarnita con arance candite,  ricoperta di cioccolato, di glassa o di zucchero a velo questo dolce risulta sempre buonissimo. La differenza, poi, la fa il gusto di ognuno.

Una cosa però è certa: con la ricetta base non si sbaglia mai. La sua preparazione è facile e veloce e il risultato è sempre squisito.

Allora, perché non prepararla per la colazione del sabato mattina?

Ecco gli ingredienti necessari per preparare questa buonissima torta:

2 arance spremute e la scorza grattugiata di un’arancia

250 gr di zucchero

75 gr di burro

3 uova intere

300 gr di farina

Mezza busta di lievito per dolci

Mezza bustina di vanillina

Un pizzico di sale

Come prima cosa unite il burro allo zucchero,  aggiungetevi anche le uova e amalgamate bene gli ingredienti.

Versate nel composto anche la spremuta delle 2 arance e, poco alla volta, unitevi la farina mescolata con il lievito, la vanillina e il sale.

Infine aggiungete anche le scorzette di arancia.

Prendete una teglia, imburratela e spolverizzatela con la farina e poi versatevi  il composto.

Cuocere in forno preriscaldato a 180° per 30 minuti.

Anche a scuola i menù li scelgono i genitori

Il Comune di Milano ha da poco annunciato una piccola rivoluzione nelle mense scolastiche milanesi. Dopo un aperto confronto tra Milano Ristorazione e le commissioni mense formate dai genitori, i menù verranno riscritti, accogliendo alcune indicazioni genitoriali. In poche parole: le famiglie avranno voce in capitolo nella scelta di cosa i bambini mangeranno a scuola.

«Siamo orgogliosi, questo è un ottimo risultato, il primo passo di un lungo percorso fondato sulla partecipazione e la trasparenza. Crediamo che questo percorso di condivisione con i genitori sul tema dell’alimentazione sia molto importante, perché intendiamo la scuola come un luogo di educazione alla vita e alla quotidianità nel suo complesso», ha dichiarato il vicesindaco con delega all’Educazione Maria Grazia Guida.

In attesa di vedere quali saranno i nuovi menù delle scuole milanesi, si può già apprezzarne un aspetto: la rivoluzione meneghina parlerà anche «chilometro zero». La Coldiretti, infatti, ha annunciato che da domani tutta l’insalata servita nelle mense scolastiche proverrà da campi lombardi.

Una strada, quella del «chilometro zero», imboccata non solo dalla città di Milano, ma anche dalla capitale. L’assessore capitolino alla Scuola, Gianluigi De Palo, ha infatti più volte ribadito che il nuovo menù delle mense scolastiche si baserà sulla filosofia del «chilometro zero» per favorire le imprese del territorio e aumentare la qualità dei prodotti.

Così, nell’anno scolastico 2011-2012 saranno 1,5 milioni i bambini italiani che pranzeranno in mensa avendo sempre maggiori opportunità di gustare pasti preparati con cibi di stagione, locali e a chilometri zero.

Ma cosa s’intende per menu a chilometro zero? Si tratta di pasti allestiti con prodotti a filiera corta, provenienti dal territorio vicino al luogo in cui vengono consumati e basati su piatti cucinati utilizzando alimenti freschi di stagione e magari regionali.

Voi cosa ne pensate? Condividete questa tendenza? Pensate che i menù che i vostri bambini trovano a scuola siano stati pensati in modo sufficientemente attento, rispettando le loro esigenze?